Vaccini e contagio

clicca per votare







Scritto da

Scripta Firenze Agenzia di comunicazione


Pubblicato il 16/09/2015

Modificato il 03/12/2009

I vaccini nella legislazione italiana, insieme alla prevenzione sanitaria, sono trattati ampiamente.

 

Leggi sugli Indennizzi ai Soggetti danneggiati da vaccinazioni irreversibilmente.
Il Ministero della Salute, attraverso l’Ufficio VIII della Direzione della Programmazione Sanitaria, eroga gli indennizzi ai soggetti danneggiati in modo irreversibile da vaccinazioni, trasfusioni e somministrazione di emoderivati infetti, ai sensi della Legge 210/92 Legge 25 Febbraio 1992, n. 210 (in Gazzetta Ufficiale, 6 Marzo, n. 55) e successive modificazioni.
Un ulteriore rimborso per le stesse motivazioni si può ottenere avvalendosi della legge 229/2005.

 

Le vaccinazioni obbligatorie. Il loro scopo è la tutela della salute pubblica e quella del singolo cittadino. Nel caso di malattie epidemiche, la libertà di cura del singolo si concilia con il dovere delle autorità sanitarie di evitare il propagarsi di virus pericolosi per la salute della popolazione.

 

La libertà di cura. Secondo tale principio la decisione ultima sull'adozione di una terapia spetta esclusivamente al paziente e al suo medico curante, con la clausola che tale medico non sia imposto dallo Stato, ma possa essere liberamente scelto o sostituito dal paziente. Questo principio riguarda interventi chirurgici, la somministrazione di medicinali e vaccini, l'adozione di misure preventive per la malattia.

 

Le malattie trasmissibili. I pazienti che ne sono affetti, se non adottano le cure a disposizione e le misure necessarie a evitare il contagio di altre persone, e se in particolare non avvertono dei rischi legati alla loro malattia, assumono una responsabilità penale nei confronti delle altre vittime del contagio.

 

La medicina legale ha quindi un ruolo essenziale nella determinazione degli eventuali danni da somministrazione di vaccini ma anche delle responsabilità penali del paziente che contribuisca in modo criminoso alla diffusione di un contagio. La liberta di cura sancita dalla Costituzione deve conciliarsi con il bene comune.



Fonti:

- Enciclopedia Giuridica - Ist. della Enciclopedia Italiana fondata da Giovanni Treccani - Ed. 2009 - Autori e riferimenti scientifici: vedi link
- Enciclopedia della Medicina Italiana - UTET - Ed. 2004 - Ideatore coordinatore scientifico Prof. Luciano Vella
- Nuova Enciclopedia Medica - Edizioni Garzanti Libri - Ed. 1987 - AA.VV.
- Trattato di Medicina Legale e Scienze Affini - Editore CEDAM - Ed. 2009 - Autori: Giusti Giusto





Commenti

Attenzione per poter inviare il tuo commento devi effettuare l'accesso con le tue credenziali oppure Registrati
Commenta anche tu

lascia la tua e-mail per ricevere aggiornamenti e notizie



Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di ABCsalute s.r.l. come specificato all' art.3b


   Iscriviti alla Newsletter   
Grazie per esserti registrato alla newsletter di ABCsalute.it

ABCsalute S.r.l. - Registrazione al Tribunale di Milano n. 491 del 24.07.2008 - Copyright 2008-2017
© Tutti i diritti riservati - P.I. 06355610962 - Per Informazioni 02.97383387 - info@abcsalute.it - Direttore

Società a socio unico, soggetta a direzione e coordinamento da parte di axélero S.p.A

Progetto di fusione per incorporazione di abcsalute s.r.l. in axélero S.p.A. ai sensi degli artt. 2501-ter e 2505 c.c.

Aggiornato al 23/02/2017