Guarda gli argomenti della categoria:  

Autore Messaggio
stex86GE
Utente di ABCsalute.it
Messaggi: 5
Buongiorno a tutti.
Premetto che tra un paio di giorni mi sottoporrò a TAC e che quindi i miei dubbi avranno una risposta certa, ma nel frattempo vorrei provare a capire che cosa mi sta succedendo.

Ho 28 anni e il tutto ha inizio circa 3 mesi fa quando, molto sporadicamente, avvertivo dei mini giramenti di testa (della durata di 3secondi circa). Erano irregolari e sporadici: poteva capitare che per 1 settimana non ne avvertissi neanche uno, così come per 2 giorni di fila ne contavo 2-3 al giorno (comunque mai più di 3 per giornata).

Passati i giramenti di testa, ho iniziato ad avvertire, circa 2 mesi fa, delle leggere fitte appena sotto la tempia sinistra (circa un paio di cm sotto la tempia e altri 2-3cm verso l'orecchio per capirci..). Anche le fitte si manifestavano con modalità simili a quelle dei giramenti di testa: poteva capitare che per qualche giorno non mi arrivassero, così come poteva capitare che per 2-3 giorni di fila mi portavo avanti le fitte tutto il giorno...

Preoccupato e "allarmato" sono andato dal medico di famiglia, il quale mi ha liquidato con un poco simpatico "come ti è apparso, se ne andrà... se poi persiste vediamo di fare qualcos'altro...", consigliandomi di prendere degli anti infiammatori o dei moment (nonostante gli avessi fatto presente che i dolori non sono paragonabili a quelli di un mal di testa tradizionale, anche in virtù del fatto che le fitte sono localizzate sempre nello stesso punto..).
Le fitte non mi hanno mai procurato dolore, solo un fastidio o poco più: toccando nel punto in cui avverto il fastidio non ho mai avvertito nè dolore nè altro
Son stato 3-4 giorni bene, senza aver fastidio, prima di subire un forte attacco che mi ha spinto a recarmi al pronto soccorso più vicino: iniziavo ad avvertire dolore, se giravo il collo (es guidando, per controllare la strada negli incroci) il dolore aumentava, così come se chinavo il capo verso il basso sentivo aumentare il dolore con un leggero senso di calore nella zona interessata (non era insopportabile, ma discretamente intenso..).
Anche al pronto soccorso, nonostante avessi spiegato la situazione, mi han dato l'impressione di sottovalutare la cosa, avendomi semplicemente fatto fare un test per verificare se non avessi gravi danni neurologici (occhi chiusi, braccia larghe...a toccarmi la punta del naso su comando del medico). Anche in questo caso mi hanno liquidato con un anti infiammatorio somministratomi il loco (che mi ha pure bucato lo stomaco, visto che ero a digiuno, vabbè...)

Son passate altre 2-3 settimane e le fitte alla tempia son sempre di più aumentate sa per "numero" che per intensità. Son tornato dal medico di famiglia settimana scorsa è l'ho "obbligato" a prescrivermi degli esami o degli accertamenti, visto che la situazione va a "degenerare" sempre di più...mi ha prescritto uno TAC che andrò a svolgere mercoledì mattina.

In questo momento le fitte son sparite, sostituite da un dolore (leggero ma apprezzabile) fisso localizzato sempre nella stessa zona. Se premo con il dito la zona interessata non avverto alcun cambiamento.
Se chino la testa verso il basso il dolore aumenta e ho come la sensazione di avere un "corpo estraneo" dentro il cranio (e la cosa mi spaventa abbastanza, anche se spero si tratti solo di qualche nervo/tessuto infiammato...)
Non ho altri disturbi apprezzabili: forse una leggera difficoltà nel linguaggio e una leggera mancanza di equilibrio (ma forse sono solo frutto delle paranoie che mi sto facendo in questi giorni...).
Ultimamente, inoltre, sono sempre piuttosto stanco.

Non mi sento stressatò, nè faccio attività fisica. Non bevo (esclusa 1-2 birre al mese con la pizza), non fumo, non faccio uso di sostanze stupefacenti.

Cosa potrebbe essere?
 
