La guida dinamica del
corpo umano
cerca
nell'atlante
cerca
nelle patologie

Atlante Anatomico » Patologie » HIV

HIV

L'HIV (virus dell'immunodeficienza umana) è responsabile dell'AIDS (sindrome da immunodeficienza acquisita). L'HIV è molto diverso dagli altri virus perché attacca direttamente le cellule (cellule T o CD4) del sistema immunitario distruggendole. Le cellule T hanno il compito di difendere l'organismo dalle infezioni. La trasmissione del virus HIV avviene attraverso il contatto di un soggetto infetto e per via sessuale.

CAUSE

L'infezione si trasmette rapidamente tra individui che hanno rapporti sessuali non protetti e tra tossicodipendenti.

DIAGNOSI

La diagnosi viene effettuata attraverso il prelievo del sangue con:

  • Test ELISA (Enzyme-Linked Immunosorbant Assay) per verificare se nel corpo esaminato si sono sviluppati anticorpi anti_HIV. E' il meno costoso e viene utilizzato come esame di routine
  • Test Western-Blot per convalidare la diagnosi di sieropositività
  • Test basato su PCR, permette di esaminare il materiale genetico contenuto all'interno dei linfociti e permette di rilevare il contagio anche a poche ore dal contatto col virus

Il paziente può risultare negativo ai test ELISA e Western-Blot nei primi 3 mesi dal contagio perché il sistema immunitario può non aver prodotto ancora una risposta anticorpale contro il virus

TERAPIA

La terapia prevede la somministrazione di farmaci antiretrovirali che hanno la funzione di inibire la replicazione del virus-HIV:

  • Inibitori Nucleosidici della Transcriptasi Inversa
  • Inibitori Non-Nucleosidici della Transcriptasi Inversa
  • Inibitori della Proteasi

SINTOMI

Entro 2 settimane dal contagio il paziente può accusare sintomi aspecifici quali:

  • Febbre
  • Sudorazione notturna
  • Mal di testa
  • Malessere generalizzato

In questa fase il virus si riproduce in grande quantità, le copie dell'RNA virale possono raggiungere anche 1 milione e si assiste ad una drastica riduzione del linfociti T (da 1100 ml/sangue a 400 ml/sangue).

 

Dopo 5 mesi dall'infezione l'organismo raggiunge un equilibrio tra i virus di nuova formazione e i virus che vengono distrutti e si entra in una asintomatica (senza sintomi) che dura in media 7 anni.

Nella fase sintomatica (AIDS conclamata) il numero dei linfociti T nel sangue scende sotto a 200/ml e ciò rende il paziente fortemente vulnerabile e facilmente soggetto ad ammalarsi.

I sintomi accusati sono:

  • Perdita di peso
  • Estrema debolezza
  • Febbre
  • Anemia (diminuzione della concentrazione di emoglobina nel sangue)
  • Diarrea
  • Anoressia
  • Polmonite
  • Infezioni micotiche (da funghi)

I medici consultabili appartengono ad una libera scelta di abcsalute.it e non sono integrati nella sintergia "Atlante Anatomico Dinamico" con l'Università LA SAPIENZA

Consulta i medici

Consulta il forum

Consulta gli articoli

Immunologia per corrette risposte immunitarie

L'immunologia opera nell’ambito delle scienze biomediche con lo studio e la cura delle infezioni e delle deficienze nella…

Immunodeficienza: deficit delle difese immunitarie

L'immunodeficienza è una condizione patologica di alterazione del sistema immunitario, che si caratterizza con frequenti, lunghe…

lascia la tua e-mail per ricevere aggiornamenti e notizie



Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di ABCsalute s.r.l. come specificato all' art.3b


   Iscriviti alla Newsletter   
Grazie per esserti registrato alla newsletter di ABCsalute.it

ABCsalute S.r.l. - Registrazione al Tribunale di Milano n. 491 del 24.07.2008 - Copyright 2008-2016
© Tutti i diritti riservati - P.I. 06355610962 - Per Informazioni 02.97383387 - info@abcsalute.it - Direttore

Società a socio unico, soggetta a direzione e coordinamento da parte di axélero S.p.A

Progetto di fusione per incorporazione di abcsalute s.r.l. in axélero S.p.A. ai sensi degli artt. 2501-ter e 2505 c.c.

Aggiornato al 09/12/2016