Guarda gli argomenti della categoria:  

Autore Messaggio
angelobiondo92
Utente di ABCsalute.it
Messaggi: 1
Salve a tutti.
Ho un dilemma. Sto in FVG da 4 anni e da pochissimo, avendo cambiato città sempre in fvg, mi è saltato fuori questa "bega burocratica".
Quando avevo 1 anno e mezzo mi è stata diagnosticata al Gaslini questo deficit di GH che è diventato dopo un esame 4 anni fa, alla clinidina un test gh adulto.
Ovviamente ho sempre preso un farmaco con base somatropina.
La nuova diagnosi è avvenuta dopo un anno di stop dal farmaco, proprio in concomitanza con il trasferimento in questa regione per studio.
Sono andato ora dal nuovo medico di base che mi dice che devo andare a fare una visita per farmela convalidare da un endocrinologo del fvg e così poter fare la ricetta. Questo confermato da un dipendente del distretto dopo che avevo chiamato per chiarimenti.
Dopo un mese faccio la visita (intanto la scorta del farmaco è finita) e l'endocrinologo mi dice che per lui praticamente l'autorizzazione è come se fosse niente e vuole tutti i referti dell'altro ospedale. (confermando un pò quello che il mio medico di base mi disse del fatto che tra due medici le opinioni possono essere differenti, e aggiungo io avendo la presunzione un'altro poco di dire che io posso non aver niente seppur ci sia una carta ma che non è fatta dal medico che la vede o che la dosa può essere sbagliata) mettendo tra le ipotesi un trasferimento di ospedale, rifacendo il test (non se ne parla minimamente)
Ora...è normale?
funziona così in tutte le regioni o è proprio questa che essendo a statuto speciale fa le cose in modo diverso?
La cosa mi sembra un pò "eccesso di burocrazia" sembra che sono all'estero che quasi sia io quello che sta ladrando lo stato. Capisco la diffidenza nel dare un farmaco (anche perché è pericoloso ma anche costoso, quindi potrei rivendermelo o non averne bisogno)
ma non è esagerato? Io non mi sono arrabbiato più che altro perché ho capito che la colpa non è sua ma che stava eseguendo delle regole permettetemi "del cazzo".
Anche perché da piccolo ricordo che mio padre (sono del sud) andava si all'asl, ma solo per consegnare l'autorizzazione come per dire "vedete che lui sta male ecc."
Grazie a tutti!
 
1 messaggio
Rispondi all’argomento


Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  





ESAMI O PRESTAZIONI MEDICHE CORRELATE

Ago aspirato tiroide ecoguidato

L'ago aspirato tiroide è un esame diagnostico necessario per indagare la natura dei noduli tiroidei, tanto da essere capace di identificare la presenza di una formazione tumorale anche in fase precoce...

Controllo ecografico neuropatia diabetica

La neuropatia diabetica è una complicanza  del diabete e, se trascurata, provoca danni importanti al sistema nervoso periferico. Per monitorare la salute del sistema nervoso e definire lo stadio della...







NOTIZIE PER LA SALUTE

Certificazioni mediche ovvero prescrizioni di farmaci

Le certificazioni mediche sono regolate da norme rigorose perché, quando sono emesse da un me...

Giornata di raccolta del farmaco Giornata di raccolta del farmaco

Sabato 14 febbraio torna la Giornata di raccolta del farmaco. Da 15 anni il Banco del farmaco promuo...

Instillazioni endovescicali

Le instillazioni endovescicali consistono nella somministrazione di un farmaco che serve a impedire ...

Dolci si ma anticancro, le ricette dell'istituto tumori di Milano Dolci si ma anticancro, le ricette dell'istituto tumori di Milano

Sulla tavola di Natale via libera ai dolci, purché anticancro. Le ricette per coniugare gola...



TROVA LO SPECIALISTA

Dr Salvatore Ripa

L’Endocrinologo Ripa di Roma si occupa di Medicina interna e in particolar...

Prof. Francesco Lippi

L’endocrinologo a Pisa Prof. Lippi opera nell’ambito della scie...

Dr Fabrizio Angelini

L’Endocrinologo Angelini di Empoli opera nel campo dell'endocrinologia, de...



ABCsalute S.r.l. ora axélero S.p.A. Copyright 2009 - 2020 ©Tutti i diritti riservati - C.F./Partita IVA IT 07731860966
Sede Legale: via Cartesio, 2 20124 Milano - Cap. Soc. € 68.000,00 i.v - R.E.A. Milano n. 1978319 - N.Telefono +39 02 83623320 - info@axelero.it

Aggiornato al 20/03/2017 - Il sito si finanzia con gli abbonamenti dei medici inserzionisti e non riceve finanziamenti dalla pubblicità o dalla visualizzazione di contenuti commerciali.
Il contenuto editoriale del sito non è influenzato dalle fonti di finanziamento.