Home Comitato medico scientifico

Più informazione
più salute

SUGGERIMENTI Ricerca Nascondi suggerimenti
  • HOME
  • Blog
  • La genetica del cancro: il processo di formazione di un tumore

Indietro

La genetica del cancro: il processo di formazione di un tumore

Tumore al seno
Tumore al seno






vota


A cura di: Ufficio Stampa Sorgente Genetica

Le neoplasie maligne sono la seconda causa di morte nella popolazione mondiale, e nel 2015 hanno causato ben 8.8 milioni di decessi1. Ecco perché è importante fare prevenzione e saper riconoscere i sintomi come quelli relativi al tumore al seno. Oggi c’è molta informazione intorno all’argomento cancro, eppure si è ancora distanti dal ritenerlo un problema sconfitto definitivamente. Tra i fattori di rischio che possono portare allo sviluppo di una neoplasia ci sono:

 

  • alimentazione scorretta
  • stile di vita insano
  • fumo
  • poca attività fisica.

Si ritiene infatti che circa 1 caso di tumore su 3 potrebbe essere evitato se si modificano le proprie abitudini2.

 

I tumori possono però essere causati anche da fattori predisponenti, ovvero quelle cause che potrebbero accrescere le possibilità nell’individuo, di insorgenza del cancro, come una predisposizione genetica.

 

Passi in avanti sono stati fatti nell’identificazione di geni che se alterati aumentano le possibilità di ammalarsi di tumore.

 

Come nasce dunque un tumore e come i geni mutati favoriscono questo processo?

Una neoplasia si forma in conseguenza alla produzione fuori controllo di cellule, causata dalla mutazione di geni critici che modificano i processi di regolazione della produzione cellulare. Se le cellule cancerose si diffondono nei tessuti limitrofi e, attecchendo, formano metastasi con compromissione degli organi, il tumore è maligno3.

 

Sono ereditabili alcune anomalie genetiche predisponenti al cancro, come i geni Rb (retinoblastoma), BRCA1 e 2 (tumore mammario e ovarico), APC (cancro al colon). I soggetti che hanno una patologia oncologia ereditaria presentano un rischio maggiore di sviluppare neoplasie multiple e in giovane età4.

 

I geni che intervengono nel controllo del ciclo cellulare sono: BRCA1 e BRCA2 (Breast Related Cancer Antigens). Avere una mutazione ai geni BRCA vuol dire che la persona ha un aumentato rischio di cancro (87% per quello ovarico e 40% per quello mammario) e queste mutazioni possono essere ereditate5.

 

È possibile verificare la propria predisposizione genetica, sottoponendosi a un test di screening genetico, come il Test Sorgente BRCA. Questo esame analizza un campione ematico alla ricerca di eventuali anomalie ai geni BRCA. Il Test Sorgente BRCA è consigliato a tutte le donne, in particolare quelle che hanno familiarità con un tumore ovarico o mammario.

 

Per una valutazione dei fattori di rischio e per un percorso di screening ad hoc si consiglia di rivolgersi sempre al proprio medico.

 

FONTI:

 

  1. World Health Organization WHO website – www.who.int
  2. Sito AIRC – www.airc.it
  3. Le basi genetiche del cancro
  4. Sito SIGN – www.signgenetics.eu
  5. Ferla R. et al. (2007). Founder mutations in BRCA1 and BRCA2 genes. Annals of Oncology. 18;(Supplement 6):vi93-vi98

Nessun commento inviato


Lascia un commento

Comment form Prima di commentare leggi le Avvertenze di rischio e delle Condizioni d'uso del sito, è necessario prenderne visione

 Con l'inserimento dei miei dati dichiaro di aver preso visione delle Avvertenze di Rischio  e del Trattamento dei dati.
*



Tutti i campi (*) sono richiesti




lascia la tua e-mail per ricevere aggiornamenti e notizie



Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di ABCsalute s.r.l. come specificato all' art.3b


   Iscriviti alla Newsletter   
Grazie per esserti registrato alla newsletter di ABCsalute.it

ABCsalute S.r.l. ora axélero S.p.A. Copyright 2009 - 2019 ©Tutti i diritti riservati - C.F./Partita IVA IT 07731860966
Sede Legale: via Cartesio, 2 20124 Milano - Cap. Soc. € 68.000,00 i.v - R.E.A. Milano n. 1978319 - N.Telefono +39 02 83623320 - info@axelero.it

Aggiornato al 23/08/2019 - Il sito appartiene a un'azienda privata e si finanzia con gli abbonamenti dei medici inserzionisti