Home Comitato medico scientifico

Più informazione
più salute

SUGGERIMENTI Ricerca Nascondi suggerimenti
  • HOME
  • Blog
  • Perché la meditazione contrasta la depressione

Indietro

Perché la meditazione contrasta la depressione

Mindfulness
Mindfulness - iStockphoto.com






vota


Risalente a 2.500 fa e attribuita a Buddha, la meditazione come oggi la conosciamo ha molteplici sfaccettature e modalità di applicazione tali che sarebbe più corretto parlarne al plurale.
 
È rischioso dare alla meditazione una definizione perentoria, la si può presentare come un percorso di allenamento individuale e interiore per essere pienamente consapevoli degli automatismi della propria mente anche educando la respirazione. Gli obiettivi sono gestire i flussi mentali, staccarsi dal rimuginio verso il passato e dalle proiezioni nel futuro per allentare l’ansia fonte di stress e concentrarsi sul presente. Un termine associato alla meditazione è mindfulness che letteralmente significa consapevolezza e attenzione sollecita.
 
Dapprima considerata una moda new age, oggi la mindfulness è studiata anche degli scienziati per indagarne i fondamenti scientifici e, in termini medici, scoprire da quali meccanismi fisiologici dipendono i benefici dichiarati da chi fa meditazione.
 
Uno degli ultimi studi a riguardo ha interessato un team di ricercatori dell’Università di Oxford impegnati nell’analizzare la presenza di un legame tra la mindfulness e il minor rischio di ricaduta nella depressione. Lo studio si è basato sull’applicazione della Mindfulness Based Cognitive Therapy – MCT – cioè una combinazione tra terapia cognitiva e meditazione.
 
I ricercatori hanno analizzato 1200 pazienti con depressione grave e di diverso sesso, età, provenienza ed estrazione sociale, e attraverso nove trial clinici condotti in Regno Unito, Canada, Svizzera, Belgio e Olanda: il 38% dei pazienti trattati con terapia MCT ha avuto una ricaduta nella depressione dopo 60 settimane di follow up a differenza del 49% di quelli che non hanno seguito alcuna terapia. Chi ha meditato ha dimostrato una minore probabilità di recidiva durante le settimane di terapia e osservazione da parte dei ricercatori.
 
Perché la mindfulness contrasta la depressione? È bene sottolineare che la meditazione non è una cura alla depressione, ma avvia una serie di meccanismi capaci di invertire l’attività cerebrale responsabile della continua rielaborazione di eventi passati e di pensieri verso il futuro, entrambi convergenti in un circolo di riflessioni negative da cui la persona depressa non riesce a liberarsi. Durante la meditazione, si attua una sorta di ristrutturazione dei circuiti neuronali coinvolti: la persona che medita porta consapevolezza sulla struttura del pensiero tralasciandone il contenuto e si sofferma sulla respirazione, regola il respiro per ritrovare un nuovo ritmo interiore e mentale.
 
Questo è il risultato di un esercizio continuo, costante e attento che, sebbene non possa curare la depressione e altre forme di malessere, certo apporta benefici a corpo e mente, così come prova la scienza. Lo studio dei ricercatori dell’Università di Oxford è presentato in un articolo sulla rivista scientifica Jama.


Chiedi un parere medico sul forum

Forum Psicologia
Forum Psichiatria



1 commento

  1. Asia ha detto:

    grazie 🙂


Lascia un commento

Comment form Prima di commentare leggi le Avvertenze di rischio e delle Condizioni d'uso del sito, è necessario prenderne visione

 Con l'inserimento dei miei dati dichiaro di aver preso visione delle Avvertenze di Rischio  e del Trattamento dei dati.
*



Tutti i campi (*) sono richiesti




lascia la tua e-mail per ricevere aggiornamenti e notizie



Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di ABCsalute s.r.l. come specificato all' art.3b


   Iscriviti alla Newsletter   
Grazie per esserti registrato alla newsletter di ABCsalute.it

ABCsalute S.r.l. ora axélero S.p.A. Copyright 2009 - 2021 ©Tutti i diritti riservati - C.F./Partita IVA IT 07731860966
Sede Legale: via Cartesio, 2 20124 Milano - Cap. Soc. € 68.000,00 i.v - R.E.A. Milano n. 1978319 - N.Telefono +39 02 83623320 - info@axelero.it

Aggiornato al 18/01/2021 - Il sito si finanzia con gli abbonamenti dei medici inserzionisti e non riceve finanziamenti dalla pubblicità o dalla visualizzazione di contenuti commerciali.
Il contenuto editoriale del sito non è influenzato dalle fonti di finanziamento.