Home Comitato medico scientifico

Più informazione
più salute

SUGGERIMENTI Ricerca Nascondi suggerimenti
  • HOME
  • Blog
  • Giornata mondiale per l’igiene delle mani 2017

Indietro

Giornata mondiale per l’igiene delle mani 2017

Lavare le mani in ospedale
Lavare le mani in ospedale - www.istockphoto.com






vota


Save lives: clean your hands. È l’invito diffuso dall’Organizzazione mondiale della sanità in occasione dell’#HandHygieneDay 2017 che, come ogni anno, ricorre il 5 maggio.
La Giornata mondiale per l’igiene delle mani sottolinea la necessità di fare con estrema accuratezza un gesto banale ma così prezioso da poter salvare delle vite. Lavare le mani è un imperativo per i professionisti della salute che operano in ospedale e nelle varie strutture cliniche o in condizioni di assistenza domiciliare. E lo è anche per i parenti che assistono i famigliari in condizione di malattia e degenza.

 

Infezioni ospedaliere per scarsa igiene delle mani

Secondo i dati dell’European Centre for Disease Prevention and Control, in Europa circa il 7% dei ricoveri ospedalieri è causato da un’infezione correlata all’assistenza (Ica). Un numero importante se si pensa che il 20-30% delle infezioni contratte in ospedale si possono prevenire lavando le mani.
L’Oms individua cinque momenti, nel corso dello svolgimento dell’attività professionale, in cui il personale medico e paramedico dovrebbe sempre lavare le mani:

  1. Prima di un contatto con il paziente, per evitare che l’assistito riceva germi patogeni esterni.
  2. Prima di eseguire una manovra asettica per proteggere il paziente da germi patogeni propri e del personale sanitario.
  3. Dopo aver maneggiato liquidi biologici del paziente, pur avendo indossato i guanti.
  4. Subito dopo il contatto diretto con il degente.
  5. Una volta lontani dalla stanza del paziente e dal suo ambiente, anche in assenza di un contatto diretto con l’assistito.

 

La storia del Dott. Semmelweis e la buona pratica di lavare le mani

Tutti i moderni traguardi della medicina hanno una lunga storia di ricerche, scoperte occasionali e grandi intuizioni. La storia dell’importanza riconosciuta all’igiene delle mani comincia con il Dott. Ignaz Philipp Semmelweis.

 

Il medico ostetrico di origine ungherese lavorava alla clinica ginecologica di Vienna nota come “La clinica della morte” per l’alto tasso di decessi dovuti a febbre puerperale. Durante il suo lavoro, il Dott. Semmelweis osservava il comportamento dei medici e degli studenti di medicina e si accorse che sia gli uni che gli altri passavano dalle autopsie alle visite delle gestanti o delle puerpere senza adottare particolari accorgimenti.
Così il Dott. Semmelweis ebbe l’idea di imporre agli studenti di lavare le mani in modo attento e scrupoloso prima e dopo qualsiasi contatto con le pazienti sia vive che defunte. In poco tempo l’indice di mortalità delle donne per febbre puerperale passò dal 33% allo 0,5%.

 

Peccato che l’intuizione rivoluzionaria fu osteggiata da colleghi e medici contemporanei tanto da rendere il Dott. Semmelweis vittima di persecuzioni fino all’internamento in un manicomio.

 

Lavare le mani limita la diffusione di malattie e infezioni

La storia del Dott. Ignaz Philipp Semmelweis ci racconta quanto siano cambiati i tempi ma anche quanto sia difficile accettare e introdurre un cambiamento nella routine professionale.
Oggi l’igiene delle mani in ospedale, nelle cliniche e in regime di assistenza domiciliare è talmente importante da costituire uno degli indicatori della qualità dei sistemi sanitari. Lavare le mani resta una buona indicazione anche per chi non svolge una professione medica perché le nostre mani sono il veicolo più efficace per diffondere i virus di raffreddore, influenza, dissenteria, epatite A, toxoplasmosi e altre malattie: basta usare acqua e sapone per ridurre del 40% il rischio di contrarre infezioni. Lavare le mani è, inoltre, un modo utile per contrastare l’antibioticoresistenza limitando la proliferazione dei batteri.
Fonte e approfondimenti: www.who.int.


Nessun commento inviato


Lascia un commento

Comment form Prima di commentare leggi le Avvertenze di rischio e delle Condizioni d'uso del sito, è necessario prenderne visione

 Con l'inserimento dei miei dati dichiaro di aver preso visione delle Avvertenze di Rischio  e del Trattamento dei dati.
*



Tutti i campi (*) sono richiesti




lascia la tua e-mail per ricevere aggiornamenti e notizie



Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di ABCsalute s.r.l. come specificato all' art.3b


   Iscriviti alla Newsletter   
Grazie per esserti registrato alla newsletter di ABCsalute.it

ABCsalute S.r.l. ora axélero S.p.A. Copyright 2009 - 2020 ©Tutti i diritti riservati - C.F./Partita IVA IT 07731860966
Sede Legale: via Cartesio, 2 20124 Milano - Cap. Soc. € 68.000,00 i.v - R.E.A. Milano n. 1978319 - N.Telefono +39 02 83623320 - info@axelero.it

Aggiornato al 27/02/2020 - Il sito si finanzia con gli abbonamenti dei medici inserzionisti e non riceve finanziamenti dalla pubblicità o dalla visualizzazione di contenuti commerciali.
Il contenuto editoriale del sito non è influenzato dalle fonti di finanziamento.