Prof. Dr Alfio Giovanni Patanè
WB995
Medico di ABCsalute.it
Avatar utente
Messaggi: 231
Mio caro amico,
per poter fare una diagnosi a distanza occorrerebbe una laurea in scienze magiche, che purtroppo ancora non ho ancora conseguito.
Scherzi a parte, attenda il risultato della TC e dopo esegua una visita presso il suo neurologo di fiducia che sicuramente potrà essere molto più preciso.
Infatti, le fitte alle tempie possono significare svariate sindromi.
Grazie per avermi scritto, cordiali saluti.

_________________
Prof. Dr Alfio Giovanni Patanè
    95128 Catania
    Via Caronda 460
    Tel.095/430661
    neurologopatane@email.it
http://www.alfio-g-patane.abcsalute.it
 
stex86GE
Utente di ABCsalute.it
Messaggi: 5
Buongiorno Dottore, grazie della risposta.
In settimana andró dal medico di famiglia con il referto della TAC da me eseguita.
Sembra essere quasi tutto nella norma: le uniche due voci che presentano delle "anomalie" recitano testualmente:

- Tenui microcalcificazioni bipallidali

- Minimo ispessimento mucoso di alcune celle etmodali a destra

Che cosa indicano? Grazie mille
 
Prof. Dr Alfio Giovanni Patanè
WB995
Medico di ABCsalute.it
Avatar utente
Messaggi: 231
Molto probabilmente una banale sinusite.
Cordiali saluti

_________________
Prof. Dr Alfio Giovanni Patanè
    95128 Catania
    Via Caronda 460
    Tel.095/430661
    neurologopatane@email.it
http://www.alfio-g-patane.abcsalute.it
 
stex86GE
Utente di ABCsalute.it
Messaggi: 5
Buongiorno, scrivo nuovamente in questo spazio più che altro come "sfogo"...
Ma mi chiedo: la medicina è una scienza o è una gara a chi per primo "indovina" le cause del malessere?
Le mie fitte alla testa, nonostante una tac negativa, persistono: ergo ho "qualcosa" (che sia una banalissima infiammazione o qualcos'altro) ma nessuno dei medici da cui sono stato ha mai scoperto né tantomeno prescritto degli esami specialistici con "senso":
Medico A: "Forse è un problema di postura...vai da un fisiatra"
Medico B: "Per me hai un'infiammazione in bocca che interessa i nervi facciali...vai dal dentista"
Medico C: "Credo sia un problema all'orecchio...prova ad andare da un otorino"
Medico D: "Probabilmente stai sforzando oltremodo l'occhio...ti prescrivo una visita oculistica"

Mi son recato anche 2 volte al Pronto Soccorso, con la speranza di esser quantomeno sottoposto ad una risonanza magnetica (che se non erro per certi casi è migliore rispetto ad una tac, sia per la salute sia come feedback ricevuti€, ma in intrambi i casi mi hanno fatto solo dei "test" per valutare se ci fossero danni neutologici rilevanti...

Che devo fare a questo punto? Devo rassegnarmi ed iniziare a girare senza meta tra otorini, dentisti, fisiatri e oculisti nella speranza di beccare in fretta il ramo giusto (per risparmiare tempo e soldi)? Mi sembra di giocare ad un quiz di Mike Bongiorno.. "Che busta vuola? La 1, la 2, la 3 o la 4..?"
Io sono "convinto" che con una RM si riesca ad individuare quatomeno l'effettiva area di interesse e poter poi seguire le eventuali cure del caso...
 
Prof. Dr Alfio Giovanni Patanè
WB995
Medico di ABCsalute.it
Avatar utente
Messaggi: 231
Salve,
ormai oggi la RMN Encefalo è diventato un esdame di routine a scopo preventivo.
Mi sembrerebbe, quindi, un ottima idea eseguire una RMN Encefalo.
Cordiali saluti

