Home Comitato medico scientifico

Più informazione
più salute

SUGGERIMENTI Ricerca Nascondi suggerimenti
  • HOME
  • Blog
  • Diastema dentale: come chiudere la finestrella tra i denti?

Indietro

Diastema dentale: come chiudere la finestrella tra i denti?








vota


Ha reso numerose vip icone di bellezza, è un dettaglio che rende simpatici e particolari, eppure per molte persone è un difetto da correggere.

 

Stiamo parlando del diastema dentale, la cosiddetta finestrella che crea un buco nero nel sorriso.
In tenera età, il diastema è considerato funzionale – dopo la caduta dei denti da latte – per dare ai denti permanenti lo spazio necessario alla crescita. Se lo spazio tra i denti resta anche dopo lo sviluppo, può significare che:

      • il frenulo gengivale che unisce le labbra alla mucosa alveolare è particolarmente spesso oppure ha un’attaccatura così bassa da separare i denti
      • la mascella è ampia e i denti sono stretti. In questo caso nelle arcate dentali c’è più spazio del necessario, perché i denti sono sottili e occupano una superficie piccola
      • ci sono cisti dentali o follicolari
      • la malocclusione ha favorito lo spostamento dei denti
      • ripetute estrazioni dentali hanno provocato l’indebolimento dei denti e il loro progressivo spostamento

Quelle elencate sono solo alcune delle cause più frequenti di diastema, e nessuna provoca rischi preoccupanti per il cavo orale. Eppure, in alcuni casi, lo spazio tra i denti espone la papilla interdentale a microtraumi dovuti alla masticazione, traumi che possono causare una gengivite evolutiva.

 

Come coprire lo spazio tra i denti? Come per ogni disturbo o patologia, la soluzione dipende dal singolo caso. Per correggere il diastema dentale si può ricorrere a diversi trattamenti:

      • applicazione di un apparecchio fisso o mobile per allineare i denti e chiudere lo spazio. I risultati si vedono dopo un arco di tempo che va dai 2 mesi ai 2 anni
      • applicazione delle faccette, in ceramica o porcellana, che vengono incollate sulla superficie dei due denti divisi in modo da coprire lo spazio
      • sostituzione del dente con corone o capsule artificiali. Questo è un metodo usato soprattutto se i denti separati dal diastema sono cariati o danneggiati
      • intervento di frenulectomia. È una soluzione drastica a cui si ricorre se il diastema dentale è causato da un frenulo troppo ampio o troppo basso.

 

Il trattamento più semplice e indolore è, il più delle volte, l’accettazione del diastema:

Per conoscere il parere dei medici odontoiatri, leggi la discussione nel forum di ABCsalute.it o contatta uno dei nostri esperti.


Chiedi un parere medico sul forum

Forum Odontoiatria e odontostomatologia



1 commento

  1. Ciro ha detto:

    La finestra tra i denti non è sempre così sensuale, anzi, in realtà nella maggior parte dei casi è proprio antiestetica. Lavoro in uno studio dentistico e mi occupo di comunicazione, non sono un odontoiatra però confermo che nella maggior parte dei casi il diastema provoca ansia e imbarazzo tali da rendere necessario un intervento di tipo ortodontico per risolvere la cosa.


Lascia un commento

Comment form Prima di commentare leggi le Avvertenze di rischio e delle Condizioni d'uso del sito, è necessario prenderne visione

 Con l'inserimento dei miei dati dichiaro di aver preso visione delle Avvertenze di Rischio  e del Trattamento dei dati.
*



Tutti i campi (*) sono richiesti




lascia la tua e-mail per ricevere aggiornamenti e notizie



Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di ABCsalute s.r.l. come specificato all' art.3b


   Iscriviti alla Newsletter   
Grazie per esserti registrato alla newsletter di ABCsalute.it

ABCsalute S.r.l. ora axélero S.p.A. Copyright 2009 - 2020 ©Tutti i diritti riservati - C.F./Partita IVA IT 07731860966
Sede Legale: via Cartesio, 2 20124 Milano - Cap. Soc. € 68.000,00 i.v - R.E.A. Milano n. 1978319 - N.Telefono +39 02 83623320 - info@axelero.it

Aggiornato al 12/08/2020 - Il sito si finanzia con gli abbonamenti dei medici inserzionisti e non riceve finanziamenti dalla pubblicità o dalla visualizzazione di contenuti commerciali.
Il contenuto editoriale del sito non è influenzato dalle fonti di finanziamento.