Guarda gli argomenti della categoria:  

Autore Messaggio
BasileoS
Utente di ABCsalute.it
Messaggi: 1
Gentili medici, vorrei sapere se in caso di prostatite cronica è il caso di astenersi dai rapporti sessuali e se è normale che durante questi, si accusino dolori fortissimi durante l’eiaculazione. Grazie
 
Dr Giuseppe Campo
WB732
Medico di ABCsalute.it
Avatar utente
Messaggi: 84
Gentile Utente,
la prostatite acuta o cronica o sindrome dolorosa pelvica cronica (CPPS), frequentemente di origine batterica, colpisce prevalentemente pazienti al di sotto dei 60 anni che lamentano tra i sintomi: disturbi minzionali di tipo irritativo-ostruttivi, fastidio sovrapubico e perineale, bruciori durante e dopo l'atto sessuale, talvolta ejaculazione precoce e calo del desiderio sessuale e dell’erezione.Normalmente in presenza di flogosi prostatiche importanti sconsiglio l'attività sessuale per i primi 7-10 gg di assunzione della terapia riservandone la ripresa nel secondo periodo di terapia. Ciò con l'intento di garantire la massima efficacia dell'antibioicoterapia sulla prostata stessa.

Cordiali saluti
Dr.Giuseppe Campo
Specialista in Urologia- Andrologo-Ecografie Specialistiche
Verona,Cascina,Castelfranco Di Sotto,Partinico
www.chirurgiauroandrologica.it

_________________
Dr Giuseppe Campo
    37024 NEGRAR (VR)
    Ospedale Sacro Cuore Don Calabria - Via don A. Sempreboni, 5
    045.6013488
    campo.uroandrologia@libero.it
http://www.drgiuseppecampo.abcsalute.it
 
luigi
Utente di ABCsalute.it
Messaggi: 2
Spett.le Dottore,
mi chiamo Luigi ed ho 49 anni, da circa 15 soffro di prostatite cronica abatterica CPPS, nei primi anni l’urologo mi ha prescritto ZITROMAX 500 MG, OVERALL 300 ed altri antibiotici, ma nonostante mi imbottiva di medicine la mia prostatite non accennava a migliorare, dopo 4-5 anni decido di cambiare Urologo, che dopo le prime visite , AGOSTO 1995, mi prescrive URETROCISTOGRAFIA ASCENDENTE E MINZIONALE che poi risulteranno NEGATIVE, quindi mi prescrive DOXAZOSINA a dosaggio 4 mg al dì.
MARZO 2006 ritorno dall’urologo in quanto si sono ripresentati i dolori minzionali, esegue controllo retto prostata, secreto con 15 GB per campo 400x circa, mi prescrive KERAFLOX 600 MG/DIE/21 GG.
APRILE 2006 1 mese dopo, perdurando ancora i dolori mi prescrive BASSADO CPR 100 MG X 2 /DIE/21 GG
MAGGIO 2006 1 mese dopo, perdurando ancora i dolori mi prescrive BENUR ½-1 CPR per qualche settimana.
FEBBRAIO 2007, 9 mesi dopo, si ripresentano forti dolori e mi prescrive BENUR 1 cpr
X 2 anni va abbastanza bene, ma poi NEL GENNAIO 2009, ritorno di nuovo dall’urologo che dal controllo retto prostata riscontra 15-20 GB per campo 400x, quadro non patognomonico di prostatite di tipo llla sec. WHO, consiglia tampone uretrale ( risultato negativo ) e LEVOXACIN 500 MG/DIE/A 4 SETTIMANE.
AGOSTO 2009, ritorno per dei forti dolori, mi prescrive di continuare con BENUR 2 MG e LEVOFLOXACINA 500 MG/DIE/4 SETTIMANE.
SETTEMBRE 2009 ritorno dall’urologo per i continui dolori minzionali, mi prescrive TAMSULOSIN 0,4 al posto di BENUR
NOVEMBRE 2010, ritorno per dei problemi di pollachiuria, anche notturna ( 2-3 volte la notte), prescrive di continuare con TAMSULOSIN 0,4 e LEVOFLOXACINA 500 MG/DIE/4 SETTIMANE.
GENNAIO 2011 continuano i dolori, mi prescrive di continuare con TAMSULOSIN 0, 4.
 TUTTI GLI ESAMI ESEGUITI, TAMPONE URETRALE, ESAMI CITOLOGICI DELLE URINE, RX CISTOURETROGR.RETR. E/O URETROCISTOGR ASCEN. E MINZION. 87.76, LIQUIDO SEMINALE, SONO SEMPRE RISULTATI NEGATIVI.
In preda ad una forma di disperazione provo a cercare un altro Urologo, la quale dopo avermi prescritto i seguenti esami, mi convoca a ROMA per una visita:
1. ESAME URINE 1° getto con colt. Ed abg per germi comuni, miceti, protozoi, micoplasmi, gonococco.
2. SPERMIOCOLTURA con abg, per germi comuni, miceti, protozoi, micoplasmi, gonococco, chlamidia trach.
3. TAMPONE URETRALE con colt ed abg per germi comuni, miceti, protozoi, micoplasmi, gonococco HPV.
TUTTI GLI ESAMI HANNO DATO SEGNO NEGATIVO.
Durante la visita a ROMA esegue UROFLUSSIMETRIA e controllo RETTO PROSTATA DOVE RISULTA TUTTO OK. VIENE EFFETTUATA ECOTOMOGRAFIA VESCICO-PROSTATICA SOVRA-PUBICA CON I SEGUENTI RISULTATI:
1. Diametro Trasversale mm 47,00
2. Diametro Antero-posteriore mm 31,00
3. Diametro Cranio-caudale mm 36,00
4. Il Residuo post-minzionale risulta scarso
5. Il peso della ghiandola Prostatica si aggira intorno ai 28,80 grammi circa
6. L’Ecostruttura parenchimale si presenta diffusamente disomogenea
7. La prostata studiata per via sovra-pubica con sonda ad alta definizione è risultata volumetricamente modicamente aumentata per volume e per peso, in proporzione all’età del paziente.
8. Verosibilmente assenza di patologia endoluminale sessile o flottante.
TERAPIA DA SEGUIRE: TOPSTER SUPPOSTE 1 X DI X 9 GG- XATRAL 10 MG 1 AL DI X 90 GG – CISTIFLUX 1 BUSTA AL DI X 45 GG
FINITO IL TRATTAMENTO CONTINUO AD AVERE DOLORI e contattato l’urologo mi prescrive LEVOXACIN x 10 GG.
SONO 15 GG CHE HO FINITO IL TRATTAMENTO MA I DOLORI PERSISTONO.


