Assassino seriale e fantasie morbose

clicca per votare







Scritto da

Scripta Firenze Agenzia di comunicazione


Pubblicato il 16/09/2015

Modificato il 03/12/2009

L’assassino seriale per le caratteristiche del suo comportamento delittuoso è analizzato dalla Criminologia Forense sotto l’aspetto psicopatologico.

 

La difesa del serial killer in giudizio. Per il carattere morboso, psicopatico e sociopatico del comportamento dell’assassino seriale, viene spesso invocata l’infermità mentale.
Questa linea di difesa fallisce nel sistema giudiziario degli USA, dove l’infermità mentale è riconosciuta solo se il criminale nel momento del delitto non era in grado di distinguere il bene dal male.
Poiché in genere il serial killer premedita i propri delitti è chiaro che infermità mentale e accurata premeditazione non possono andare d’accordo.

 

Come si forma l’assassino seriale. Molti assassini seriali hanno delle disfunzioni di fondo.
Spesso hanno subito maltrattamenti da bambini, sia fisici, sia psichici, sia sessuali ma non sempre.
Si da tuttavia il caso di chi veniva malmenato, deriso dal padre come "femminella" e definito omosessuale da adulto che, come serial killer, ha stuprato e torturato ragazzi insultandoli come faceva il padre con lui.

 

La fantasia. L’assassino seriale spesso inizia, già nell’adolescenza, a fantasticare sull’assassinio. Nella sua vita immaginaria, che sogna ad occhi aperti in modo compulsivo, si vede dominare e uccidere persone.
Queste fantasie hanno spesso connotati specifici che diventeranno evidenti nei crimini reali.

 

Le letture. Alcuni serial killer si sono formati con la lettura delle opere del Marchese de Sade (dal cui nome deriva il termine sadismo), zeppe di stupri, torture e omicidi.
Molti fanno uso della pornografia, spesso del tipo violento che riguarda il bondage (costrizione sessuale).
Altri sono stati addirittura affascinati dalla Bibbia (Libro dell’Apocalisse).



Fonti:

- Enciclopedia Giuridica - Ist. della Enciclopedia Italiana fondata da Giovanni Treccani - Ed. 2009 - Autori e riferimenti scientifici: vedi link
- Enciclopedia della Medicina Italiana - UTET - Ed. 2004 - Ideatore coordinatore scientifico Prof. Luciano Vella
- Nuova Enciclopedia Medica - Edizioni Garzanti Libri - Ed. 1987 - AA.VV.
- Trattato di Medicina Legale e Scienze Affini - Editore CEDAM - Ed. 2009 - Autori: Giusti Giusto





Commenti

Attenzione per poter inviare il tuo commento devi effettuare l'accesso con le tue credenziali oppure Registrati
Commenta anche tu

lascia la tua e-mail per ricevere aggiornamenti e notizie



Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di ABCsalute s.r.l. come specificato all' art.3b


   Iscriviti alla Newsletter   
Grazie per esserti registrato alla newsletter di ABCsalute.it

ABCsalute S.r.l. - Registrazione al Tribunale di Milano n. 491 del 24.07.2008 - Copyright 2008-2017
© Tutti i diritti riservati - P.I. 06355610962 - Per Informazioni 02.97383387 - info@abcsalute.it - Direttore

Società a socio unico, soggetta a direzione e coordinamento da parte di axélero S.p.A

Progetto di fusione per incorporazione di abcsalute s.r.l. in axélero S.p.A. ai sensi degli artt. 2501-ter e 2505 c.c.

Aggiornato al 20/02/2017