Cerca una cura, un rimedio o un farmaco da banco per il tuo sintomo

Neonisidina

Trattamento sintomatico di mal di testa, nevralgie, mal di denti, dolori mestruali, dolori articolari, stati febbrili e sindromi da raffreddamento.

  • disponibile in: Compresse
  • prodotto da: Pharmaidea Srl
  • principio attivo: Paracetamolo, acido Acetilsalicilico, caffeina


Come si assume Neonisidina

Adulti: da 1 a 4 compresse al giorno. L´assunzione per via orale deve avvenire a stomaco pieno. Non superare le dosi consigliate, in particolare i pazienti anziani devono attenersi ai dosaggi minimi sopraindicati.


Controindicazioni di Neonisidina

>

− Ipersensibilità ai principi attivi o ad uno qualsiasi degli eccipienti.

NEO NISIDINA non deve inoltre essere usata in caso di ipersensibilità ad altre sostanze strettamente

correlate dal punto di vista chimico: in particolare i salicilati o altri farmaci antinfiammatori non

steroidei.

− Ulcera gastrica o duodenale attiva.

− Tendenza accertata alle emorragie (per es. emofilia).

− Terzo trimestre di gravidanza.

− Bambini e adolescenti di età inferiore a sedici anni.

− Adolescenti dai 16 ai 18 anni affetti da varicella o da influenza per il rischio di sindrome di Reye

(vedere paragrafo 4.4).

− Pazienti che hanno avuto una reazione di ipersensibilità (allergia) a seguito della somministrazione

di salicilati o altri farmaci antinfiammatori non steroidei con sintomi quali, ad esempio: asma,

angioedema o orticaria.

− Asma.

− Grave insufficienza epatica.

− Grave insufficienza renale.

− Grave insufficienza cardiaca.

− Trattamento con metotrexato (15 mg per settimana o più).

− Deficit di glucosio-6-fosfato deidrogenasi.

− Grave anemia emolitica.

− NEO NISIDINA è inoltre controindicata in caso di condizioni ereditarie che possono essere

incompatibili con uno degli eccipienti (vedere il paragrafo 4.4).


Avvertenze

NEO NISIDINA deve essere usata solo dietro consiglio del medico, il quale dovrà accuratamente valutare il rapporto tra i benefici attesi ed i rischi possibili, in caso di: − rinite allergica e polipi nasali; − disturbi gastrici o duodenali cronici o ricorrenti; − sospetta ipersensibilità agli analgesici antipiretici o ai farmaci antinfiammatori non steroidei; − uso abituale di bevande alcoliche;

− alterazione della funzione epatica (per es. dovuto ad abuso cronico di alcol, epatiti); − insufficienza epatica lieve o moderata; − sindrome di Gilbert; − alterazione della funzione renale; − insufficienza renale lieve o moderata; − uso concomitante di anticoagulanti orali, antiaggreganti piastrinici, eparina per via sistemica,

trombolitici o di altri farmaci (vedere paragrafo 4.5); − precedenti episodi di ulcera gastroduodenale; − precedenti episodi di sanguinamento o perforazione gastrointestinale; − programmazione di un intervento chirurgico o di un esame diagnostico invasivo; − gravidanza (primo e secondo trimestre) (vedere paragrafo 4.6).

L'uso di analgesici (antidolorifici), soprattutto ad alte dosi, può causare mal di testa che non deve essere trattato con dosi maggiori del farmaco.

L'uso corretto di questo medicinale, che prevede una durata massima del trattamento di 7 giorni, non espone al rischio di una sindrome da astinenza; è bene sapere, tuttavia, che la brusca interruzione di una terapia prolungata con analgesici ad alte dosi può causare una sindrome da astinenza (per esempio mal di testa, stanchezza, nervosismo), che tipicamente si risolve in pochi giorni. In questi casi l'uso di antidolorifici può essere ripreso solo sotto stretto controllo medico.

I soggetti di età superiore ai 70 anni, soprattutto in presenza di terapie concomitanti, devono usare questo medicinale solo dopo aver consultato il medico.

Come analgesico questo medicinale non deve essere usato per più di 5-7 giorni, e in caso di febbre non deve essere somministrata per più di 3 giorni. Se il dolore o la febbre persistono o peggiorano, se si manifestano sintomi nuovi o se sono presenti arrossamenti o gonfiori, si deve consultare un medico perch



ABCSalute non può fornire consulenze mediche, se un paziente ha dubbi o quesiti sull'uso di un medicinale che sta assumendo deve contattare il proprio medico o il farmacista.
Inoltre le informazioni pubblicate per questo prodotto potrebbero non essere la versione più aggiornata.

ABCsalute S.r.l. - Registrazione al Tribunale di Milano n. 491 del 24.07.2008 - Copyright 2008-2017
© Tutti i diritti riservati - P.I. 06355610962 - Per Informazioni 02.97383387 - info@abcsalute.it - Direttore

Società a socio unico, soggetta a direzione e coordinamento da parte di axélero S.p.A

Progetto di fusione per incorporazione di abcsalute s.r.l. in axélero S.p.A. ai sensi degli artt. 2501-ter e 2505 c.c.

Aggiornato al 23/07/2017