La guida dinamica del
corpo umano
cerca
nell'atlante
cerca
nelle patologie

organi

  1. Tube Uterine

Tube Uterine

Le tube uterine (anche dette salpingi, oppure trombe di Falloppio, oppure ovidutti) sono organi a forma di tubo, accolgono l'uovo al momento dell'ovulazione, al loro interno ci sono infatti le condizioni ottimali per consentire la fecondazione dell'ovocita. Avvenuta la fecondazione è tramite le tube che l'vocita fecodato può raggiungere l'utero e impiantarsi.

La fecondazione avviene nella porzione che rappresenta il terzo laterale delle tube, quindi questi condotti permettono anche il passaggio agli spermatozoi che sono risaliti attraverso le vie genitali. La tuba uterina è lunga all'incirca 12 cm, il suo calibro invece varia a seconda della zona.

La tuba uterina è suddivisa infatti in varie porzioni le quali, partendo dall'ovaio verso l'utero, sono: l'infundibolo, l'ampolla, l'istmo e la porzione intramurale (compresa nello spessore della parete uterina). L'infundibolo ha la forma di un largo imbuto con la parete frastagliata, formata da 10-15 linguette lunghe 1 cm circa, dette fimbrie, che fluttuano libere nella cavità peritoneale.

L'infundibolo possiede una certa mobilità e le fimbrie, muovendosi sulla superficie dell'ovaio, catturano l'ovocita che viene espulso dall'ovaio al momento della ovulazione. La parte più profonda dell'infundibolo è l'ostio addominale, un orifizio del diametro di 2-3 mm, che immette nella cavità dell'ampolla.

L'ampolla è la porzione che si trova di seguito all'infundibolo, è il tratto più lungo (circa 7-8 cm) e tortuoso della tuba. L'ampolla inizia facendo un'ansa aperta in basso e verso l'interno poiché contorna il polo superiore dell'ovaio. Si dirige poi verso il basso, cambia direzione e, formando un angolo quasi retto e aperto medialmente, si dispone orizzontalmente e si dirige verso l'utero.

L'istmo è il tratto che inizia a poca distanza dall'utero, è lungo 3-4 cm, il suo decorso è rettilineo, il suo calibro tende a diminuire, arriva sino al margine laterale dell'utero, vicino all'angolo superiore (al limite tra corpo e fondo) dove continua con l'ultimo tratto dell'ovidutto. La porzione uterina (o interstiziale o intramurale)è molto breve, attraversa la parete uterina e sbocca nella cavità uterina l'ostio uterino, del diametro di circa 1 cm.

 

La tuba nel suo insieme forma un'ansa, che parte dal polo superiore dell'ovaio, scende poi verticalmente in direzione del pavimento pelvico e diviene orizzontale sino al suo sbocco nella cavità dell'utero. Il diametro tubarico diminuisce nella stessa direzione, lungo tutto il suo decorso la tuba è rivestita dal peritoneo. La superficie interna della tuba è irregolare per la presenza di pieghe della tonaca mucosa, tali pieghe decorrono parallelamente all'asse maggiore dell'organo. La tuba uterina è riccamente vascolarizzata, il sangue arterioso vi giunge tramite i rami tubarici della arteria uterina e della arteria ovarica. Le vene provenienti dalla tuba, si gettano medialmente nella vena uterina e lateralmente nella vena ovarica. I vasi linfatici terminano nei linfonodi para e preaortici. I nervi arrivano alla tuba dai plessi utero-vaginale e utero-ovarico, tramite i corrispondenti vasi.

lascia la tua e-mail per ricevere aggiornamenti e notizie



Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di ABCsalute s.r.l. come specificato all' art.3b


   Iscriviti alla Newsletter   
Grazie per esserti registrato alla newsletter di ABCsalute.it

ABCsalute S.r.l. ora axélero S.p.A. Copyright 2009 - 2020 ©Tutti i diritti riservati - C.F./Partita IVA IT 07731860966
Sede Legale: via Cartesio, 2 20124 Milano - Cap. Soc. € 68.000,00 i.v - R.E.A. Milano n. 1978319 - N.Telefono +39 02 83623320 - info@axelero.it

Aggiornato al 31/10/2020 - Il sito si finanzia con gli abbonamenti dei medici inserzionisti e non riceve finanziamenti dalla pubblicità o dalla visualizzazione di contenuti commerciali.
Il contenuto editoriale del sito non è influenzato dalle fonti di finanziamento.