Indietro

Sterilizzazione chimica: i radicali liberi la mantengono per 12 mesi

clicca per votare







Scritto da

Scripta Firenze Agenzia di comunicazione


Pubblicato il 16/09/2015

Modificato il 03/12/2009

Un mezzo di sterilizzazione chimica in uso è l’ossido di etilene o etossido (ETO). È usato quasi solo in ambito ospedaliero data la sua pericolosità: è infatti un gas esplosivo e infiammabile. L'ETO è incluso nella Legislazione dei gas tossici; la sua detenzione e il suo utilizzo sono regolamentati dal RD 147 del 1927 e dalle circolari del Ministero della Sanità del 1981 e del 1983.

 

L’etossido ha la proprietà di impregnare a lungo gli oggetti trattati.  Perciò, per evitare danni all'organismo, prima di usare questi oggetti è necessario ventilarli fino alla completa eliminazione dello sterilizzante. Il meccanismo d'azione sostituisce un atomo di idrogeno con un gruppo alchilico nei sulfidrilici, aminici, carbossilici, fenolici ed idrossilici delle spore e delle cellule vegetative. Tale processo uccide il microorganismo.

 

Altri mezzi chimici usati sono la glutaldeide e l’acido paracetico. La formaldeide è stata eliminata dagli sterilizzanti perché è sospetta di essere cancerogena.

 

Il Gas Plasma rappresenta una delle tecniche più evolute per la sterilizzazione chimica: consiste nell'applicazione di perossido di idrogeno allo stato gassoso favorito da un forte campo elettrico.  Questo porta il perossido allo stato di plasma eliminando gli elettroni e generando radicali liberi.  I radicali sono fortemente germicidi andando a danneggiare notevolmente le membrane cellulari. Il vantaggio di questo tipo di sterilizzazione chimica è dovuto al fatto che preserva la sterilità fino a 12 mesi. Il gas plasma non è tossico (genera solo acqua e ossigeno), ha una temperatura operativa molto bassa, intorno ai 40-45 °C e può essere utilizzato praticamente su ogni materiale, compreso stoffe e composti, che assorbe il perossido.



Fonti:

- Enciclopedia Giuridica - Ist. della Enciclopedia Italiana fondata da Giovanni Treccani - Ed. 2009 - Autori e riferimenti scientifici: vedi link
- Enciclopedia della Medicina Italiana - UTET - Ed. 2004 - Ideatore coordinatore scientifico Prof. Luciano Vella
- Nuova Enciclopedia Medica - Edizioni Garzanti Libri - Ed. 1987 - AA.VV.
- Trattato di Medicina Legale e Scienze Affini - Editore CEDAM - Ed. 2009 - Autori: Giusti Giusto





Commenti

  • Avatar
    il 27/08/2014

    roberto.stasi.902_FB ha commentato:


    Manca l'argento nano in questa informazione

Attenzione per poter inviare il tuo commento devi effettuare l'accesso con le tue credenziali oppure Registrati
Commenta anche tu

lascia la tua e-mail per ricevere aggiornamenti e notizie



Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di ABCsalute s.r.l. come specificato all' art.3b


   Iscriviti alla Newsletter   
Grazie per esserti registrato alla newsletter di ABCsalute.it

ABCsalute S.r.l. ora axélero S.p.A. Copyright 2009 - 2017 ©Tutti i diritti riservati - C.F./Partita IVA IT 07731860966
Sede Legale: via Cartesio, 2 20124 Milano - Cap. Soc. € 68.000,00 i.v - R.E.A. Milano n. 1978319 - N.Telefono +39 02 84161616 - info@axelero.it

Aggiornato al 23/09/2017