Home Comitato medico scientifico

Più informazione
più salute

SUGGERIMENTI Ricerca Nascondi suggerimenti
  • HOME
  • Blog
  • A scuola dopo le 9 per essere più produttivi

Indietro

A scuola dopo le 9 per essere più produttivi

Sonnolenza a scuola
Sonnolenza a scuola - iStockphoto.com






vota


La mancanza di sonno si sa, è causa di distrazione, sonnolenza e scarso apprendimento. È quanto sostengono gli esperti del sonno, primo tra tutti il Dott. Paul Kelley che, per l’Università di Oxford, guiderà un team di medici impegnati a monitorare l’andamento del benessere psico-fisico e dell’apprendimento da parte dei ragazzi coinvolti nel progetto Teensleep: andare a scuola alle 10 per dormire almeno 1 ora di più.

 

Non è un’iniziativa isolata. La massima autorità sanitaria in America, il Cdc – Centro per il controllo delle malattie – ha sostenuto l’appello dell’Accademia pediatrica ad aprire le scuole più tardi per consentire a bambini e ragazzi di dormire di più.

 

Perché il sonno è così importante?

Secondo gli esperti in materia, perdere preziose ore di sonno durante l’età della crescita aumenta il rischio di:

sovrappeso, perché dormire bene e il giusto numero di ore significa garantire un ottimale equilibrio degli ormoni della fame;

irritabilità, perché durante il girono si accusa il senso di stanchezza dovuto allo scarso sonno;

depressione, perché lo squilibrio del ritmo circadiano (sonno-veglia) durante l’infanzia e l’adolescenza può avere importanti ripercussioni sull’umore;

conflitti in famiglia, a scuola e con gli amici, perché se la mancanza di sonno diventa una condizione cronica si altera anche l’equilibrio tra la formazione e l’eliminazione di nuove sinapsi tra i neurosi.

 

Teensleep è un esperimento ideato dall’Università di Oxford, il primo al mondo pensato per capire cosa accade al corpo e alla mente dei ragazzi quando dormono di più, e come cambia il modo di relazionarsi agli altri e apprendere nello studio. Saranno sorteggiate 100 scuole inglesi in cui, oltre a monitorare gli studenti delle classi scelte, gli esperti del sonno terranno lezioni per educare gli alunni al buon sonno.

 

Una regola, per esempio, è di evitare di stare davanti allo schermo di pc e smartphone nelle ore serali prima di andare a dormire. La luce degli schermi, infatti, inganna l’organismo che la percepisce come luce naturale inibendo la produzione di melatonina, detto “ormone del sonno” perché prodotto quando si sta al buio.

 

E in Italia? Entro la prossima settimana la campanella suonerà nelle scuole di tutta Italia e, almeno per quest’anno, l’orario di ingresso resterà quello di sempre, ben prima delle 10.

 

Fonte e approfondimenti: Ragazzi più bravi a scuola? Fateli entrare alle 10.


1 commento

  1. Mahée Ferlini ha detto:

    Sarebbe una bella idea, anche per i genitori!!


Lascia un commento

Comment form Prima di commentare leggi le Avvertenze di rischio e delle Condizioni d'uso del sito, è necessario prenderne visione

 Con l'inserimento dei miei dati dichiaro di aver preso visione delle Avvertenze di Rischio  e del Trattamento dei dati.
*



Tutti i campi (*) sono richiesti




lascia la tua e-mail per ricevere aggiornamenti e notizie



Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di ABCsalute s.r.l. come specificato all' art.3b


   Iscriviti alla Newsletter   
Grazie per esserti registrato alla newsletter di ABCsalute.it

ABCsalute S.r.l. ora axélero S.p.A. Copyright 2009 - 2021 ©Tutti i diritti riservati - C.F./Partita IVA IT 07731860966
Sede Legale: via Cartesio, 2 20124 Milano - Cap. Soc. € 68.000,00 i.v - R.E.A. Milano n. 1978319 - N.Telefono +39 02 83623320 - info@axelero.it

Aggiornato al 25/09/2021 - Il sito si finanzia con gli abbonamenti dei medici inserzionisti e non riceve finanziamenti dalla pubblicità o dalla visualizzazione di contenuti commerciali.
Il contenuto editoriale del sito non è influenzato dalle fonti di finanziamento.