Home Comitato medico scientifico

Più informazione
più salute

SUGGERIMENTI Ricerca Nascondi suggerimenti
  • HOME
  • Blog
  • Come gestire la psoriasi in estate

Indietro

Come gestire la psoriasi in estate

Psoriasi
Psoriasi - pixabay.com - Foto di Hans Braxmeier da Pixabay






vota


La psoriasi è una malattia cronica multifattoriale che si presenta con sintomi evidenti sulla pelle e alterna fasi di manifestazioni acute a fasi di remissione. L’estate giova alle persone con psoriasi perché l’aria più umida, il caldo e il sole aiutano a mantenere morbida la pelle e a riassorbire le macchie. Ma è anche una stagione ricca d’insidie, come l’aria condizionata, gli sbalzi di temperatura, il sudore e l’esposizione ai raggi solari.
 

Come gestire la psoriasi in estate?

Sole e mare, benefici e rischi

Il sole e il mare sono due antinfiammatori naturali per la psoriasi: l’azione cheratolitica del mare riduce lo spessore delle lesioni e i raggi solari eliminano le cellule morte rigenerando la pelle e calmando il prurito. Nei casi di psoriasi pustolosa ed eritrodermica, invece, si può assistere a un peggioramento dei sintomi.

In estate, per le persone con psoriasi valgono le stesse precauzioni valide per il resto della popolazione, con qualche accortezza in più:

  •       Non esporsi mai al sole nelle ore più calde della giornata.
  •       Con l’aiuto del dermatologo, scegliere la crema solare più adatta al tipo di psoriasi oltre che al proprio fototipo.
  •       Proteggere la pelle con un filtro solare adeguato al proprio fototipo, 30 minuti prima dell’esposizione e ogni 2-3 ore.
  •       Evitare scottature e ustioni che aumentano l’infiammazione e la comparsa delle placche cutanee.

Le acque termali possono giovare molto ai pazienti psoriasici, mentre è bene evitare la piscina in caso di pelle particolarmente infiammata e con ragadi e spaccature perché il cloro è irritante.
 
Sudore sotto controllo

Sudare molto peggiora la psoriasi. Per evitare la sudorazione eccessiva è indispensabile bandire dal proprio guardaroba i tessuti sintetici e indossare abiti di cotone, lino e altre fibre naturali che lasciano traspirare la pelle. Anche gli abiti troppo stretti possono favorire la comparsa del sudore e causare sfregamenti che acuiscono i sintomi della psoriasi.

L’eccessivo sudore porta a lavarsi più spesso, e per le persone con psoriasi questo significa avere la pelle sempre più secca, dunque prurito e fastidi diffusi. Il consiglio dei dermatologi è quello di usare detergenti a base oleosa ed emolliente e, dopo la doccia, spalmare sulla pelle balsamo o crema ad azione lenitiva e idratante.
 
Aria condizionata con moderazione

L’aria condizionata dà refrigerio ma sostare troppo in ambienti condizionati significa esporsi al lungo all’aria secca e, di conseguenza, al rischio di peggiorare la psoriasi.
 
No ad alcol e sospensione terapeutica

In estate ci si lascia andare ad aperitivi e cocktail serali, ma chi convive con la psoriasi dovrebbe evitare gli alcolici, specie nella stagione calda, per scongiurare il peggioramento della malattia.

L’estate lenisce i sintomi della psoriasi e questo si traduce, in molto casi, con la sospensione della terapia farmacologica: un errore da non commettere per evitare improvvisi peggioramenti o l’acuirsi della malattia.
 
Depilarsi con attenzione

Per la depilazione meglio scegliere il rasoio e radersi con estrema attenzione: lo strappo della ceretta è traumatico per una pelle già colpita dalla psoriasi, e la crema depilatoria può aumentare l’infiammazione o generare altri disturbi cutanei.

Prima di andare in vacanza, chi soffre di psoriasi dovrebbe confrontarsi con il proprio dermatologo di riferimento sul luogo di villeggiatura e le precauzioni da adottare in ogni circostanza.


Nessun commento inviato


Lascia un commento

Comment form Prima di commentare leggi le Avvertenze di rischio e delle Condizioni d'uso del sito, è necessario prenderne visione

 Con l'inserimento dei miei dati dichiaro di aver preso visione delle Avvertenze di Rischio  e del Trattamento dei dati.
*



Tutti i campi (*) sono richiesti




lascia la tua e-mail per ricevere aggiornamenti e notizie



Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di ABCsalute s.r.l. come specificato all' art.3b


   Iscriviti alla Newsletter   
Grazie per esserti registrato alla newsletter di ABCsalute.it

ABCsalute S.r.l. ora axélero S.p.A. Copyright 2009 - 2019 ©Tutti i diritti riservati - C.F./Partita IVA IT 07731860966
Sede Legale: via Cartesio, 2 20124 Milano - Cap. Soc. € 68.000,00 i.v - R.E.A. Milano n. 1978319 - N.Telefono +39 02 83623320 - info@axelero.it

Aggiornato al 20/10/2019 - Il sito appartiene a un'azienda privata e si finanzia con gli abbonamenti dei medici inserzionisti