Home Comitato medico scientifico

Più informazione
più salute

SUGGERIMENTI Ricerca Nascondi suggerimenti
  • HOME
  • Blog
  • LEA 2015. Nuovi servizi e maggiori controlli

Indietro

LEA 2015. Nuovi servizi e maggiori controlli

LEA: Livelli Essenziali di Assistenza
LEA: Livelli Essenziali di Assistenza - Fotolia






vota


Come anticipato nelle scorse settimane, sono in arrivo importanti aggiornamenti dei LEA – Livelli Essenziali di Assistenza – che includono servizi gratuiti ma anche maggiori controlli sull’operato dei medici.

 

Mercoledì prossimo, 4 febbraio, il Ministro della Salute Beatrice Lorenzin, presenterà alle Regioni il testo relativo ai LEA aggiornato dopo 14 anni dal suo inserimento.
I Livelli Essenziali di Assistenza 2015 comprenderanno importanti novità su determinate prestazioni gratuite e con ticket sanitario, grazie a un aumento pari a circa 470 milioni di euro delle risorse economiche. Tra i nuovi servizi: l’epidurale, la fecondazione eterologa, lo screening neonatale, i vaccini contro varicella, pneumococco, meningicocco e HPV.

 

I LEA presentano anche una svolta tecnologica, dal momento che per alcune categorie di pazienti disabili o con malattie croniche debilitanti, prevedono la distribuzione di apparecchi digitali, computer speciali, carrozzine a elevazione verticale, scooter a 4 ruote, sollevatori fissi anche per vasca da bagno. Si tratta di una novità radicale rispetto al passato e che pone l’accento sulla necessità di strumenti tecnologici per consentire la comunicazione e migliori condizioni di vita anche a persone con deficit importanti.

 

A questo elenco si aggiunge la distribuzione di alimenti aproteici per pazienti con nefropatie, e i servizi per chi è affetto da broncopneumopatie croniche ostruttive gravi e moderate, osteomieliti e patologie renali croniche.

 

In questo contesto, i medici e le strutture clinico-ospedaliere hanno il compito di vigilare sull’applicazione delle nuove regole e, soprattutto, sul rispetto delle indicazioni che permetteranno di ottimizzare le risorse ed evitare al paziente inutili esami diagnostici. È il caso della norma che prevede il secondo esame solo se il primo ha dato un esito che richiede un approfondimento, e si ritocca anche il follow up, cioè l’iter terapeutico da eseguire dopo un tumore. Infine, sempre con l’obietto di non sprecare le risorse, è prevista una valutazione rigorosa circa il reale bisogno di ricorrere al parto cesareo, al day hospital, alla day surgery, ai ricoveri di lungodegenza e a i ricoveri diurni in ospedale, che potrebbero essere ridotti ricorrendo al potenziamento dell’assistenza specialistica in ambulatorio.

 

Attendiamo la prossima settimana per sapere come le Regioni risponderanno ai nuovi LEA: c’è chi, infatti, resta scettico di fronte alla loro reale applicazione. Vi terremo informati.

Fonti: IlSole24Ore.it, InformaSalute.it, FinanceYahoo.com, AboutPharma.com


Nessun commento inviato


Lascia un commento

Comment form Prima di commentare leggi le Avvertenze di rischio e delle Condizioni d'uso del sito, è necessario prenderne visione

 Ho preso visione delle Avvertenze di Rischio  e delle Condizioni d'uso del sito.
*



Tutti i campi (*) sono richiesti




lascia la tua e-mail per ricevere aggiornamenti e notizie



Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di ABCsalute s.r.l. come specificato all' art.3b


   Iscriviti alla Newsletter   
Grazie per esserti registrato alla newsletter di ABCsalute.it

ABCsalute S.r.l. ora axélero S.p.A. Copyright 2009 - 2017 ©Tutti i diritti riservati - C.F./Partita IVA IT 07731860966
Sede Legale: via Cartesio, 2 20124 Milano - Cap. Soc. € 68.000,00 i.v - R.E.A. Milano n. 1978319 - N.Telefono +39 02 84161616 - info@axelero.it

Aggiornato al 16/12/2017