SONO DISPERATO, NON SO PIU’ A CHE SANTI RIVOLGERMI, AIUTOOOO
 
giuseppe94
Utente di ABCsalute.it
Messaggi: 1
Dr Giuseppe Campo le volevo esporre il mio caso... mi chiamo giuseppe ed ho 21 anni e sono 4 anni che soffro di una prostatite cronica batterica,ho cambiato tre urologi e l'ultimo che mi sta seguendo da circa 2 anni. negli ultimi esami che ho svolto per l'ennesima volta mi esce nelle urina presenza di enterobatteri, mentre nella spermiocultura presenza di stafilococchi e enterobatteri,mentre nel liquido prostatico la presenza di escherchia coli. Nonostante ciò volevo specificarle che nei 4 anni solo i batteri nel liquido prostatico sono stati sempre presenti mentre nelle urine e nella spremiocultura solo negli ultimi esami sono venuto a conoscenza di averli poichè nei vecchi non erano mai stati presenti. il mio urologo non mi ha ancora dato una terapia antibiotica perchè sostiene che potrebbe peggiorare la condizione del mio intestino poichè nell ultimo anno ho avuto una forte infiammazione all'intestino e da solo circa un mese non ho avuto più problemi con quest'ultimo. la terapia che mi sta svolgendo per il momento sono dei massaggi alla prostata.nonostante questo i sintomi non vanno via ,(bruciore perianale,bruciore all eiaculazione e alla minzione)volevo una sua considerazione sul mio caso ed un suo consiglio.... cordiali saluti
 
4 messaggi
Rispondi all’argomento


Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  





ESAMI O PRESTAZIONI MEDICHE CORRELATE

Instillazioni endovescicali

Le instillazioni endovescicali consistono nella somministrazione di un farmaco che serve a impedire la recidiva di un tumore alla vescica nei pazienti che ne hanno avuto uno. Attraverso un piccolo c...

Cistoscopia

La cistoscopia è un esame diagnostico effettuato in presenza di sospette malattie riguardanti uretra, vescica e prostata, come ad esempio l'ematuria, il dolore pelvico e le infezioni recidivanti, la v...







NOTIZIE PER LA SALUTE

PROSTATITE PROSTATITE

La prostatite è un'infiammazione acuta o cronica della ghiandola prostatica che colpisce escl...

Prostatite, tipologie e cura Prostatite, tipologie e cura

La prostatite è un’infiammazione della prostata che si può manifestare in quattro diverse tipologie:...



TROVA LO SPECIALISTA

Prof. Dr Luigi Claudio

L'Urologo di Napoli Dott. Luigi Claudio nella sua lunga carriera professionale h...

Dr Marcello Scibona

L’Andrologo Scibona di Pisa svolge la sua attività professionale ne...

Dr Andrea Militello

L’Urologo a Roma Dr Andrea Militello, medico chirurgo, è anche Andr...



ABCsalute S.r.l. ora axélero S.p.A. Copyright 2009 - 2019 ©Tutti i diritti riservati - C.F./Partita IVA IT 07731860966
Sede Legale: via Cartesio, 2 20124 Milano - Cap. Soc. € 68.000,00 i.v - R.E.A. Milano n. 1978319 - N.Telefono +39 02 83623320 - info@axelero.it

Aggiornato al 20/03/2017 - Il sito appartiene a un'azienda privata e si finanzia con gli abbonamenti dei medici inserzionisti