Indietro

Aggressività: atteggiamento aggressivo volontario, spesso manifestazione di altri disturbi

clicca per votare





aggressività L'aggressività comportamenti aggressivi Aggressività e ambiente modelli sociali L'influenza dei modelli sociali


Scritto da

Massimo Miliani, giornalista professionista (Ordine regionale della Lombardia)


Pubblicato il 05/08/2010

Modificato il 05/08/2010

La psicologia definisce l'aggressività come quell'insieme di comportamenti volti a minare l'integrità fisica e psichica dell'altro da sé. L'aggressività trova la sua origine nella componente istintuale e biologica dell'uomo, anche se la scienza in questo senso si divide: alcuni considerano la componente aggressiva come innata, tipica degli istinti umani, e altri invece vedono l'origine dell'aggressività nell'adattamento sociale dell'uomo.

 

L'aggressività come manifestazione di altri disturbi.
Negli ultimi anni molti studi clinici hanno indagato il ruolo delle patologie nell'aggressività e la sua correlazione con i disturbi della personalità: i disturbi alimentari, come l'anoressia e la bulimia, innescano un'alternanza di depressione e aggressività; comportamenti aggressivi sono anche tipici di molte disfunzioni cerebrali, come l'autismo, problemi psichici come il disturbo bipolare.
Uno studio recente ha anche dimostrato non solo la connessione tra ansia e aggressività, ma anche il loro legame con un gene che, se rimosso sperimentalmente nei topi, fa aumentare entrambe le manifestazioni: è riscontrabile anche tra gli esseri umani che i soggetti più predisposti all'ansia e più sensibili allo stress, come chi soffre di fobie sociali o di disturbi ossessivi compulsivi per esempio, sia allo stesso modo più predisposto anche ad atteggiamenti aggressivi.

 

Aggressività: le scuole di pensiero.
La psicologia si è interrogata a lungo sulle cause alla base dell'aggressività e molte sono le scuole di pensiero che tentano di dare una risposta a questo comportamento.
La teoria della frustrazione basa l'aggressività sull'impossibilità dell'individuo di dare sfogo ai suoi bisogni: in questo senso diventano fondamentali i concetti di società e di convenzioni sociali che svolgono un ruolo fondamentale nello scatenare e indirizzare l'aggressività.
Secondo la sociologia l'aggressività trova la sua origine nei fattori ambientali che, se negativi, possono portare a un'esplosione di ira. Tipico l'esempio degli stadi, dove l'effetto branco allontana dal proprio giudizio interiore e scatena più facilmente i comportamenti aggressivi.
La scuola dell'apprendimento sociale considera l'aggressività un fattore acquisito. I modelli sociali a cui siamo sottoposti ci insegnano come comportarci e, nel caso tali modelli siano deviati o indirizzati all'aggressività, portano l'individuo a diventare aggressivo. È fondamentale in questo caso il concetto di gruppo: l'appartenenza a un gruppo, infatti, implica al suo interno il rispetto di regole e distinzioni, distinzioni che, se polarizzate, fanno confluire l'aggressività verso gli appartenenti del gruppo “esterno”.
Secondo gli antropologi l'aggressività è insita nel comportamento umano. Può prendere forme differenti (ad esempio, gli Esquimesi adottano una forma di aggressività passiva) ma non cambia il bisogno dell'uomo di manifestare questa sua modalità di risposta al mondo esterno.

 



Fonti:

- Enciclopedia Treccani (Novecento) - Ist. della Enciclopedia Italiana fondata da Giovanni Treccani Ed. 1990 - Autori e riferimenti scientifici: vedi link
- Enciclopedia della Medicina - DeAgostini Ed. 2010 - Autori e riferimenti scientifici: vedi link
- L'Universale della Medicina - Garzanti Ed. 1995 - Autori e riferimenti scientifici: vedi link





Commenti

Attenzione per poter inviare il tuo commento devi effettuare l'accesso con le tue credenziali oppure Registrati
Commenta anche tu

Articoli

lascia la tua e-mail per ricevere aggiornamenti e notizie



Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di ABCsalute s.r.l. come specificato all' art.3b


   Iscriviti alla Newsletter   
Grazie per esserti registrato alla newsletter di ABCsalute.it

ABCsalute S.r.l. - Registrazione al Tribunale di Milano n. 491 del 24.07.2008 - Copyright 2008-2016
© Tutti i diritti riservati - P.I. 06355610962 - Per Informazioni 02.97383387 - info@abcsalute.it - Direttore

Società a socio unico, soggetta a direzione e coordinamento da parte di axélero S.p.A

Progetto di fusione per incorporazione di abcsalute s.r.l. in axélero S.p.A. ai sensi degli artt. 2501-ter e 2505 c.c.

Aggiornato al 05/12/2016