Guarda gli argomenti della categoria:  

Autore Messaggio
LUANA83
Utente di ABCsalute.it
Messaggi: 5
salve,
mi trovo dopo 6 anni dall'accaduto di dover ripensare ad una vecchia storia che è durata all'incirca un anno, all'inzio un angelo dopo pochi mesi violenza con le parole e con le mani. Sono riuscita per mia fortuna a sfuggirgli e mi ritrovo ad avere una nuova storia da due anni dove devo riprendere in mano la precedente relazione... motivo... qualche giorno fa per una discussione dove il mio partner mi diceva che non era certo che io lo amassi io l'ho preso a pugni sulla spalla e quasi sul volto si è scanzato per mia fortuna.
Non mi era mai capitato con nessun altro, ma c'è stata un'altra mia reazione sempre con l'attuale compagno dove al suo riferirmi che non era sicuro della mia fedeltà io presa dalla rabbia l'ho scosso e già questo non è un modo di fare che mi riconosco. Mi chiedo se è frutto dalla precedente storia ,quali domande devo pormi a rigurado o se c'è una altra causa ecosa altro posso fare questa mia aggressività???? ...la mia paura è che diventi sempre più grave.Grazie.
 
Dott.ssa Carmela Bosco
WB950
Medico di ABCsalute.it
Avatar utente
Messaggi: 6
Si, cara Luana, è possibile che le tue reazioni siano dovute alla mancata elaborazione della relazione violenza precedente. una relazione violenza mette a dura prova autostima, fiducia nell'altro, rapporto con la propria aggressività. lui non ti crede, come penso non facesse per altri versi il tuo ex, e tu, che nella precedente relazione subivi passivamente le sue accuse, adesso reagisci in modo spropositato..perchè rispondi anche all'ex non solo all'attuale. l'aggressività di per sè non è mai negativa, e forse, tu che non ti riconosci, l'hai sempre troppo repressa. adesso, ti sfugge di mano, ti spaventa, ma puoi imparare a comprende perchè ti fa arrabbiare il fatto che lui non ti creda e imparare ad esprimerla in altro modo. lui conosce la natura della tua relazione precedente?riscontri elementi simili tra lui e il tuo ex?nella tua famiglia di origine ci sono elementi che hanno a che fare con il controllo? pensi ci sia uno squilibrio di potere tra te e lui, come nella relazione precedente o magari all'inverso?sono diversi gli aspetti che si dovrebbero approfondire. in ogni caso potresti considerare la possibilità di rivolgerti ad un esperto anche nel pubblico e nel migliore dei casi risolvere facilmente il tuo problema. oppure chiama il 1522 e verifica se il centro antiviolenza più vicino a te fornisce consulenza psicologica per il tuo tipo di problema. i servizi sono gratuiti.

_________________
Dott.ssa Carmela Bosco
    95100 CATANIA (CT)
    c/o Centro Epoquè Via Stazzone, 225
      carmenbosco@tiscali.it
    http://www.boscocarmela.abcsalute.it
     
    Caruso
    Utente di ABCsalute.it
    Avatar utente
    Messaggi: 14
    Salve Luana, il dubbio che lei si pone riguardo al timore che il suo comportamento di oggi sia conseguente alla violenza subìta in passato ha una sua validità. Gli psicoterapeuti hanno modo di osservarlo quotidianamente nella pratica clinica. Emozioni subìte e non elaborate a livello psichico, tendono a ripresentarsi negli anni, a volte camuffandosi in forme nuove. Capita spesso che incosapevolmente le persone cerchino di dare una soluzione "pratica", immediata, o forse l'unica possibile al momento a situazioni emotivamente importanti e cercano di dimenticare. Questo atteggiamento quando ci sono emozioni forti, ha l'effetto di risolvere il problema solo momentaneamente e spostarlo in avanti. Elaborare l'emozione è importante perchè permette di dare un senso all'accaduto, capire cosa è successo, quali sono stati i propri punti di forza e di debolezza, imparare comportamenti alternativi. Significa anche capire meglio il mondo che viviamo, come ci possano essere uomini violenti e il modo per difendersi. Oppure, se si è uomini, cercare un modo di esprimere il propio essere maschile, senza ricorrere all'aggressività. Se l'ipotesi che lei ha fatto è valida, ci si puo' chiedere quale difesa lei ha messo in atto per superare quel trauma? Incosapevolmente, l'identificazione con l'aggressore, si è trovata a sperimentare su altri comportamenti che rifuta, che la sua coscienza morale condanna.E' questo un meccanismo difensivo tipico che si attiva nelle situazioni di violenza subìta: le persone che sono state vittima di violenza possono, nel tempo, agìre comportamenti violenti. Si diventa piu' forti e ..piu' aggressivi, la forza si confonde con l'aggressività. Luana, direi che sarebbe importante per lei discutere di queste emozioni con un/una brava psicoterapeuta che l'aiuti a comprendere la propria fragilità, anche quella dell'uomo che l'ha violentata nell'animo, oltre che nel corpo.Un abbraccio.

