Home Comitato medico scientifico

Più informazione
più salute

SUGGERIMENTI Ricerca Nascondi suggerimenti
  • HOME
  • Blog
  • Approvato il piano nazionale vaccini 2017-19

Indietro

Approvato il piano nazionale vaccini 2017-19

Piano nazionale vaccini 2017-2019
Piano nazionale vaccini 2017-2019






vota


Il Consiglio delle Regioni ha approvato con voto unanime il piano nazionale vaccini 2017-2019 presentato dal Ministro della Salute Beatrice Lorenzin.

 

In conformità con quanto stabilito dai nuovi Lea, il piano nazionale delle vaccinazioni conferma la somministrazione gratuita di vaccini per la prevenzione di numerose malattie per l’infanzia, l’adolescenza e la terza età. L’obiettivo auspicato entro il 2019 è quello di conservare la condizione di polio-free – assente in Italia ma emergente in alcuni tra i paesi più poveri del mondo – e raggiungere lo stato di morbillo-free e rosolia-free.

 

Vaccinazione nazionale 2017-2019: come, per chi e quando

Fino ai 12 mesi di vita sono confermate le vaccinazioni già previste per tetano, epatite B, pertosse, difterite e polio. A queste si aggiungono la vaccinazione contro il rotavirus, responsabile di gastroenteriti dagli effetti gravi per i bambini piccoli, e contro il meningicocco del ceppo B, molto temuto perché causa di una delle forme più insidiose di meningite.

Dai 13 ai 15 mesi i bambini potranno essere vaccinati contro la varicella, la rosolia, la parotite, il morbillo e il meningococco di tipo C.

 

Gli adolescenti potranno sottoporsi al vaccino tetravalente del meningococco ceppi A, C, Y e W e, a 12 anni, anche i ragazzi potranno fare il vaccino contro il papilloma virus (HPV) già gratuito per le ragazze. L’estensione del vaccino contro l’HPV ai maschi è un’importante novità che si inserisce nella prevenzione del tumore alla cervice dell’utero e della bocca.

 

Gli anziani possono richiedere il vaccino contro polmonite, meningite e, da quest’anno, anche contro l’herpes zoster, il cosiddetto fuoco di Sant’Antonio per via delle eruzioni cutanee con cui si manifesta, che riduce del 65% i casi di nevralgia.

 

L’attuazione del piano nazionale vaccini si espleterà per gradi nelle diverse regioni, a partire da quelle in piano di rientro da deficit sanitari – Piemonte, Lazio, Abruzzo, Molise, Campania, Puglia, Calabria e Sicilia. Il piano comprende sia le vaccinazioni gratuite per bambini, adolescenti e anziani che una strategia di comunicazione mirata a ristabilire la fiducia delle persone verso le vaccinazioni dimostrandone l’efficacia medico-scientifica. L’operazione sanitaria voluta e promossa dal Ministero della Salute e accolta all’unanimità dal Consiglio delle Regioni è finanziata da un investimento pari a 413 milioni di euro così ripartiti: 100 milioni per il 2017, 127 per il 2018 e 186 dal 2019 in poi in misura stabile.

 

Fonti e approfondimenti: www.quotidianosanita.it.


Nessun commento inviato


Lascia un commento

Comment form Prima di commentare leggi le Avvertenze di rischio e delle Condizioni d'uso del sito, è necessario prenderne visione

 Con l'inserimento dei miei dati dichiaro di aver preso visione delle Avvertenze di Rischio  e del Trattamento dei dati.
*



Tutti i campi (*) sono richiesti




lascia la tua e-mail per ricevere aggiornamenti e notizie



Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di ABCsalute s.r.l. come specificato all' art.3b


   Iscriviti alla Newsletter   
Grazie per esserti registrato alla newsletter di ABCsalute.it

ABCsalute S.r.l. ora axélero S.p.A. Copyright 2009 - 2021 ©Tutti i diritti riservati - C.F./Partita IVA IT 07731860966
Sede Legale: via Cartesio, 2 20124 Milano - Cap. Soc. € 68.000,00 i.v - R.E.A. Milano n. 1978319 - N.Telefono +39 02 83623320 - info@axelero.it

Aggiornato al 10/05/2021 - Il sito si finanzia con gli abbonamenti dei medici inserzionisti e non riceve finanziamenti dalla pubblicità o dalla visualizzazione di contenuti commerciali.
Il contenuto editoriale del sito non è influenzato dalle fonti di finanziamento.