_________________
Prof. Dr Alfio Giovanni Patanè
    95128 Catania
    Via Caronda 460
    Tel.095/430661
    neurologopatane@email.it
http://www.alfio-g-patane.abcsalute.it
 
stex86GE
Utente di ABCsalute.it
Messaggi: 5
Grazie mille per la risposta, purtroppo il mio medico non reputa necessaria una RM encefalo dopo una TC negativa...
Mi ha prescritto 2 compresse al giorno di Lyrica 25mg...ma non è una dose troppo bassa..?!
Inoltre da qualche giorno sento anche dei preoccupanti e costanti formicolii all'avambraccio sinistro che si prolungano fino al mignolo e anulare della mano sinistra...
Sto iniziando a preoccuparmi un po'..
Ricapitolando:
- inizialmente avevo delle semplici stilettate in una zona a "metá strada" tra occhio e orecchio sinistro..
- le stilettate son man mano aumentate di quantitá e intensitá
- nell'ultimo periodo son sparite le stilettate, sostituite da un fastidio (talvolta doloroso) fisso, localizzato sempre nella stessa area. Se il dolore è intenso (spesso mi sveglio durante la notte) tende ad espandersi: sento dolori anche all'orecchio e al collo, sempre lato sinistro...
- ultimamente son apparsi anche questi formicolii al braccio e mano sinistra, sempre presenti indipendentemente dal dolore alla testa o meno.
- prendendo una bustina di oki o una pastiglia di brufen600, il dolore per 2/4 ore sparisce, per poi ritornare..
Ma il dolore va e viene: per esempio l'ultimo "attacco" l'ho avuto ieri dalle 16 fino alle 20-22 (dove l'ho alleviato con il brufen), mentre oggi non ho ancora avvertito alcun dolore (escluso il formicolio)...

Qualcuno ha qualche altro parere da darmi..?
 
Prof. Dr Alfio Giovanni Patanè
WB995
Medico di ABCsalute.it
Avatar utente
Messaggi: 231
Salve,
Le consiglierei un vesame elettromiografico agli arti superiori ed eventualmente aumentare il dosaggio della Lyrica di cui lei non mi dice nulla.
Cari Saluti

_________________
Prof. Dr Alfio Giovanni Patanè
    95128 Catania
    Via Caronda 460
    Tel.095/430661
    neurologopatane@email.it
http://www.alfio-g-patane.abcsalute.it
 
ema93
Utente di ABCsalute.it
Messaggi: 2
Salve sono nuovo del forum, scrivo perchè ho visto che stex ha i miei stessi problemi oltre che abbiamo fatto gli stessi accertamenti e abbiamo la stessa paura che sia qualcos'altro volevo chiedere se sei riuscito a risolvere il problema, aspetto una tua risposta grazie
 
ema93
Utente di ABCsalute.it
Messaggi: 2
Sono di nuovo io attendo risposta al piú presto, anche a me questi problemi persistono già da 3-4 mesi, tac negativa ma i problemi sono rimasti, attendo di fare una risonanza magnetica encefalo
 
13 messaggi
Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
Rispondi all’argomento


Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  





ESAMI O PRESTAZIONI MEDICHE CORRELATE

Visita geriatrica

La visita geriatrica è una visita medica consigliata alle persone che hanno superato i 65 anni di età. Il geriatra effettua un normale controllo medico del tutto simile alle visite specialistiche di a...







NOTIZIE PER LA SALUTE

INFARTO ANTEROLATERALE

Occlusione dell'arteria coronaria sinistra...

INFARTO ANTERIORE

Occlusione del ramo discendente dell'arteria coronaria sinistra...

Ricostruito volto donna deturpata da retinoblastoma Ricostruito volto donna deturpata da retinoblastoma

Verso un nuovo volto, dopo quasi 30 anni vissuti senza un occhio, lo zigomo e la tempia. Ieri a Roma...

Cefalea, alzi la mano chi non la conosce! Cefalea, alzi la mano chi non la conosce!

“Mamma che mal di testa!”, chissà quante volte avrete sentito - o ripetuto voi stessi - questa escla...



TROVA LO SPECIALISTA



ABCsalute S.r.l. ora axélero S.p.A. Copyright 2009 - 2021 ©Tutti i diritti riservati - C.F./Partita IVA IT 07731860966
Sede Legale: via Cartesio, 2 20124 Milano - Cap. Soc. € 68.000,00 i.v - R.E.A. Milano n. 1978319 - N.Telefono +39 02 83623320 - info@axelero.it

Aggiornato al 20/03/2017 - Il sito si finanzia con gli abbonamenti dei medici inserzionisti e non riceve finanziamenti dalla pubblicità o dalla visualizzazione di contenuti commerciali.
Il contenuto editoriale del sito non è influenzato dalle fonti di finanziamento.