    _________________
    Dott.ssa Mirella Caruso Bologna.
    www.mirellacaruso.it
     
    Dott.ssa Erminia Ida Maria Falzarano
    WB1219
    Medico di ABCsalute.it
    Avatar utente
    Messaggi: 6
    Chiama Gratis
    Cara Luana, quasi sicuramente lei non ha elaborato le dinamiche che si sono instaurate nella relazione precedente e sarebbe quindi opportuno intraprendere un buon percorso terapeutico per poter avviare un processo di consapevolezza e di elaborazione successivamente. Lei si chiede perchè è diventata così aggressiva nei confronti del suo attuale partner e questo sicuramente la spaventa, perchè lei non si riconosce in questi comportamenti; accade spesso però che le vittime di comportamenti aggressivi, dopo tempo per difesa, possono diventare a loro volta degli aggressori e questo anche perchè si diventa, sotto alcuni aspetti, più forti. Non si spaventi, chiedere aiuto ad uno psicologo è il primo passo da fare, tutto il resto verrà da sè. In bocca al lupo!

    _________________
    Dott.ssa Erminia Ida Maria Falzarano
      82011 AIROLA (BN)
      Via Appia, s.n.
      0824835537
      erminia.falzarano@alice.it
    http://www.studiofalzarano.abcsalute.it
     
    Dott.ssa Elena Santomartino
    www2136
    Medico di ABCsalute.it
    Avatar utente
    Messaggi: 17
    Gentile sig.,
    intanto il fatto che continua a riferirsi a una storia finita sei anni fa, indica che tende ad essere ancorata ad un passato che non esiste più, e quindi fuori tempo, con tutte le conseguenze di questo approccio psicologico.
    Poi c'è il fatto della rabbia che esplode. Reprime per mille motivi che si possono supporre, ma ci vuole un colloquio diretto, e poi esplode.
    Le consiglio di rivolgersi ad uno psicoterapeuta.
    Cordiali saluti
    dr. Elena Santomartino

    _________________
    Dott.ssa Elena Santomartino
      31022 Frescada
      Via Bertuol 1
      Tel.04221570891
      e.santomartino@libero.it
    http://www.drsantomartino.abcsalute.it
     
    LUANA83
    Utente di ABCsalute.it
    Messaggi: 5
    Vi ringrazio delle risposte preziose, così tanto preziose che mi hanno portato a prendere il numero di telefono di una brava psicologa e telefonarle in giornata.
    Vi auguro una buona giornata e vi ringrazio tantissimo, il vostro supporto mi ha aiutato a reagire immediatamente.
     
    Dott.ssa Ornella Convertino
    Studio Convertino&Pellegrini

    GRF002
    Medico di ABCsalute.it
    Avatar utente
    Messaggi: 48
    Chiama Gratis
    Gentile Luana,
    è stata molto coraggiosa a raccontare la sua storia e ad affrontare questa situazione. Sicuramente l’esperienza che ha vissuto nella precedente relazione ha avuto un impatto molto forte e profondo su di lei, e porta le sue conseguenze nel rapporto attuale con il suo partner. Emozioni dolorose non riconosciute o elaborate possono portare a riprodurre, in maniera inconsapevole, comportamenti e azioni aggressive, spesso perché interiorizzati come unico “codice” comunicativo con l’altro.
    Le auguro di riuscire a prendere in mano queste emozioni, e poterle finalmente sciogliere e affrontare.

    Cordiali saluti.

    _________________
    Dott.ssa Ornella Convertino
    Studio Convertino&Pellegrini

      20900 Monza
      Corso Milano 30
      Tel.039. 2301179
      convertino.ornella@libero.it
    http://www.psicologia-convertino.abcsalute.it
     
    7 messaggi
    Rispondi all’argomento


    Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  











    NOTIZIE PER LA SALUTE

    GENGIVITE GENGIVITE

    Per gengivite si intende un processo infiammatorio che colpisce le gengive, processo perfettamente r...

    La violenza della coppia portata agli estremi limiti

    La spirale della violenza nella coppia, che interessa la Psicologia Forense, ha un’ultima fase...

    Epifania: pediatra, no a carbone in calza befana per evitare crollo autostima Epifania: pediatra, no a carbone in calza befana per evitare crollo autostima

    Niente brutte sorprese nella calza della befana. Al bando dunque il carbone, per non parlare di agli...

    Violenza nella separazione da parte sia dell’uomo che della donna

    Quando una coppia con figli è in fase di separazione o divorzio, le situazioni ancora irrisol...



    TROVA LO SPECIALISTA

    Dr.ssa Rita Viscovo

    Il Tricologo a Milano Dott.ssa Rita Viscovo, che ha come campo elettivo i proble...

    Hygieia Clinica e Formazione

    L'Istituto di Formazione a Trapani Hygieia svolge un'attività specia...

    Dott. Vincenzo Policreti

    Lo Psicologo Policreti di Terni pratica un metodo terapeutico peculiare che deri...

    Dott.ssa Erminia Ida Maria Falzarano

    Lo Psicologo ad Airola Dott.ssa Erminia Falzarano affronta con i suoi pazienti i...



    ABCsalute S.r.l. ora axélero S.p.A. Copyright 2009 - 2019 ©Tutti i diritti riservati - C.F./Partita IVA IT 07731860966
    Sede Legale: via Cartesio, 2 20124 Milano - Cap. Soc. € 68.000,00 i.v - R.E.A. Milano n. 1978319 - N.Telefono +39 02 83623320 - info@axelero.it

    Aggiornato al 20/03/2017 - Il sito appartiene a un'azienda privata e si finanzia con gli abbonamenti dei medici inserzionisti