Home Comitato medico scientifico

Più informazione
più salute

SUGGERIMENTI Ricerca Nascondi suggerimenti
  • HOME
  • Blog
  • Melanoma: novità sul più aggressivo dei tumori della pelle

Indietro

Melanoma: novità sul più aggressivo dei tumori della pelle

Melanoma, controllo dei nei
Melanoma, controllo dei nei






vota


Una delle raccomandazioni più insistenti prima dell’estate è usare una protezione solare adeguata al proprio fototipo per evitare scottature ed eritemi che con il tempo possono dar vita al melanoma. A fine estate, invece, tocca fare i conti con le conseguenze della pigrizia anche in termini di salute, e una visita dermatologica è necessaria per verificare la presenza di sintomi che, a un occhio esperto, comunicano per esempio lo stato iniziale di una malattia della pelle.

 

È il caso del melanoma, il più aggressivo e temuto tra i tumori della pelle. Si stima che nel 2016 si sia registrato un aumento del 20% del melanoma tra persone di età compresa tra i 18 e i 39 anni. Questo dato ci dice che i giovani sottovalutano la corretta prevenzione e abusano delle lampade artificiali, pericolose per la salute della pelle.

Per fortuna la ricerca medica prosegue e sono recenti le novità in materia di prevenzione e cura del melanoma. Il merito è di due gruppi di ricercatori – uno italiano e l’altro Israeliano-Tedesco.

 

Melanoma: scoperta la molecola che ne inibisce la formazione

Gli studiosi dell’Istituto Pascale di Napoli hanno identificato la molecola miR-579-3p appartenente alla classe dei microRna e capace di bloccare la crescita del melanoma. La miR-579-3p è presente in grande quantità nei normali nei ma la sua concentrazione diminuisce all’aumentare del tumore della pelle, ciò perché la molecola controlla la produzione di due oncogeni che favoriscono la crescita tumorale: gli oncogeni diventano aggressivi mentre la miR-579-3p si indebolisce.

 

Aver riconosciuto il ruolo svolto dalla molecola miR-579-3p consentirà ai medici di formulare farmaci e terapie tali da sfruttare il comportamento della molecola e bloccare lo sviluppo del melanoma.

 

Melanoma: ecco come si formano le metastasi

Alla scoperta italiana si affianca quella Israeliano-Tedesca focalizzata sullo studio della diffusione delle metastasi del melanoma. Il team di ricercatori della Telaviv University ha individuato il meccanismo con cui il melanoma crea metastasi in parti del corpo lontane dall’origine del tumore. Il melanoma invia a diversi tessuti piccole vescicole contenenti molecole di microRNA preparando, così, la strada allo sviluppo del tumore della pelle. Il melanoma sfrutta i vasi sanguigni presenti nel derma – lo strato sottostante l’epidermide – per veicolare le cellule tumorali in altre parti del corpo.

 

I risultati delle due ricerche scientifiche offrono nuove possibilità di prevenzione e cura del melanoma, ma le strade più efficaci per evitare il tumore della pelle sono due: corretta protezione solare e una visita dermatologica all’anno.


Chiedi un parere medico sul forum

Forum Dermatologia



Nessun commento inviato


Lascia un commento

Comment form Prima di commentare leggi le Avvertenze di rischio e delle Condizioni d'uso del sito, è necessario prenderne visione

 Con l'inserimento dei miei dati dichiaro di aver preso visione delle Avvertenze di Rischio  e del Trattamento dei dati.
*



Tutti i campi (*) sono richiesti




lascia la tua e-mail per ricevere aggiornamenti e notizie



Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di ABCsalute s.r.l. come specificato all' art.3b


   Iscriviti alla Newsletter   
Grazie per esserti registrato alla newsletter di ABCsalute.it

ABCsalute S.r.l. ora axélero S.p.A. Copyright 2009 - 2020 ©Tutti i diritti riservati - C.F./Partita IVA IT 07731860966
Sede Legale: via Cartesio, 2 20124 Milano - Cap. Soc. € 68.000,00 i.v - R.E.A. Milano n. 1978319 - N.Telefono +39 02 83623320 - info@axelero.it

Aggiornato al 30/10/2020 - Il sito si finanzia con gli abbonamenti dei medici inserzionisti e non riceve finanziamenti dalla pubblicità o dalla visualizzazione di contenuti commerciali.
Il contenuto editoriale del sito non è influenzato dalle fonti di finanziamento.