Guarda gli argomenti della categoria:  

Autore Messaggio
mastino979
Utente di ABCsalute.it
Messaggi: 14
Allegato:
Commento file: Risonanza magnetica
IMG-20170330-WA0001.jpeg
[ 1.19 MiB | Osservato 2382 volte ]
Allegato:
Commento file: Risonanza magnetica
IMG-20170330-WA0001.jpeg
[ 1.19 MiB | Osservato 2382 volte ]
Gentile dottore, ho 37 anni e la scorsa settimana ho avuto una crisi di ipertensione che mi ha costretto ad andare al pronto soccorso. Dopo avermi fatto tutti gli esami ematici ( tutti nella norma) mi hanno fatto anche una tac al cervello per i mal di testa che accusavo in quel momento. Il referto ha evidenziato una lesione di circa 15 mm al ventricolo laterale sinistro. Ho fatto una risonanza magnetica con mezzo di contrasto e dal referto si evince quanto segue:
Conferma la presenza di una formazione ovalare del diametro massimo di 15 mm a margini regolari limiti netti disomogenea prevalentemente isointensa in T2eT2 semi-liquorale che non mostra potenziamento post contrastografico. Non si osservano alterazioni dei tessuti dell'encefalo. Non focali aree intraparenchimali di ipersagnale DWI, ne potenziamento post contrastografici di significato patologico. IV ventricolo SVST di morfologia e dimensioni regolari. In asse le strutture della linea mediana. Normale rappresentazione degli spazi subaracnoidei della base e del mantello corticale. L'esame non ha evidenziato alterazioni del calibro decorso e morfologia a carico delle principali arterie intracraniche esaminate. 
Che ne pensa...sono preoccupato. 
Grazie di cuore
 
de divitiis
Esperto di ABCsalute.it
Avatar utente
Messaggi: 96
Gentile utente purtroppo senza aver visionato le immagini la mia opinione va presa con molta cautela. Le ipotesi diagnostiche potrebbero essere subependimoma, neurocitoma centrale, cisti colloide oppure ancora una cisti aracnoidea. Il consiglio è quello di farsi vedere da un neurochirurgo di fiducia.
A sua disposizione
Cordiali saluti
OdD

_________________
Prof. Dr Oreste de Divitiis
    80131 NAPOLI (Napoli)
    Via Sergio Pansini
    0817462572
    oreste.dedivitiis@unina.it
 
mastino979
Utente di ABCsalute.it
Messaggi: 14
Grazie dottore per la sua celere risposta. Secondo lei da queste varie supposizioni sono cose pericolose o situazione tranquille che si possono gestire?
Mi scusi ma sono davvero preoccupato....sto malissimo...mi viene da piangere
 
de divitiis
Esperto di ABCsalute.it
Avatar utente
Messaggi: 96
Trattasi di patologie tutte benigne. A mio avviso non si deve preoccupare ma occupare della questione facendo vedere la documentazione ad un Neurochirurgo serio ed esperto che possa anche fare una valutazione neurologica per capire quale sia la strada migliore da seguire.
ancora saluti

OdD

_________________
Prof. Dr Oreste de Divitiis
    80131 NAPOLI (Napoli)
    Via Sergio Pansini
    0817462572
    oreste.dedivitiis@unina.it
 
mastino979
Utente di ABCsalute.it
Messaggi: 14
Grazie per la sua immensa disponibilità e professionalità professore. Stamattina sono stato da un neurochirurgo qui a Roma dove vivo ( anche se sono napoletano). Questi mi ha detto di stare tranquillo e di ripetere la risonanza magnetica tra 6 mesi e poi a scadenze annuali. Secondo lei in questo arco di tempo potrebbe cambiare la natura della lesione (da benigna a maligna intendo) ??.
Potrebbe essere che non venga mai operato e che cresca lentamente nel tempo senza apportare danni??
Sa professore io ho una bambina piccola e non.ho nessuno che mi possa aiutare. Grazie ancora per la sua immensa pqzienza. In allegato ho messo il referto della risonanza magnetica. Un abbraccio grande. Salvatore
 
de divitiis
Esperto di ABCsalute.it
Avatar utente
Messaggi: 96
Che possa trasformarsi mi sembra alquanto improbabile e non è assolutamente detto che debba aumentare di dimensioni. Pertanto se rimane clinicamente asintomatica non dovrà mai operarsi.
In bocca al lupo per la sua vita.
OdD

