Home Comitato medico scientifico

Più informazione
più salute

SUGGERIMENTI Ricerca Nascondi suggerimenti
  • HOME
  • Blog
  • Giornata mondiale contro l’AIDS 2016: mai abbassare la guardia

Indietro

Giornata mondiale contro l’AIDS 2016: mai abbassare la guardia

Giornata mondiale AIDS 2016
Giornata mondiale AIDS 2016






vota


Istituita nel 1988 durante il Summit mondiale dei Ministri della sanità sui programmi per la prevenzione della malattia, il primo dicembre 2016 torna puntuale la Giornata mondiale contro l’AIDS che quest’anno compie 28 anni. Sebbene l’infezione da HIV sia decisamente più contenuta rispetto agli anni ’80 quando si parlava di vera e propria epidemia, ancora oggi milioni di persone nel mondo hanno l’AIDS e la maggior parte non sa di essere sieropositiva tardando, così, la terapia antiretrovirale.

 

AIDS, facciamo il punto

L’obiettivo dell’Oms è liberare il mondo dall’Aids entro il 2030 ma, a oggi, i numeri della malattia restano importanti.

Secondo l’ultimo rapporto del Centro Operativo AIDS dell’Istituto Superiore di Sanità, nel 2015 in Italia ci sono state 3.444 nuove diagnosi di HIV, in media 11 persone al giorno, circa 5,7 ogni 100mila abitanti. In media, le diagnosi riguardano cinquantenni MSM, una sigla che indica Maschi che fanno Sesso con altri Maschi.

 

Nel mondo si contano 36 milioni di persone con AIDS con un andamento di 2,1 milioni di casi all’anno, due terzi dei quali nell’Africa Sub-sahariana. Unaids riferisce alcuni dati positivi: il numero dei decessi è sceso dai 2 milioni del 2004 a 1 milione e 200mila del 2014, riducendo del 58% il rischio di nuove infezioni ed evitando la morte di 4,2 milioni di persone; nell’Africa Sub-sahariana si sono ridotte del 70% le infezioni di bambini e soprattutto neonati, interrompendo la diffusione del contagio dell’Hiv da madre a figlio.

 

Prevenire l’AIDS per non abbassare la guardia

Non abbassare la guardia è il monito delle istituzioni e delle associazioni nazionali e mondiali per bloccare l’AIDS sul nascere facendo corretta prevenzione.

 

Chi ha contratto il virus HIV non è automaticamente sieropositivo, ma lo diventa se tarda a seguire una terapia antiretrovirale. Peccato che la maggior parte delle persone con HIV non sa di averlo. Per questo, la diagnosi di AIDS arriva in ritardo e spesso è difficile seguire con attenzione la terapia che, a oggi, prevede una quotidiana somministrazione di cocktail di farmaci a vita.

 

Come sempre, il modo più efficace per combatterlo è prevenire l’AIDS evitando le situazioni di contagio da HIV, il retrovirus causa della malattia. L’HIV si trasmette attraverso lo scambio di fluidi corporei – sangue, liquido seminale, latte materno – tranne la saliva. Il contagio più frequente avviene attraverso rapporti sessuali non protetti, rappresenta un grosso rischio anche lo scambio di siringhe tra persone tossicodipendenti.

 

Approfondimenti: cos’è l’HIV, cos’è l’AIDS.
Info e fonti: LILA, AIDS 2016, UNAIDS.


Nessun commento inviato


Lascia un commento

Comment form Prima di commentare leggi le Avvertenze di rischio e delle Condizioni d'uso del sito, è necessario prenderne visione

 Con l'inserimento dei miei dati dichiaro di aver preso visione delle Avvertenze di Rischio  e del Trattamento dei dati.
*



Tutti i campi (*) sono richiesti




lascia la tua e-mail per ricevere aggiornamenti e notizie



Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di ABCsalute s.r.l. come specificato all' art.3b


   Iscriviti alla Newsletter   
Grazie per esserti registrato alla newsletter di ABCsalute.it

ABCsalute S.r.l. ora axélero S.p.A. Copyright 2009 - 2021 ©Tutti i diritti riservati - C.F./Partita IVA IT 07731860966
Sede Legale: via Cartesio, 2 20124 Milano - Cap. Soc. € 68.000,00 i.v - R.E.A. Milano n. 1978319 - N.Telefono +39 02 83623320 - info@axelero.it

Aggiornato al 13/06/2021 - Il sito si finanzia con gli abbonamenti dei medici inserzionisti e non riceve finanziamenti dalla pubblicità o dalla visualizzazione di contenuti commerciali.
Il contenuto editoriale del sito non è influenzato dalle fonti di finanziamento.