Indietro

Il mobbing di recente è stato preso sul serio

clicca per votare







Scritto da

Scripta Firenze Agenzia di comunicazione


Pubblicato il 16/09/2015

Modificato il 03/12/2009

II termine psichiatria forense (dal latino forum) significa “psichiatria attinente ai tribunali o alla discussione pubblica”. Questa branca delle medicina forense si occupa dei disturbi mentali nella misura in cui si riferiscono ai principi legali e ai codici.

 

Lo psichiatra forense ha il compito di valutare una persona per raccogliere informazioni a favore della parte in causa per la quale è impegnato. Ha anche il ruolo di testimone professionale in qualità di esperto o di perito.
Spesso ambedue le parti in causa vogliono disporre di un perito per la nota battaglia tra periti che contrappongono i loro pareri in giudizio.

 

Mobbing e patologie psichiatriche. Una delle situazioni nelle quali sovente è richiesto il supporto della psichiatria forense è quella che riguarda le cause di lavoro con la valutazione del danno biologico di natura psichiatrica. Un caso particolare è quello del mobbing.

 

Cos’è il mobbing? Il caso esemplare di mobbing è quello relativo ad azioni condotte nell’ambiente di lavoro per destabilizzare i rapporti di autorità creando nel dipendente condizioni di disagio che in molti casi sono finalizzate alla sua richiesta di dimissioni nelle aziende nelle quali vige la legge della giusta causa.

 

Le forme di mobbing. Quelle più frequenti sono il rimprovero sistematico senza ragioni obiettive, la critica infondata di fronte a terzi, la negazione di promozioni, le allusioni sessuali, l’inasprimento fisico delle condizioni di lavoro, l’isolamento dal contesto lavorativo, l’istigazione al dileggio nei confronti della vittima, la sottrazione dei livelli di responsabilità, la negazione di gratifiche consuetudinarie.

 

La valutazione clinica psichiatrica delle patologie causate dal mobbing è complessa. Ci si può infatti trovare di fronte a chi ha un disturbo psicopatologico certamente derivato dal mobbing; ci sono però anche casi di pazienti, già affetti da qualche patologia psichiatrica, di soggetti “vulnerabili” o di chi ha presentato in passato un disturbo psichiatrico che può essere riacutizzato dal mobbing.



Fonti:

- Enciclopedia Giuridica - Ist. della Enciclopedia Italiana fondata da Giovanni Treccani - Ed. 2009 - Autori e riferimenti scientifici: vedi link
- Enciclopedia della Medicina Italiana - UTET - Ed. 2004 - Ideatore coordinatore scientifico Prof. Luciano Vella
- Nuova Enciclopedia Medica - Edizioni Garzanti Libri - Ed. 1987 - AA.VV.
- Trattato di Medicina Legale e Scienze Affini - Editore CEDAM - Ed. 2009 - Autori: Giusti Giusto





Commenti

Attenzione per poter inviare il tuo commento devi effettuare l'accesso con le tue credenziali oppure Registrati
Commenta anche tu

Articoli

lascia la tua e-mail per ricevere aggiornamenti e notizie



Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di ABCsalute s.r.l. come specificato all' art.3b


   Iscriviti alla Newsletter   
Grazie per esserti registrato alla newsletter di ABCsalute.it

ABCsalute S.r.l. - Registrazione al Tribunale di Milano n. 491 del 24.07.2008 - Copyright 2008-2017
© Tutti i diritti riservati - P.I. 06355610962 - Per Informazioni 02.97383387 - info@abcsalute.it - Direttore

Società a socio unico, soggetta a direzione e coordinamento da parte di axélero S.p.A

Progetto di fusione per incorporazione di abcsalute s.r.l. in axélero S.p.A. ai sensi degli artt. 2501-ter e 2505 c.c.

Aggiornato al 26/02/2017