La scena del crimine rivela i messaggi del criminale

clicca per votare







Scritto da

Scripta Firenze Agenzia di comunicazione


Pubblicato il 16/09/2015

Modificato il 03/12/2009

La scena del crimine è senz’altro uno degli elementi più importanti per scoprire l’autore di un reato. Inoltre, la sua accurata analisi è una delle operazioni più delicate e importanti durante un’investigazione.

 

Il luogo dove è stato compiuto un crimine è il punto di congiunzione tra la criminalistica e la criminologia. La prima studia le tecniche di ricerca delle tracce e usa procedure di laboratorio per risalire da queste tracce al responsabile del delitto, mentre la seconda studia i reati, gli autori e le vittime.

 

Il messaggio. La scena del crimine rappresenta una forma di messaggio lasciato da chi ha commesso il delitto, che spesso è l’unico a disposizione per individuare il colpevole. In un’indagine molte volte mancano i testimoni o il movente ma il luogo dove è avvenuto il crimine è sempre a disposizione.

 

Le zone. Per gli investigatori ci sono tre zone a disposizione: la scena del crimine primaria, dov’è avvenuto il fatto delittuoso o dove è stato trovato il cadavere, la scena del crimine secondaria, ossia quel luogo, vicino alla scena del crimine primaria, dove è molto probabile che il criminale abbia compiuto delle azioni o la vittima abbia agito prima di soccombere. Infine abbiamo le zone di interesse investigativo, dove l’autore del reato è sicuramente transitato.

 

Il tempo del crimine. Il tempo della presenza del criminale sul luogo del delitto è importante. Quando il passaggio e la presenza sono stati significativi, anche se non vi sono state azioni dirette da parte dell’autore, è statisticamente probabile che vi abbia lasciato una traccia, per esempio una formazione pilifera.

 

La zona “tiepida”. Si tratta di una zona, situata nelle adiacenze della scena del crimine, che è anch’essa importante. Nel caso di un crimine avvenuto in un appartamento, si tratta del pianerottolo, dove gli operatori della Polizia scientifica dovranno indossare le idonee protezioni prima di "varcare la soglia”.

 

Definita la scena del crimine, in maniera spaziale e temporale, si può passare alla sua analisi.



Fonti:

- Enciclopedia Giuridica - Ist. della Enciclopedia Italiana fondata da Giovanni Treccani - Ed. 2009 - Autori e riferimenti scientifici: vedi link
- Enciclopedia della Medicina Italiana - UTET - Ed. 2004 - Ideatore coordinatore scientifico Prof. Luciano Vella
- Nuova Enciclopedia Medica - Edizioni Garzanti Libri - Ed. 1987 - AA.VV.
- Trattato di Medicina Legale e Scienze Affini - Editore CEDAM - Ed. 2009 - Autori: Giusti Giusto





Commenti

Attenzione per poter inviare il tuo commento devi effettuare l'accesso con le tue credenziali oppure Registrati
Commenta anche tu

Articoli

lascia la tua e-mail per ricevere aggiornamenti e notizie



Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di ABCsalute s.r.l. come specificato all' art.3b


   Iscriviti alla Newsletter   
Grazie per esserti registrato alla newsletter di ABCsalute.it

ABCsalute S.r.l. ora axélero S.p.A. Copyright 2009 - 2017 ©Tutti i diritti riservati - C.F./Partita IVA IT 07731860966
Sede Legale: via Cartesio, 2 20124 Milano - Cap. Soc. € 68.000,00 i.v - R.E.A. Milano n. 1978319 - N.Telefono +39 02 84161616 - info@axelero.it

Aggiornato al 26/05/2017