Guarda gli argomenti della categoria:  

Autore Messaggio
savlat
Utente di ABCsalute.it
Messaggi: 1
Mia madre di anni 86 è stata ricoverata in reparto cardiologia dal 10.3.2017 fino al 1.4.2017. Alle dimissioni con la seguente diagnosi: CARDIOPATIA ISCHEMICA: INFARTO MIOCARDICO ACUTO SENZA PERSISTENTE SOPRALIVELLAMENTO DEL TRATTO ST A SEDE NON DETERMINABILE. FIBRILLAZIONE ATRIALE PAROSSISTICA. CARDIOPATIA IPERTENSIVA AD EVOLUZIONE IPOCINETICA (FE 42%). INSUFFICIENZ A MITRALICA MODERATA. SEPSI URINARIA SOSTENUTA DA ESCHERICHIA COLI. ANAMNESI: -Insufficienza renale cronica. -Epilessia vascolare. -Pregressa angina abdominis (20.12.2015). -Piastrinopenia. -Non storia di arteriopatia periferica sintomatica/asintomatica. -Non storia di intolleranze farmacologiche e di allergie. Altre indicazioni in dimissione: L'EGA in aria ambiente effettuato in dimissione non ha evidenziato la necessità di OLT. Stabili appaiono le condizioni emodinamiche con sensibile miglioramento dei dati emogasanalitici. Durante la degenza la paziente si è mantenuta asintomatica per angor. L'ecocardiogramma effettuato ha mostrato VS di normali dimensioni con ipertrofia delle pareti, acinesia apicale in toto ed ipocinesia SIV medio-apicale (FE 42%).Dato il riscontro di manifestazioni di scompenso cardiaco (incremento degli edemi declivi e reperto rantolare polmonare bibasilare) è stata incrementata la terapia diuretica (somministrazione e.v.), da segnalare sepsi delle vie urinarie trattata con IMIPINEM.RISCHIO CLINICO TROMBOTICO: MEDIO, ALTO. Terapia per casa: TRIATEC 5 (1 ore 8:00), CONGESCOR 1,25 (1 ore 8:00), DERMATRANS 10 ( 1 cerotto dalle 8:00 ALLE 22:00), CARDIOASPIRIN (1 a pranzo), PLAVIX 75 (1 alla sera), TORVAST 80 (1 alla sera), LASIX 25 (1 ore 8:00 e 1 ore 17:00), NORVASC 10 (1 ore 15:00), ALDACTONE 25 (1 ore 15:00), MATEVER 250 (1 ore 8:00 e 1 ore 20:00), PEPTAZOL 40 (1 al mattino). Mia madre da quando è a casa dorme sempre e la pressione massima oscilla tra 105 e 115, mentre la minima tra i 50 e i 55). Chiedevo un parere circa la terapia antipertensiva eventualmente troppo pesante, atteso che il cardiologo che la cura da anni, negli ultimi tempi preferiva mantenere la pressione massima in torno ai 135-145 visto l'episodio di angina abdominis con tac del 4.1.2016 che riportava "ipoperfusione in alcuni tratti dell'a. mesenterica inferiore, compatibilmente con quadro di tipo stenotico (70% circa) significati, nonchè del referto del mese di novembre 2014 di ecocolordoppler TSA: “carotidi dx interna ed esterna quasi sub occluse alla loro origine”, “carotidi interna ed esterna sx con riduzione del loro lume, nei rami di biforcazione, di circa il 60% , con placche con superfici irregolari ad anello completo. Tale decisione veniva presa in quanto quando la pressione scendeva sotto un certo limite mia madre sembra che si addormentava e non riesce nemmeno a parlare ne ad alimentarsi correttamente. L'altro ieri ha effettuato il prelievo ed è risultato come valori anomali il potassio 2,96 mEq/l (v.n. 3,9-5,4) e la creatininemia 1,35 mg/dl (v.n. < 0,9) Azotemia, Calcio, Cloro, Sodio nei limiti. Emocromo con solita carenza di G.Bianchi 3,45 ed emoglobina 10,6, Ematocrito 32,8 MCV 77,2 e piastrine 109 10^3uL. Il cardiologo che la segue ha sospeso Aldactone e levare 1 lasix. e assumere 1 compressa KCL retard. Ieri verso le dieci del mattino ha iniziato ad avere forti mal di pancia, localizzati vicino e sotto l'ombelico, con stimolo ad evacuare senza riuscirci e facendo solo aria. Dopo qualche ora, e dopo avere somministrato Spasmex 1 fiala senza risultati abbiamo chiamato il 118 ed è stata portata al Pronto soccorso dove, dopo una somministrazione di Ranidil e Paracetamolo in vena, è stata dimessa in serata senza sintomi con diagnosi di diverticolosi, feci normocromiche con prescrizione di dieta liquida, ciproxin 500 RM, Kaleidon 60 buste e duspatal 200. Sembra che non abbia più dolori neanche questa mattina, ma la pressione, seppure ieri non ha potuto completare la terapia con Norvasc e Plavix, è di 103/47 con 57 pulsazioni. Naturalmente è molto confusa. Dagli esami di laboratorio fatti al P.S. il potassio stranamente era nei limiti come gli altri elettroliti, solo la creatinina superava il limite. ECG e enzimi nella norma. Inoltre, volevo anche avere un parere in ordine alla minima dose di deltacortene 5 che assumeva da tempo con ottimi risultati circa i movimenti e i disturbi cognitivi, adesso sospesa.
 
