La guida dinamica del
corpo umano
cerca
nell'atlante
cerca
nelle patologie

apparato scheletrico

  1. Denti

Denti

I denti sono organi di consistenza dura e forma allungata, si trovano nella bocca, alloggiati sulle arcate dentarie, servono primariamente alla masticazione degli alimenti ma hanno anche un ruolo nella fonazione.

 

Il neonato alla nascita è privo di denti, il processo che permette la fuoriuscita del dente (eruzione dentaria) è la dentizione.

Generalmente il primo degli incisivi inferiori spunta intorno ai sei mesi, successivamente spunta l'incisivo vicino al primo, mentre intorno ai sette mesi spuntano gli incisivi superiori. Anche se i tempi di eruzione possono essere variabili da individuo a individuo in genere tra il nono e il decimo mese il bambino avrà una fila di quattro denti superiori e una di quattro inferiori. In genere il primo dei quattro molari, comparirà al compimento del primo anno.

Intorno ai 2 anni la dentatura da latte (decidua, cioè destinata a cadere) è completa. I denti decidui sono più piccoli di quelli definitivi e hanno meno smalto. Il loro compito è quello di mantenere nella bocca lo spazio necessario per lo sviluppo dei i denti permanenti che, nella prima infanzia, sarebbero troppo grandi per la bocca del bambino. I denti decidui sono 20.

La dentizione permanente di un adulto è invece costituita da 32 elementi, 16 per arcata:

- incisivi,

- canini,

- premolari,

- molari.

 

Ogni dente consta di due parti: la corona e la radice.

La corona è la parte bianca che sporge dalla gengiva. La radice è la parte che invece si inserisce saldamente nell’osso. La parte interna del dente è costituita da un particolare tipo di tessuto osseo privo di cellule, la dentina; essa è composta da fibre collagene e di sali di calcio. Internamente alla massa di dentina è scavata la cavità pulpare, che contiene la polpa del dente.

 

La cavità pulpare è tappezzata da uno strato di cellule, gli odontoblasti, responsabili della formazione della dentina, mentre  la polpa è un tessuto connettivo ricco di vasi sanguigni e di nervi. La dentina è rivestita esternamente da due sostanze diverse, lo smalto nella parte della corona, ed il cemento nella parte della radice. Lo smalto del dente è il tessuto più duro dell’organismo, si compone per il 95% di sali inorganici di calcio (fluoroapatite) e per il restante 5% di acqua e sostanze organiche. Il cemento del dente è un particolare tipo di tessuto osseo. Sul cemento si inserisce un sistema di fibre (parodonto) che fissa il dente nell'alveolo dell'osso. Tra le patologie più comuni che colpiscono i denti ci sono le carie e gli ascessi da infezione.

lascia la tua e-mail per ricevere aggiornamenti e notizie



Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di ABCsalute s.r.l. come specificato all' art.3b


   Iscriviti alla Newsletter   
Grazie per esserti registrato alla newsletter di ABCsalute.it

ABCsalute S.r.l. ora axélero S.p.A. Copyright 2009 - 2020 ©Tutti i diritti riservati - C.F./Partita IVA IT 07731860966
Sede Legale: via Cartesio, 2 20124 Milano - Cap. Soc. € 68.000,00 i.v - R.E.A. Milano n. 1978319 - N.Telefono +39 02 83623320 - info@axelero.it

Aggiornato al 04/04/2020 - Il sito si finanzia con gli abbonamenti dei medici inserzionisti e non riceve finanziamenti dalla pubblicità o dalla visualizzazione di contenuti commerciali.
Il contenuto editoriale del sito non è influenzato dalle fonti di finanziamento.