Home Comitato medico scientifico

Più informazione
più salute

SUGGERIMENTI Ricerca Nascondi suggerimenti
  • HOME
  • Blog
  • Come proteggere i capelli dal sole e dal vento?

Indietro

Come proteggere i capelli dal sole e dal vento?

Capelli al sole
Capelli al sole - iStockphoto.com






vota


In estate, qual è il modo migliore per proteggere i capelli dall’azione di sole e vento? Lo abbiamo chiesto al Prof. Gabriele Gallo, Medico specialista in Clinica dermosifilopatica, e questa è la sua risposta

Per proteggere i capelli dall’azione di agenti atmosferici come il sole e il vento è necessario seguire alcuni consigli pratici.

 

  • Indossare un cappello. I berretti potranno anche non essere di moda ma, grazie a loro, i capelli saranno sempre protetti dall’azione aggressiva di sole e vento.
  • Usare piastra e phon. A peggiorare la situazione sono i lavaggi che in estate diventano più frequenti. Chi sfoggia un taglio di capelli corto può asciugarli al naturale. Chi ha i capelli lunghi, invece, prima di passare al phon può tamponarli e asciugarli al meglio con un asciugamano e usare il phon con aria fredda per non sottoporre i capelli a un ulteriore shock termico.
  • Pettinare i capelli. Il capello bagnato è più vulnerabile, meglio usare il pettine quando tutti i capelli sono bene asciutti.
  • Bottiglia d’acqua. Porta in spiaggia una bottiglia d’acqua del rubinetto per poi sciacquare i capelli fuori dal mare, e usa l’acqua gasata in piscina per sciacquare i capelli: le bollicine aiutano a rimuovere il cloro.
  • Shampoo e trattamenti. Usa uno shampoo privo di solfati e parabeni; cerca di usare solo prodotti naturali e che rispettano i capelli. Puoi realizzare un impacco idratante per capelli a base di gel di aloe vera da applicare prima dello shampoo, può tornare utile anche per massaggiare una zona del corpo in caso di lievi scottature.
  • Olio di Argan. L’olio di Argan ha la capacità di nutrire e penetrare nelle fibre dei capelli senza ungerli e riesce ad apportare i principi attivi direttamente dove la chioma è danneggiata. È un ottimo rimedio naturale per lenire i danni ai capelli causati dal sole, dal cloro o dalla salsedine.

 

Un periodo di vacanza al mare o in montagna può inaridire i capelli, disidratarli e sfilacciarli creando le tanto odiate doppie punte. Può capitare che, dopo la seduta dal parrucchiere, i capelli facciano fatica a rimanere in piega: questo significa sono stati maltrattati e hanno subito forti aggressioni a causa di fattori climatici come il vento, la salsedine, la sabbia o l’eccesso di esposizione ai raggi solari. Per questo motivo, prima di andare in spiaggia o di esporci al sole, dobbiamo proteggerli in modo e adeguato. Ecco le regole salva-capelli:

 

  • Uno shampoo al giorno, di sera, per eliminare salsedine, sabbia, polvere e sudore altrimenti il cuoio capelluto non traspira e si irrita.
  • L’ultimo risciacquo dopo lo shampoo andrebbe eseguito con acqua fredda mescolata con 1-2 cucchiai di aceto di mele: ristabilisce la naturale acidità del cuoio capelluto.
  • Il phon al mare deve essere sostituito dall’asciugatura naturale: è meno aggressiva.
  • Almeno un paio di volte la settimana, prima dello shampoo, bisognerebbe nutrire i capelli con un impacco d’olio: perfetti quelli di jojoba, mandorle dolci e germe di grano.
  • Evitiamo di esporre i capelli al sole senza protezione nelle ore più calde: i raggi solari intaccano la cheratina e indeboliscono il cuoio capelluto.
  • Se si prevede una vacanza al sole, una settimana prima di partire, e per almeno un mese, è utile un’integrazione alimentare specifica di rinforzo: assumiamo ogni mattina una perla (o un cucchiaino) di olio di germe di grano, oppure integratori a base di miglio.
  • In spiaggia usiamo come filtro protettivo da mettere sui capelli il burro di karité. È un grasso vegetale estratto dal seme della bacca del Butyrospermum parkji, un albero d’alto fusto noto in Africa come “albero della salute”. Il burro di karité, ottenuto per pressione a freddo, è una pasta color bianco avorio con proprietà emollienti, antiossidanti e idratanti. Basta scaldare tra le mani una quantità pari a un cucchiaino di burro e poi stenderlo sui capelli e sulla testa al posto dei normali filtri solari chimici.
  • Durante l’estate bisogna quotidianamente idratare e nutrire i capelli con un balsamo: la sera, dopo lo shampoo, applichiamo su cuoio capelluto e capelli un prodotto trattante, preferibilmente a base di camomilla, aloe vera o avena, sostanze ristrutturanti lenitive. Una volta la settimana, dopo uno shampoo leggero, possiamo usare sui capelli una miscela preparata con un cucchiaio di olio di germe di grano, un cucchiaio di olio di jojoba, un tuorlo d’uovo, un cucchiaino di miele e uno di cognac. Spalmiamo il preparato con un pennello, avvolgiamo il capo in un panno umido e lasciamo in posa 20 minuti prima di risciacquare.

Nessun commento inviato


Lascia un commento

Comment form Prima di commentare leggi le Avvertenze di rischio e delle Condizioni d'uso del sito, è necessario prenderne visione

 Con l'inserimento dei miei dati dichiaro di aver preso visione delle Avvertenze di Rischio  e del Trattamento dei dati.
*



Tutti i campi (*) sono richiesti




lascia la tua e-mail per ricevere aggiornamenti e notizie



Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di ABCsalute s.r.l. come specificato all' art.3b


   Iscriviti alla Newsletter   
Grazie per esserti registrato alla newsletter di ABCsalute.it

ABCsalute S.r.l. ora axélero S.p.A. Copyright 2009 - 2021 ©Tutti i diritti riservati - C.F./Partita IVA IT 07731860966
Sede Legale: via Cartesio, 2 20124 Milano - Cap. Soc. € 68.000,00 i.v - R.E.A. Milano n. 1978319 - N.Telefono +39 02 83623320 - info@axelero.it

Aggiornato al 12/05/2021 - Il sito si finanzia con gli abbonamenti dei medici inserzionisti e non riceve finanziamenti dalla pubblicità o dalla visualizzazione di contenuti commerciali.
Il contenuto editoriale del sito non è influenzato dalle fonti di finanziamento.