Imputabilità e Suprema Corte

clicca per votare







Scritto da

Scripta Firenze Agenzia di comunicazione


Pubblicato il 16/09/2015

Modificato il 03/12/2009

Nell’ambito dell’imputabilità l’ubriachezza e l’assunzione di droghe hanno un ruolo significativo.

 

L'ubriachezza è un’alterazione temporanea e reversibile della capacità della conoscenza e della volontà dovuta all’assunzione di alcolici. Il codice penale, sull’imputabilità dell’ubriaco, distingue:

  •  l'ubriachezza accidentale: deriva da un evento fortuito o da forza maggiore. Se è tale da escludere la capacità d’intendere o di volere il soggetto che compie un reato non è imputabile; se invece non la esclude completamente, il soggetto è imputabile ma la pena è ridotta;
  •  l'ubriachezza volontaria o colposa: è un’alterazione preordinata che pone il soggetto volontariamente in uno stato d’incapacità d’intendere o di volere durante il quale commette un reato. In questo caso l’imputabilità è accertata e la pena aggravata;
  •  l'ubriachezza abituale è il caso di un individuo dedito all’assunzione di sostanze alcoliche e che è frequentemente ubriaco. È imputabile e la pena è aggravata.

 

L’intossicazione cronica da alcol e da stupefacenti si ha, secondo la giurisprudenza della Suprema Corte, quando l'intossicazione abbia un carattere di totale ineliminabilità (diversamente dall’ubriachezza abituale) e sia quindi una patologia psichica.
In questo caso si applica il criterio previsto per il vizio totale di mente perché, chi compie l'azione a causa della cronica intossicazione da alcol o da sostanze stupefacenti, non riacquista in nessuna circostanza la capacità d’intendere o di volere.

 

Il ruolo della medicina forense. L’accertamento dei vari stati di alterazione dovuti a sostanze alcoliche o stupefacenti, in relazione all’imputabilità, è assai complesso e delicato, sebbene recenti apparecchiature consentano, anche alle forze dell’ordine, di accertare, con immediatezza e precisione, lo stato etilico o dovuto a droghe.



Fonti:

- Enciclopedia Giuridica - Ist. della Enciclopedia Italiana fondata da Giovanni Treccani - Ed. 2009 - Autori e riferimenti scientifici: vedi link
- Enciclopedia della Medicina Italiana - UTET - Ed. 2004 - Ideatore coordinatore scientifico Prof. Luciano Vella
- Nuova Enciclopedia Medica - Edizioni Garzanti Libri - Ed. 1987 - AA.VV.
- Trattato di Medicina Legale e Scienze Affini - Editore CEDAM - Ed. 2009 - Autori: Giusti Giusto





Commenti

Attenzione per poter inviare il tuo commento devi effettuare l'accesso con le tue credenziali oppure Registrati
Commenta anche tu

lascia la tua e-mail per ricevere aggiornamenti e notizie



Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di ABCsalute s.r.l. come specificato all' art.3b


   Iscriviti alla Newsletter   
Grazie per esserti registrato alla newsletter di ABCsalute.it

ABCsalute S.r.l. ora axélero S.p.A. Copyright 2009 - 2017 ©Tutti i diritti riservati - C.F./Partita IVA IT 07731860966
Sede Legale: via Cartesio, 2 20124 Milano - Cap. Soc. € 68.000,00 i.v - R.E.A. Milano n. 1978319 - N.Telefono +39 02 84161616 - info@axelero.it

Aggiornato al 22/09/2017