_________________
Prof. Dr Oreste de Divitiis
    80131 NAPOLI (Napoli)
    Via Sergio Pansini
    0817462572
    oreste.dedivitiis@unina.it
 
mastino979
Utente di ABCsalute.it
Messaggi: 14
Dottore grazie ancora per la sua disponibilità e pazienza...lei è davvero un angelo .Mi scusi ancora. In questi giorni continuo ad avere dolore alle tempie e dietro la testa. Ho dolori anche al collo e senso di fiacchezza. Potrebbe essere correlato al subependimoma, oppure altro?? Non riesco a stare completamente sgombro da questa preoccupazione che attanaglia la mia mente tutti i giorni....
Che ne pensa?? Potrebbe essere che dopo circa 20 giorni dalla risonanza magnetica si possa essere aggravata la situazione?
La ringrazio ancora di vero cuore.
 
de divitiis
Esperto di ABCsalute.it
Avatar utente
Messaggi: 96
Mi sembra che l'ansia stia prendendo il sopravvento. comunque dopo aver chiarito la questione diagnostica è molto più corretto che tutte le sue domande e perplessità le esponga al medico che ha effettuato la valutazione neurologica e ha visionato le immagini. per me è davvero difficile rispondere non avendo tutti gli elementi a mia disposizione.
La saluto ancora
OdD

_________________
Prof. Dr Oreste de Divitiis
    80131 NAPOLI (Napoli)
    Via Sergio Pansini
    0817462572
    oreste.dedivitiis@unina.it
 
mastino979
Utente di ABCsalute.it
Messaggi: 14
Caroi dottore, ho fatto diversi consulti, un po discordanti tra loro...
Qualcuno mi ha detto di rifare una risonanza magnetica tra 6 mesi...qualcuno mi ha consigliato di farla a 3 mesi...qualcun altro infine mi ha detto che posso farla anche tra un anno.
i Miei questiti sono....
1. potrebbe questo subependimoma degenerare e diventare maligno?
2. Qualche neurochirurgo mi ha anche detto che non puo' neanche considerarsi un vero e proprio tumore benigno
3. Infine....nel caso in cui dovesse crescere, come intervento, è molto invasivo, oppure potrebbe essere trattato in endoscopia, trovarsi all'interno del ventricolo laterale sinistro?
 
9 messaggi
Rispondi all’argomento


Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  











NOTIZIE PER LA SALUTE

La scena del crimine rivela i messaggi del criminale

La scena del crimine è senz’altro uno degli elementi più importanti per scoprire...

Quali sono le complicanze del flebolinfedema? Quali sono le complicanze del flebolinfedema?

Le complicanze del flebolinfedema sono: l’erisipela, che e causata da un’infezione dei l...

La malattia venosa e i fattori di rischio

Le vene varicose e l‘ereditarietà. Non è certa l’ereditarietà di qu...

Il rischio coronarico vede ai primi posti i fumatori

Il primo rischio coronarico. Le possibili cause di infarto sono presenti nei soggetti che fumano: il...



TROVA LO SPECIALISTA



ABCsalute S.r.l. ora axélero S.p.A. Copyright 2009 - 2019 ©Tutti i diritti riservati - C.F./Partita IVA IT 07731860966
Sede Legale: via Cartesio, 2 20124 Milano - Cap. Soc. € 68.000,00 i.v - R.E.A. Milano n. 1978319 - N.Telefono +39 02 83623320 - info@axelero.it

Aggiornato al 20/03/2017 - Il sito si finanzia con gli abbonamenti dei medici inserzionisti e non riceve finanziamenti dalla pubblicità o dalla visualizzazione di contenuti commerciali.
Il contenuto editoriale del sito non è influenzato dalle fonti di finanziamento.