Guarda gli argomenti della categoria:  

Autore Messaggio
rossella71
Utente di ABCsalute.it
Messaggi: 5
un meningioma parietale sinistro vascolarizzato dalle dimensioni cm 2.2 x 2.7 in quanto tempo può crescere?
grazie per la risposta
 
de divitiis
Esperto di ABCsalute.it
Avatar utente
Messaggi: 104
Gen.le utente purtroppo non è possibile rispondere alla sua domanda. I meningiomi sebbene siano delle lesioni benigne hanno delle varianti istopatologiche che presentano note di maggiore aggressività e velocità di crescita. Allo stato attuale non avendo una diagnosi istologica l'unico modo è ripetere una RMN con gadolinio tra 3-6 mesi e confrontarla con la prima per vedere se c'è stato un aumento volumetrico. Poi va tenuto conto della esatta sede e del quadro clinico-neurologico.
Si faccia seguire da un neurochirurgo di sua fiducia per il prosieguo dell'iter diagnostico e terapeutico.
Cordiali saluti

OdD

_________________
Prof. Dr Oreste de Divitiis
    80131 NAPOLI (Napoli)
    Via Sergio Pansini
    0817462572
    oreste.dedivitiis@unina.it
 
rossella71
Utente di ABCsalute.it
Messaggi: 5
Al ricevimento dell'esito della RNM il neurologo mi disse che essendo piccolo non necessitava di particolare attenzione, appena gli ho fatto vedere il CD mi disse che siccome era vascolarizzato andava tolto e mi ha sottoposta a terapia di topamax 50 2cp al gg con l'effetto di sentirmi stordita, con poca concentrazione, poca memoria. Sto aspettando che mi convochino per l'intervento e nell'attesa sopraggiungono ansia e depressione che si alternano. All'inizio della terapia erano scomparsi i mal di testa, adesso sono ricomparsi anche quelli. Sto facendo fatica a scrivere correttamente questo messaggio. Mi domando queste problematiche sono dovute al meningioma o alla terapia? Grazie ancora.
 
de divitiis
Esperto di ABCsalute.it
Avatar utente
Messaggi: 104
Gent.le Sig.ra Rossella,
dipende dalle dimensioni del meningioma e dalla presenza o meno di edema perilesionale. verosimilmente anche la terapia potrebbe contribuire nel determinare questo stato confusionale. ripeto però che solo dopo una attenta valutazione neurologica e possibile rispondere con esattezza alle sue domande. Per cui prenda con il beneficio dell'inventario le mie risposte.

OdD

_________________
Prof. Dr Oreste de Divitiis
    80131 NAPOLI (Napoli)
    Via Sergio Pansini
    0817462572
    oreste.dedivitiis@unina.it
 
rossella71
Utente di ABCsalute.it
Messaggi: 5
Premesso che non so cosa sia un edema perilesionale (se potesse darmi delle spiegazioni gliene sarei grata), il neurochirurgo di mia fiducia al quale mi sono rivolta mi ha detto che il mio non è un caso urgente altrimenti mi avrebbe fatta ricoverare immediatamente, bensì mi consiglia di procedere all'intervento quanto prima perchè più grande è il meningioma più potrebbero essere le complicazioni in futuro. Per quanto riguarda lo stato confusionale purtroppo prima della diagnosi avevo dei vuoti di memoria recente, posavo gli oggetti in posti sbagliati ecc... ma attribuivo questa situazione al forte stress. Io non so più cosa pensare. Dottore la ringrazio per l'attenzione e per quanto avrà da dirmi, Cordiali saluti.
 
rossella71
Utente di ABCsalute.it
Messaggi: 5
Salve Dottore, mi chiedevo come mai non avesse dato riscontro al mio ultimo messaggio. So che sicuramente è impegnato in cose più importanti ma per noi utenti è importante avere un altro punto di riferimento dal quale ricevere anche un conforto nell'attesa di essere chiamati per l'intervento come nel mio caso. cordialmente la saluto.
 
de divitiis
Esperto di ABCsalute.it
Avatar utente
Messaggi: 104
Scusi per il ritardo nella risposta ma sono stato a Salisburgo per un progetto di ricerca e non mi è stato possibile rispondere prima di adesso.
L'edema perilesionale è un rigonfiamento delle cellule cerebrali intorno al meningioma che determina un aumento virtuale del volume della lesione incrementando la pressione intracranica e di conseguenza accentuando i sintomi da lei lamentati.
credo comunque che se lei abbia trovato il suo neurochirurgo di fiducia è giusto che tutte queste domande le ponga a lui in quanto troppi pareri possono essere solo controproducenti per il suo legittimo stato di anzia.
saluti

OdD

_________________
Prof. Dr Oreste de Divitiis
    80131 NAPOLI (Napoli)
    Via Sergio Pansini
    0817462572
    oreste.dedivitiis@unina.it
 
rossella71
Utente di ABCsalute.it
Messaggi: 5
Gent.mo Dott. De Divitis,
Ho subito l'intervento di asportazione del meningioma, fortunatamente tutto è andato bene e ho ricominciato la vita normale. Ma la scorsa settimana ho accusato delle fitte e dei bruciori nella zona interessata e ho fatto la RM con il seguente referto: esile falda di ematoma con modesta impregnazione contrastrografica dei piani meningei in corrispondenza. Che significa? Le sarei grata se potesse darmi delucidazioni in merito
 
8 messaggi
Rispondi all’argomento


Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  











NOTIZIE PER LA SALUTE

MENINGIOMA

Il meningioma è un tumore relativamente benigno endocranico (situato all'interno del cranio) ...

MENINGIOMA DELLA BASE

I meningiomi della base, interessano maggiormente i nervi cranici....

MENINGIOMA DELLA FOSSA CRANICA POSTERIORE

I meningiomi della fossa cranica posteriore si evolvono in idrocefalo (accumulo di liquido cefalor...

PLEURITE PLEURITE

Per pleurite si intende un'infiammazione acuta o cronica della pleura (membrana formata da 2 fogliet...



TROVA LO SPECIALISTA



ABCsalute S.r.l. ora axélero S.p.A. Copyright 2009 - 2021 ©Tutti i diritti riservati - C.F./Partita IVA IT 07731860966
Sede Legale: via Cartesio, 2 20124 Milano - Cap. Soc. € 68.000,00 i.v - R.E.A. Milano n. 1978319 - N.Telefono +39 02 83623320 - info@axelero.it

Aggiornato al 20/03/2017 - Il sito si finanzia con gli abbonamenti dei medici inserzionisti e non riceve finanziamenti dalla pubblicità o dalla visualizzazione di contenuti commerciali.
Il contenuto editoriale del sito non è influenzato dalle fonti di finanziamento.