Bioetica e rivoluzione biologica

clicca per votare







Scritto da

Scripta Firenze Agenzia di comunicazione


Pubblicato il 03/12/2009

Modificato il 03/12/2009

È iniziata una delle più importanti rivoluzioni tecnologiche della storia dell’uomo: quella biologica.

 

Le interpretazioni di questo fenomeno oscillano tra speranza e paura: si spera di essere liberati dai gravami delle malattie ma si teme la violenza fatta alla nostra stessa umanità.
Fin dove può arrivare, ci si chiede, la capacità di trasformare e manipolare la nostra specie?

 

I diritti dell’uomo davanti alle manipolazioni della vita e della morte sono messi in discussione.
Forse oltre i diritti tradizionali è necessario formularne di nuovi come quello relativo all’identità genetica. La bioetica esige che l’uomo indichi, tra i progetti possibili, quelli che è giusto realizzare e quelli ai quali è necessario opporsi. Da qui l’urgenza di regole morali e giuridiche.

 

La regolamentazione. Darsi delle norme non significa negare il progresso della scienza e della tecnologia ma riconoscere che esistono obiettivi e valori di importanza primaria che occorre tutelare.
Tra questi la salvaguardia della libertà, della dignità e dell’integrità dell’uomo ma anche la difesa dell’ambiente e la cura della vita animale.

 

La stessa complessità delle questioni affrontate dalla bioetica è rilevante perché implicano aspetti giuridici, sociali, filosofici, psicologici, economici e molti altri.
È quindi essenziale una collaborazione mondiale non solo di studiosi ma anche di persone guidate dal solo buonsenso appartenenti alle famiglie e alla società civile.
La discussione non deve essere limitata al mondo occidentale e l’uso del linguaggio deve essere trasparente abolendo il gergo per iniziati.
L’1% dell’umanità rappresentato dagli scienziati non può decidere per il resto.

 

La tecnologia biomedica manifesta aspetti ambivalenti: è quindi indispensabile per la bioetica produrre un’analisi seria, dettagliata ed equilibrata che rifiuti gli estremismi in modo da consentire scelte razionali e consapevoli.



Fonti:

- Enciclopedia Giuridica - Ist. della Enciclopedia Italiana fondata da Giovanni Treccani - Ed. 2009 - Autori e riferimenti scientifici: vedi link
- Enciclopedia della Medicina Italiana - UTET - Ed. 2004 - Ideatore coordinatore scientifico Prof. Luciano Vella
- Nuova Enciclopedia Medica - Edizioni Garzanti Libri - Ed. 1987 - AA.VV.
- Trattato di Medicina Legale e Scienze Affini - Editore CEDAM - Ed. 2009 - Autori: Giusti Giusto





Commenti

Attenzione per poter inviare il tuo commento devi effettuare l'accesso con le tue credenziali oppure Registrati
Commenta anche tu

lascia la tua e-mail per ricevere aggiornamenti e notizie



Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di ABCsalute s.r.l. come specificato all' art.3b


   Iscriviti alla Newsletter   
Grazie per esserti registrato alla newsletter di ABCsalute.it

ABCsalute S.r.l. - Registrazione al Tribunale di Milano n. 491 del 24.07.2008 - Copyright 2008-2017
© Tutti i diritti riservati - P.I. 06355610962 - Per Informazioni 02.97383387 - info@abcsalute.it - Direttore

Società a socio unico, soggetta a direzione e coordinamento da parte di axélero S.p.A

Progetto di fusione per incorporazione di abcsalute s.r.l. in axélero S.p.A. ai sensi degli artt. 2501-ter e 2505 c.c.

Aggiornato al 28/02/2017