1 messaggio
Rispondi all’argomento


Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  





ESAMI O PRESTAZIONI MEDICHE CORRELATE

Check up Cardiologico

Il Check up cardiologico è uno screening completo del cuore e delle sue funzionalità. Si articola in una serie di esami che, insieme, concorrono a delineare il quadro completo della salute cardiaca de...

Visita Medicina Interna

L'internista è un medico che ha numerose competenze multidisciplinari tali da consentirgli di valutare patologie complesse e multifattoriali che, normalmente, necessitano dell'intervento di altrettant...

EcoCardioColordoppler

L'EcoCardioColordoppler è un esame diagnostico ampliamente usato in cardiologia perché permette al medico di analizzare le strutture cardiache e l'anatomia del cuore in modo non invasivo, Il paziente ...

ECG con prova da sforzo

L'elettrocardiogramma (ECG) con prova da sforzo cardiorespiratoria, o test ergometrico, è un'indagine strumentale che consiste nell'effettuazione un ECG durante l'esecuzione di uno sforzo fisico.L'ele...



cron




NOTIZIE PER LA SALUTE

Astenia

La mancanza di forza e capacità fisica di compiere le normali azioni quotidiane si chiama astenia. È...

INFARTO INFARTO

Si definisce infarto l'ischemia o la necrosi (morte) di un distretto del miocardio (muscolo che avvo...

Infarto: approccio psicoterapeutico per una migliore guarigione Infarto: approccio psicoterapeutico per una migliore guarigione

La psicoterapia dopo l'infarto migliora il recupero del paziente e modifica sensibilmente la sua sto...

Intolleranza ortostatica per il 20% degli italiani Intolleranza ortostatica per il 20% degli italiani

Vertigini, vista annebbiata, senso di mancamento, nausea, tremori, palpitazioni. Sono i sintomi dell...



TROVA LO SPECIALISTA

Dr Fabio Fincati

Il Cardiologo a Milano Dr Fabio Fincati, oltre ad essere specializzato nelle pat...

Casa di Cura San Michele

La Casa di Cura San Michele ha come caratteri distintivi la competenza professio...



ABCsalute S.r.l. ora axélero S.p.A. Copyright 2009 - 2022 ©Tutti i diritti riservati - C.F./Partita IVA IT 07731860966
Sede Legale: via Cartesio, 2 20124 Milano - Cap. Soc. € 68.000,00 i.v - R.E.A. Milano n. 1978319 - N.Telefono +39 02 83623320 - info@axelero.it

Aggiornato al 20/03/2017 - Il sito si finanzia con gli abbonamenti dei medici inserzionisti e non riceve finanziamenti dalla pubblicità o dalla visualizzazione di contenuti commerciali.
Il contenuto editoriale del sito non è influenzato dalle fonti di finanziamento.