Home Comitato medico scientifico

Più informazione
più salute

SUGGERIMENTI Ricerca Nascondi suggerimenti
  • HOME
  • Blog
  • Come curare le vesciche ai piedi

Indietro

Come curare le vesciche ai piedi

Vesciche ai piedi
Vesciche ai piedi - iStockphoto.com






vota


Articolo aggiornato il 30 agosto 2017.

 

Con l’arrivo della primavera cominciamo a vestire abiti più leggeri e a indossare calzature anche senza calze. Per i piedi è un gran sollievo, ma c’è anche il rischio di incappare in un disturbo difficile da evitare: bolle e vesciche ai piedi, cosa fare?

 

Perché si formano le vesciche ai piedi?

Le vesciche ai piedi si formano spesso quando indossiamo scarpe nuove e senza le calze, cioè a primavera e in estate. Ogni volta che si fa un passo, la pelle del piede a contatto diretto con la calzatura sfrega contro il materiale della scarpa – pelle, cotone o sintetico che sia – e lo sfregamento continuo costringe la pelle a proteggersi creando un cuscinetto, appunto la bolla o vescica. Le bolle sui piedi sono piene di un liquido incolore – il siero – che separa quel lembo di pelle dalla scarpa.

 

Anche se le vesciche si formano per proteggere la pelle, provocano un intenso fastidio, in alcuni casi un insopportabile dolore che rende difficile camminare.

 

Cosa fare per prevenire bolle e vesciche ai piedi?

Prevenire le vesciche ai piedi è difficile ma si può provare a limitarne la comparsa stendendo sulla pelle una crema a base di ossido di zinco e magnesio silicato micronizzati: il composto ammorbidisce la pelle, crea uno strato protettivo e assorbe il sudore lasciando il piede asciutto.

 

Un’altra precauzione è applicare un cerotto sul punto del piede in cui si comincia ad avvertire fastidio. È bene intervenire sin dai primi sintomi per evitare che il disturbo si intensifichi fino a creare una grossa vescica. Anche la scelta del calzino è importante: meglio liscio, senza cuciture e della taglia giusta per avere la massima aderenza al piede.

 

Un modo efficace per prevenire le bolle ai piedi è scegliere le scarpe adatte allo scopo. Per fare trekking e correre servono scarpe diverse da quelle per passeggiare: è un’osservazione di buon senso che, se seguita, può evitare spiacevoli disturbi anche più importanti di una vescica.

 

Vesciche ai piedi, cosa fare?

Quando è troppo tardi prevenire, si può curare la vescica ai piedi in diversi modi. Se la bolla è piccola e poco estesa, possiamo aspettare che passi da sé entro 2-3 giorni, oppure intervenire con un ago sterilizzato con cui fare un piccolo foro a un’estremità della bolla e premere sul resto in modo da far uscire tutto il siero. Fatto ciò, è necessario disinfettare la zona con garza imbevuta di soluzione disinfettante ed evitare di indossare per qualche giorno le scarpe che hanno causato le vesciche.

 

Se la bolla è grande, estesa e arrossata è bene rivolgersi al proprio medico che interverrà in modo da curare la bolla eliminando l’infezione senza estenderla al resto del piede.

 

Buone abitudini per piedi sani

Durante tutto l’anno, e più che mai in estate quando i piedi sono scoperti, si devono seguire alcune buone abitudini per assicurare benessere ai nostri piedi:

  • Lavare i piedi ogni sera con acqua tiepida e detergente delicato.
  • Fare un pediluvio con acqua e bicarbonato anche più volte a settimana.
  • Asciugare i piedi per bene, specie tra le dita, così da evitare micosi alle unghie.
  • Proteggere i piedi con scarpe, ciabatte o calzini quando si usano docce comuni e spogliatoi.
  • Curare la pedicure per tenere le unghie sempre in ordine e prevenire infezioni, unghie incarnite e altri disturbi.
  • Prenotare una visita dal podologo ogni volta che si sospetta un disturbo di salute ai piedi: un semplice controllo aiuta a prevenire problemi come l’alluce valgo o complicazioni dovute al diabete.

 

Cerchi un medico podologo e non sai dove trovarlo? Consulta l’elenco dei podologi di ABCsalute.it e prenota una visita podologica presso il più vicino a te.


Nessun commento inviato


Lascia un commento

Comment form Prima di commentare leggi le Avvertenze di rischio e delle Condizioni d'uso del sito, è necessario prenderne visione

 Con l'inserimento dei miei dati dichiaro di aver preso visione delle Avvertenze di Rischio  e del Trattamento dei dati.
*



Tutti i campi (*) sono richiesti




lascia la tua e-mail per ricevere aggiornamenti e notizie



Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di ABCsalute s.r.l. come specificato all' art.3b


   Iscriviti alla Newsletter   
Grazie per esserti registrato alla newsletter di ABCsalute.it

ABCsalute S.r.l. ora axélero S.p.A. Copyright 2009 - 2020 ©Tutti i diritti riservati - C.F./Partita IVA IT 07731860966
Sede Legale: via Cartesio, 2 20124 Milano - Cap. Soc. € 68.000,00 i.v - R.E.A. Milano n. 1978319 - N.Telefono +39 02 83623320 - info@axelero.it

Aggiornato al 08/04/2020 - Il sito si finanzia con gli abbonamenti dei medici inserzionisti e non riceve finanziamenti dalla pubblicità o dalla visualizzazione di contenuti commerciali.
Il contenuto editoriale del sito non è influenzato dalle fonti di finanziamento.