Indietro

L'aborto spontaneo esclude un intervento esterno

clicca per votare







Scritto da

Scripta Firenze Agenzia di comunicazione


Pubblicato il 16/09/2015

Modificato il 11/12/2009

Tra i vari casi di interruzione di gravidanza, l'aborto spontaneo è molto più frequente di quanto comunemente si ritenga perché assomma a circa il 15% delle gravidanze, anche se questa è una stima probabilmente per difetto perché molte interruzioni spontanee passano inosservate, senza che diventino un problema clinico.

 

Il periodo più rischioso. Il maggiore rischio si ha nel primo trimestre di gestazione.

 

L'aborto ripetuto (due casi di aborto) interessa il 3% delle coppie che cercano di avere figli. L'1% delle coppie ha avuto almeno tre casi di aborto consecutivi (aborto ricorrente). Nel 12% dei casi clinicamente riconosciuti la madre ha meno di 20 anni, nel 26% più di quaranta.

 

L’aborto spontaneo è l'interruzione di una gravidanza non provocata da un intervento esterno. Questa interruzione causa perdite di sangue e contrazioni uterine. La gravidanza può tuttavia interrompersi anche senza sintomi particolari: è il caso dell’aborto interno quando l’embrione rimane nell’utero con la cervice chiusa anche se il suo battito cardiaco è assente. Appartiene a questa categoria anche la gravidanza anembrionica (“uovo chiaro”) che vede la presenza della camera gestionale ma non dell’embrione.

 

Le cause dell’ aborto spontaneo. Sono riconducibili a:

• utero anomalo (utero setto, bicorne, con presenza di fibroma, ecc.)
• incontinenza cervicale
• patologie endocrine e immunitarie
• malattie infettive
• malnutrizione
• abuso di droga / alcol / farmaci
• età materna a rischio (sotto i 20 anni e sopra i 35)

 

Gli effetti psicologici. In qualsiasi periodo della gestazione avvenga, un aborto spontaneo è traumatico e può essere vissuto come un lutto. Ne consegue il possibile rifiuto di altre gravidanze e la depressione.



Fonti:

- Enciclopedia Giuridica - Ist. della Enciclopedia Italiana fondata da Giovanni Treccani - Ed. 2009 - Autori e riferimenti scientifici: vedi link
- Enciclopedia della Medicina Italiana - UTET - Ed. 2004 - Ideatore coordinatore scientifico Prof. Luciano Vella
- Nuova Enciclopedia Medica - Edizioni Garzanti Libri - Ed. 1987 - AA.VV.
- Trattato di Medicina Legale e Scienze Affini - Editore CEDAM - Ed. 2009 - Autori: Giusti Giusto





Commenti

Attenzione per poter inviare il tuo commento devi effettuare l'accesso con le tue credenziali oppure Registrati
Commenta anche tu

lascia la tua e-mail per ricevere aggiornamenti e notizie



Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di ABCsalute s.r.l. come specificato all' art.3b


   Iscriviti alla Newsletter   
Grazie per esserti registrato alla newsletter di ABCsalute.it

ABCsalute S.r.l. ora axélero S.p.A. Copyright 2009 - 2017 ©Tutti i diritti riservati - C.F./Partita IVA IT 07731860966
Sede Legale: via Cartesio, 2 20124 Milano - Cap. Soc. € 68.000,00 i.v - R.E.A. Milano n. 1978319 - N.Telefono +39 02 84161616 - info@axelero.it

Aggiornato al 26/05/2017