Home Comitato medico scientifico

Più informazione
più salute

SUGGERIMENTI Ricerca Nascondi suggerimenti
  • HOME
  • Blog
  • Sindrome del Natale: i consigli dell’esperto

Indietro

Sindrome del Natale: i consigli dell’esperto

Sindrome di Natale
Sindrome di Natale - iStockphoto.com






vota


Mentre una parte del nostro cervello ama il Natale, il resto registra senso di insofferenza, stress e abbattimento durante le festività natalizie.

 

È quanto emerso da un sondaggio condotto da Eurodap – Associazione Europea Disturbi da Attacco di Panico – su 1.100 persona di età compresa tra i 20 e i 60 anni.

Il principale fattore di ansia che determina la sindrome di Natale è la scelta dei regali che, il più delle volte, risultano essere forzati così, il dono di Natale, diventa una carineria di facciata, causa di recriminazioni e stress.

 

Le risposte registrate da Eurodap mostrano quattro principali approcci al Natale:

 

– 7 italiani su 10 vivono le feste di Natale senza entusiasmo e con ansia;

– 8 italiani su 10 subiscono lo stress del traffico e del caos di questo periodo;

– 7 italiani su 10 temono rischi legati alla possibilità di attacchi terroristici;

– 1 italiano su 10 resterà a casa e in famiglia più per ristrettezze economiche e paura degli attacchi terroristici che per desiderio di restare a casa.

 

Il quadro emerso è tutt’altro che rassicurante, tanto che viene da chiedersi se il Natale sia davvero ancora la festa più amata e attesa dell’anno. Noi italiani siamo stressati sia dalla situazione economica che dalla paura di imminenti pericoli terroristici, oltre che dal pensiero di trascorrere molto tempo libero con amici e parenti non proprio graditi.

 

<h2>Cosa fare per affrontare la sindrome del Natale? </h2>

 

Per cogliere il lato positivo di questi giorni febbrili che anticipano il Natale, interviene la psicoterapeuta Dott.ssa Paola Vinciguerra, Presidente dell’Eurodap e Direttrice della Clinica dello stress:

 

“Lo stress che stiamo accumulando è una grave minaccia per il nostro umore e la nostra salute. Restare bloccati, impauriti e minacciati è il comportamento peggiore e più autodistruttivo che possiamo mettere in atto. Dobbiamo assolutamente reagire e riprenderci la nostra voglia di vivere. Non parliamo di problemi ma di progetti, giochiamo ai classici giochi natalizi, ritroviamoci con le amiche per cucinare insieme e fare dolci, mentre i nostri figli respirano aria di leggerezza e affetto e non tristezza e preoccupazione. La cosa importante in questo momento è reagire, sperare, fare”.

 

Per fortuna, possiamo ricorrere anche ad altre strade per superare l’ansia natalizia: godiamoci pranzi e cene natalizi, perché a Natale è meglio evitare troppe rinunce a tavola, inoltre ricordiamo che non siamo obbligati a fare tutto ciò che prevede la tradizione ma solo ciò che ci fa davvero stare bene per evitare lo stress di Natale.


Nessun commento inviato


Lascia un commento

Comment form Prima di commentare leggi le Avvertenze di rischio e delle Condizioni d'uso del sito, è necessario prenderne visione

 Con l'inserimento dei miei dati dichiaro di aver preso visione delle Avvertenze di Rischio  e del Trattamento dei dati.
*



Tutti i campi (*) sono richiesti




lascia la tua e-mail per ricevere aggiornamenti e notizie



Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di ABCsalute s.r.l. come specificato all' art.3b


   Iscriviti alla Newsletter   
Grazie per esserti registrato alla newsletter di ABCsalute.it

ABCsalute S.r.l. ora axélero S.p.A. Copyright 2009 - 2021 ©Tutti i diritti riservati - C.F./Partita IVA IT 07731860966
Sede Legale: via Cartesio, 2 20124 Milano - Cap. Soc. € 68.000,00 i.v - R.E.A. Milano n. 1978319 - N.Telefono +39 02 83623320 - info@axelero.it

Aggiornato al 25/09/2021 - Il sito si finanzia con gli abbonamenti dei medici inserzionisti e non riceve finanziamenti dalla pubblicità o dalla visualizzazione di contenuti commerciali.
Il contenuto editoriale del sito non è influenzato dalle fonti di finanziamento.