Guarda gli argomenti della categoria:  

Autore Messaggio
WilliamOsler
Utente di ABCsalute.it
Messaggi: 1
Buonasera. Sono un ragazzo di 20 anni e da sempre soffro dei problemi in titolo. Non so se sia giusto porre in questa sezione la domanda, ma cercando di informarmi sul mio problema, ho trovato che con onicofagia e dermatofagia si designano problemi che rientrano nei disturbi ossessivo-compulsivi, anche se son dubbioso al riguardo, ma non sono io esperto di certe problematiche, ecco perché chiedo il vostro parere. Anche perché, sul sito dove ho condotto la ricerca, era consigliato di usare uno psicofarmaco di cui non ricordo il nome.. Credo che sia eccessivo, ma ripeto, non sono un esperto, ed è per questo che mi rivolgo a voi. Specifico che è un problema che davvero vorrei trovar modo di eliminare, sia per la condizione precaria delle mie mani (infatti non è raro che vi siano vistose escoriazioni che copro con cerotti), sia per la conseguente "estetica" delle stesse. Mi spiego meglio: quando tengo le mani in acqua per molto (mare, piscina ecc.) si crea uno spettacolo davvero poco bello da vedere, ragion per cui con una qualche ragione cerco sempre di non bagnarmi a lungo o di evitare comunque che qualcuno se ne accorga e crea non poco disagio. Per quanto concerne le "modalità", se così posso definirle, a volte lo faccio inconsapevolmente. Ma molte altre volte lo faccio, sono conscio di ciò, cerco di interrompere, ma non riesco, è più forte di me. Ho anche letto che tali "pratiche" sono da associarsi a stati d' ansia, noia, rabbia ecc. Ebbene sicuramente in tali frangenti è ancor più vistoso che io lo faccia, ma anche in situazioni del tutto normali mi diviene quasi impulsivo..
Ringrazio anticipatamente per la risposta.
 
Dr Andrea Mazzeo
WB1282
Medico di ABCsalute.it
Avatar utente
Messaggi: 81
Chiama Gratis
Sicuramente è un modo per scaricare l'ansia, credo che una psicoterapia cognitivo-comportamentale possa aiutarla; naturalmente sta a lei, se possibile, identificare la fonte di quest'ansia.
Circa i farmaci, gli antidepressivi SSRI possono essere di una certa utilità nel ridurre la compulsione, cioè la spinta a mettere in atto il comportamento ossessivo; ma l'efficacia sarebbe relativa, meglio lavorare sull'identificazione dell'ansia e su tecniche comportamentali per ridurlo.

_________________
Dr Andrea Mazzeo
    00162 Roma
    Via Michele di Lando 26 int. 2
    Tel.
    aemme4026@gmail.com
http://www.andreamazzeo.abcsalute.it
 
2 messaggi
Rispondi all’argomento


Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  











NOTIZIE PER LA SALUTE

Onicofagia: come smettere di rosicchiarsi le unghie Onicofagia: come smettere di rosicchiarsi le unghie

A tutti sarà capitato di rosicchiarsi le unghie o di vedere altre persone farlo: questo cattivo vizi...



TROVA LO SPECIALISTA

Dr Mariella Agresti

Il Neurologo a Grosseto Dr Mariella Agresti, dopo oltre 30 anni di esperienza os...

Dr Salvatore Russo

Lo Psichiatra a Siracusa Dr Salvatore Russo è laureato in medicina e spec...

Dott.ssa Fiammetta Inga
Studio medico di psichiatria e psicoterapia

La Psichiatra ad Aci Castello Dott.ssa Inga, medico chirurgo specializzato in ps...



ABCsalute S.r.l. ora axélero S.p.A. Copyright 2009 - 2021 ©Tutti i diritti riservati - C.F./Partita IVA IT 07731860966
Sede Legale: via Cartesio, 2 20124 Milano - Cap. Soc. € 68.000,00 i.v - R.E.A. Milano n. 1978319 - N.Telefono +39 02 83623320 - info@axelero.it

Aggiornato al 20/03/2017 - Il sito si finanzia con gli abbonamenti dei medici inserzionisti e non riceve finanziamenti dalla pubblicità o dalla visualizzazione di contenuti commerciali.
Il contenuto editoriale del sito non è influenzato dalle fonti di finanziamento.