Indietro

Le intossicazioni alimentari sono sempre in agguato

clicca per votare







Scritto da

Scripta Firenze Agenzia di comunicazione


Pubblicato il 16/09/2015

Modificato il 31/08/2010

Le intossicazioni alimentari. Spesso si attribuisce “a qualcosa che ho mangiato” un attacco di dissenteria o alla “vendetta di Montezuma” una diarrea acuta o qualche altro sgradito disturbo gastrointestinale. Ciò che mangiamo può infatti essere il veicolo per patologie da alimenti con una varietà di sintomi spiacevoli che possono trasformarsi in vere proprie intossicazioni alimentari a rischio di vita. Nonostante le attenzioni crescenti nella conservazione dei prodotti alimentari la contaminazione microbica e le conseguenti malattie sono in sensibile crescita.

 

Le cause delle intossicazioni alimentari. Le cause principali di malattie a trasmissione alimentare sono batteri, virus e parassiti.
I batteri che causano malattie a trasmissione alimentare sono:
• l’Escherichia coli,
• il Campylobacter jejuni,
• la Salmonella,
• lo Staphilococcus aureus,
• la Listeria monocytogenes,
• il Clostridium botulinum,
• il Clostridium perfringens,
• il Vibrio parahaemolyticus,
• il Vibrio vulnificus
• la Shigella.
I virus, come ad esempio il virus dell’Epatite A Norovirus, possono anche causare malattie a trasmissione alimentare.
I parassiti sono un’altra causa scatenante di questo tipo di malattie e includono:
• la Giardia lamblia,
• la Cyclospora cayetanensis,
• il Cryptosporidium parvum.

 

La presenza del pericolo. Questi organismi possono diventare pericolosi ospiti a tavola perché presenti in una vasta gamma di alimenti, tra cui carne, latte e altri prodotti caseari, spezie, cioccolato, frutti di mare e persino l'acqua. In particolare sono stati associati a malattie di origine alimentare le uova non pastorizzate, i succhi di frutta, la verdura, i cibi crudi o poco cotti contenenti uova, pollo, tonno, le insalate di pasta e patate, i dolci alla crema.

 

Batteri come la Listeria monocytogenes, il Vibrio vulnificus, il Vibrio parahaemolyticus e la salmonella sono stati trovati nei frutti di mare crudi, nelle ostriche, nelle vongole, nelle cozze, nella capesante e nelle telline e possono contenere il virus dell'epatite A .

 

La manipolazione degli alimenti. La scarsa cura nella conservazione e manipolazione degli alimenti favorisce l’esplosione della crescita dei germi patogeni. Ad esempio i cibi caldi o freddi, lasciati troppo a lungo a temperatura ambiente, offrono il clima ideale per la crescita dei batteri. L’ambiente della cucina può essere quindi d’aiuto alla creazione delle condizioni per il sopravvenire di patologie di origine alimentare.

 

Altre cause di contaminazione. Gli alimenti possono essere infettati anche quando taglieri e utensili da cucina, che sono stati utilizzati per preparare un cibo contaminato, come il pollo crudo, non sono stati poi puliti prima di essere utilizzati per sezionare un altro alimento, come gli ortaggi, che non prevedono la cottura.



Fonti:

- Enciclopedia Giuridica - Ist. della Enciclopedia Italiana fondata da Giovanni Treccani - Ed. 2009 - Autori e riferimenti scientifici: vedi link
- Enciclopedia della Medicina Italiana - UTET - Ed. 2004 - Ideatore coordinatore scientifico Prof. Luciano Vella
- Nuova Enciclopedia Medica - Edizioni Garzanti Libri - Ed. 1987 - AA.VV.
- Trattato di Medicina Legale e Scienze Affini - Editore CEDAM - Ed. 2009 - Autori: Giusti Giusto





Commenti

Attenzione per poter inviare il tuo commento devi effettuare l'accesso con le tue credenziali oppure Registrati
Commenta anche tu

Articoli

lascia la tua e-mail per ricevere aggiornamenti e notizie



Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di ABCsalute s.r.l. come specificato all' art.3b


   Iscriviti alla Newsletter   
Grazie per esserti registrato alla newsletter di ABCsalute.it

ABCsalute S.r.l. - Registrazione al Tribunale di Milano n. 491 del 24.07.2008 - Copyright 2008-2017
© Tutti i diritti riservati - P.I. 06355610962 - Per Informazioni 02.97383387 - info@abcsalute.it - Direttore

Società a socio unico, soggetta a direzione e coordinamento da parte di axélero S.p.A

Progetto di fusione per incorporazione di abcsalute s.r.l. in axélero S.p.A. ai sensi degli artt. 2501-ter e 2505 c.c.

Aggiornato al 26/02/2017