Indietro

Analisi del sangue per evidenziare da infiammazioni a disfunzioni epatiche

clicca per votare







Scritto da

Scripta Firenze Agenzia di comunicazione


Pubblicato il 16/09/2015

Modificato il 04/12/2009

VES - VELOCITÀ DI ERITRO SEDIMENTAZIONE: L’analisi del sangue detta VES in pratica calcola il tempo necessario perché la parte solida del sangue (globuli rossi) si separi da quella liquida (plasma).

 

Valori normali
donne: da 0 a 20 mm/ora circa; oltre i 50 anni: da 0 a 30 mm/ora circa.
uomini: da 0 a 10 mm/ora circa; oltre i 50 anni: da 0 a 20 mm/ora circa.
Non si tratta di valori molto precisi in quanto la VES può essere normale anche se l’infezione è già in atto, oppure può risultare elevata quando ormai si è già guariti e quindi è più che mai necessario il parere del medico.

 

Cause di valori superiori alla media. Possono essere: artrite reumatoide, epatopatie, gravidanza, infarto cardiaco, infezioni, infiammazioni, insufficienza renale, leucemie, morbo di Hodgkin, neoplasie maligne, shock, TBC, tiroidite di Hashimoto, toxoplasmosi.

 

Cause di valori inferiori alla media. Possono essere: allergie, microcitemie, neoplasie terminali, policitemie, uso di steroidi e anticoagulanti.

 

TEMPO DI PROTROMBINA (PT)
L’analisi del sangue detta Tempo di protrombina stabilisce il buon funzionamento di uno dei meccanismi della coagulazione.

 

Ratio: rappresenta il rapporto tra la capacità di coagulare del sangue esaminato e la capacità di coagulare di un sangue standard usato come riferimento. La capacità di coagulare del sangue in esame viene raffrontata con quella di un sangue che coagula perfettamente: il risultato che si ottiene nasce da questo rapporto.

 

INR (International Normalised Ratio): questa sigla ha lo stesso significato della Ratio ma viene sempre aggiunta a quest'ultima perché è un'unità di misura più universalmente riconosciuta.

Valore normale dell’INR: da 0,90 a 1,20.

A volte come unità di misura si utilizzano i secondi e nel soggetto normale il tempo di protrombina (PT) è di 12-15 secondi.

Un valore maggiore indica un'alterazione del processo di coagulazione del sangue, causata da difetti congeniti, da una malattia del fegato, da alcune anemie o dall'uso di medicine ad azione anticoagulante.



Fonti:

- Enciclopedia Giuridica - Ist. della Enciclopedia Italiana fondata da Giovanni Treccani - Ed. 2009 - Autori e riferimenti scientifici: vedi link
- Enciclopedia della Medicina Italiana - UTET - Ed. 2004 - Ideatore coordinatore scientifico Prof. Luciano Vella
- Nuova Enciclopedia Medica - Edizioni Garzanti Libri - Ed. 1987 - AA.VV.
- Trattato di Medicina Legale e Scienze Affini - Editore CEDAM - Ed. 2009 - Autori: Giusti Giusto





Commenti

Attenzione per poter inviare il tuo commento devi effettuare l'accesso con le tue credenziali oppure Registrati
Commenta anche tu

lascia la tua e-mail per ricevere aggiornamenti e notizie



Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di ABCsalute s.r.l. come specificato all' art.3b


   Iscriviti alla Newsletter   
Grazie per esserti registrato alla newsletter di ABCsalute.it

ABCsalute S.r.l. ora axélero S.p.A. Copyright 2009 - 2017 ©Tutti i diritti riservati - C.F./Partita IVA IT 07731860966
Sede Legale: via Cartesio, 2 20124 Milano - Cap. Soc. € 68.000,00 i.v - R.E.A. Milano n. 1978319 - N.Telefono +39 02 84161616 - info@axelero.it

Aggiornato al 22/09/2017