L'assassino seriale è enfatizzato dai mass media

clicca per votare







Scritto da

Scripta Firenze Agenzia di comunicazione


Pubblicato il 16/09/2015

Modificato il 04/12/2009

La presenza territoriale dell’assassino seriale è controversa.

 

Le statistiche. Il numero degli assassini seriali presenti in un certo territorio è controverso. Si passa facilmente da valutazioni riduttive a quotazioni esagerate. Resta comunque sempre dubbio quali siano i delitti attribuibili a questo tipo di criminali e la loro effettiva attività che potrebbe essere stata interrotta da morte, suicidio o anche detenzione per altri reati.

 

I mass media. Alcuni hanno affermato che chi studia o scrive sugli assassini seriali, sia esso impegnato in una professione legale o di giornalista, abbia un interesse nascosto nell'esagerare la minaccia di tali soggetti.

 

Dove sono presenti. Sembra ci siano molti più serial killer attivi nelle nazioni occidentali sviluppate che altrove. Le ragioni potrebbero essere:
• Le investigazioni sono più efficaci migliori nelle nazioni sviluppate. Le vittime di uno stesso assassino seriale sono più rapidamente collegate fra loro e l'arresto del colpevole più probabile. 
• Le nazioni sviluppate hanno mezzi d’informazione altamente competitivi, quindi i casi sono riportati più velocemente.
• Gli Stati totalitari operavano una censura rigorosa sui mezzi d’informazione che non potevano divulgare notizie sugli omicidi seriali. Solo negli ultimi decenni gli USA e l’Europa occidentale sono riusciti a fare abolire questa censura.

 

Il caso Chikatilo. Un esempio di censura è il caso dell'Ucraina con l’assassino seriale Andrei Chikatilo (lo squartatore di Rostov, 1936-1994, 53 vittime).
Le sue attività furono scarsamente investigate dalla polizia a causa dell'idea che solo nelle ipoteticamente corrotte nazioni capitaliste occidentali tale tipo di assassini proliferasse.



Fonti:

- Enciclopedia Giuridica - Ist. della Enciclopedia Italiana fondata da Giovanni Treccani - Ed. 2009 - Autori e riferimenti scientifici: vedi link
- Enciclopedia della Medicina Italiana - UTET - Ed. 2004 - Ideatore coordinatore scientifico Prof. Luciano Vella
- Nuova Enciclopedia Medica - Edizioni Garzanti Libri - Ed. 1987 - AA.VV.
- Trattato di Medicina Legale e Scienze Affini - Editore CEDAM - Ed. 2009 - Autori: Giusti Giusto





Commenti

Attenzione per poter inviare il tuo commento devi effettuare l'accesso con le tue credenziali oppure Registrati
Commenta anche tu

lascia la tua e-mail per ricevere aggiornamenti e notizie



Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di ABCsalute s.r.l. come specificato all' art.3b


   Iscriviti alla Newsletter   
Grazie per esserti registrato alla newsletter di ABCsalute.it

ABCsalute S.r.l. ora axélero S.p.A. Copyright 2009 - 2017 ©Tutti i diritti riservati - C.F./Partita IVA IT 07731860966
Sede Legale: via Cartesio, 2 20124 Milano - Cap. Soc. € 68.000,00 i.v - R.E.A. Milano n. 1978319 - N.Telefono +39 02 84161616 - info@axelero.it

Aggiornato al 24/10/2017