Guarda gli argomenti della categoria:  

Autore Messaggio
giorgio.p
Utente di ABCsalute.it
Messaggi: 1
Buongiorno,

8 mesi fa un membro della mia famiglia ha avuto un'emorragia cerebrale spontanea, a seguito del quale stato necessario un intervento di cranioplastica e derivazione del ventricolo peritoneale tramite valvola di Pudenz non regolabile (non ricordo se a media o alta pressione) a causa di un idrocefalo che si era formato. L'intervento é riuscito e fino a 3 mesi fa le tac hanno mostrato una dimensione dei ventricoli nella norma. Ad un controllo due mesi fa, l'idrocefalo si era riformato. Abbiamo sentito diversi neurochirurghi, alcuni ritenevano necessaria una revisione/sostituzione della valvola, altri dicevano di aspettare e fare una ulteriore tac a distanza di 1 mese. Dall'ultima Tac un mese fa l'idrocefalo era rimasto, ma sembrava ridotto, tanto che anche i neurochirurghi inizialmente favorevoli all'intervento hanno ora detto di aspettare un ulteriore periodo di tempo e fare un'altra tac di controllo.

Uno di questi specialisti ci ha suggerito di provare a "pompare" la valvola, premendo il serbatoio con un dito 50 volte al giorno ... tuttavia nessuno degli altri neurochirughi ha mai accennato a questo, ed i medici che l'hanno attualmente in cura dicono che 15 anni fa si usava farlo ma che hanno visto che non da risultati.

Vorrei capire se questa pratica del "pompaggio" è usata e se può portare benefici per il riassorbimento dell'idrocefalo o se invece ė inutile se non potenzialmente dannosa per il paziente. Per completezza, il paziente é vigile e collaborante, anche se talvolta appare confuso, parla ed esegue ordini semplici, presenta però una doppia emiparesi maggiore ad un lato del corpo.

Grazie in anticipo per il vostro aiuto
Cordialmente
 
de divitiis
Esperto di ABCsalute.it
Avatar utente
Messaggi: 103
A mio avviso è necessario contattare il chirurgo che ha impiantato il sistema di derivazione ventricolo-peritoneale per sapere con esattezza se la valvola è a media o alta pressione. non credo che il pompaggio del reservoire della valvola sia dannoso per il paziente anche se a mio avviso non necessario se il paziente è neurologicamente stabile. è possibile invece aspirare sempre tramite il reservoire pochi cc di liquor per testare il reale funzionamento del sistema di derivazione. tutto ciò va valutato attentamente caso per caso dal proprio Neurochirurgo di fiducia

OdD

_________________
Prof. Dr Oreste de Divitiis
    80131 NAPOLI (Napoli)
    Via Sergio Pansini
    0817462572
    oreste.dedivitiis@unina.it
 
Ritoli91
Utente di ABCsalute.it
Messaggi: 3
Buonasera o bisogno di aiuto sono disposto a qualsiasi cifra di soldi ma aiutatemi sono un ragazzo di 25 anni o avuto un emmoragia celebrale al lato cranico destro da rottura di MAV con emiparesi sinistro ma e solo lieve o bisogno di impiantare le cellule staminali ma io mi muovo tutto cammino e solo che o un po' di deficit attendo risposta qualsiasi cifra
 
3 messaggi
Rispondi all’argomento


Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  











NOTIZIE PER LA SALUTE

Idrocefalo normoteso:  dilatazione dei ventricoli cerebrali nell'anziano Idrocefalo normoteso: dilatazione dei ventricoli cerebrali nell'anziano

L'idrocefalo normoteso è una particolare affezione dell'anziano, di cui non sono note le caus...

MENINGIOMA DELLA FOSSA CRANICA POSTERIORE

I meningiomi della fossa cranica posteriore si evolvono in idrocefalo (accumulo di liquido cefalor...

Terapia per la spina bifida prima della nascita Terapia per la spina bifida prima della nascita

Intervenire sulla spina bifida già dal pancione, quando la futura madre scopre che il beb&egr...

Neurologia cura il sistema nervoso Neurologia cura il sistema nervoso

La Neurologia è la branca della medicina proiettata sulle patologie organiche del Sistema Ner...



TROVA LO SPECIALISTA



ABCsalute S.r.l. ora axélero S.p.A. Copyright 2009 - 2021 ©Tutti i diritti riservati - C.F./Partita IVA IT 07731860966
Sede Legale: via Cartesio, 2 20124 Milano - Cap. Soc. € 68.000,00 i.v - R.E.A. Milano n. 1978319 - N.Telefono +39 02 83623320 - info@axelero.it

Aggiornato al 20/03/2017 - Il sito si finanzia con gli abbonamenti dei medici inserzionisti e non riceve finanziamenti dalla pubblicità o dalla visualizzazione di contenuti commerciali.
Il contenuto editoriale del sito non è influenzato dalle fonti di finanziamento.