Indietro

Entomologia forense: studia gli insetti in rapporto al cadavere

clicca per votare







Scritto da

Scripta Firenze Agenzia di comunicazione


Pubblicato il 16/09/2015

Modificato il 03/12/2009

L’entomologia forense studia il rapporto tra gli insetti e i rilievi necessari per ricostruire
nel tempo eventi traumatici o delittuosi.
In tutti i casi di rinvenimento di cadavere, il medico legale deve infatti stimare nel modo più preciso possibile non solo le cause del decesso ma anche la data e l’ora della morte.

 

Gli insetti che interessano specificatamente il settore dell’entomologia forense sono le calliforidi, famiglia di mosche che conta più di 1000 specie conosciute nel mondo, ma “solo” 52 fortunatamente permettono di determinare, con una certa precisione, l’intervallo post mortem.

 

Datare la morte. Di fatto, quando i lividi cadaverici sono scomparsi, la data della morte
dell’individuo è pressoché impossibile da determinare. Il moderno metodo entomologico forense può tuttavia permettere di datare la morte con un margine di errore di 24 ore, anche dopo diversi giorni dal ritrovamento.

 

La microfauna. Alcuni insetti partecipano al riciclaggio, nel nostro ecosistema, della materia organica in putrefazione e partecipano quindi attivamente al decadimento cadaverico alimentandosi delle sue parti in decomposizione.

 

Lo scopo principale dell’entomologia forense è quindi la determinazione, con gli elementi desumibili dallo studio degli insetti rinvenuti sul cadavere o nelle sue immediate vicinanze, dell’epoca e del luogo del decesso.
Rimane comunque fondamentale valutare, se possibile, anche la temperatura del corpo, la rigidità e i lividi cadaverici e usare metodi istologici, istochimici, chimici e batteriologici.

 

Otto squadre di insetti, sembra accertato, si succedono in modo regolare su un cadavere, fornendo importanti informazioni temporali. Ogni analisi medico-legale è comunque un caso a sé e la conoscenza territoriale della fauna di ciascuna regione, al momento di una datazione post mortem, risulta essenziale.



Fonti:

- Enciclopedia Giuridica - Ist. della Enciclopedia Italiana fondata da Giovanni Treccani - Ed. 2009 - Autori e riferimenti scientifici: vedi link
- Enciclopedia della Medicina Italiana - UTET - Ed. 2004 - Ideatore coordinatore scientifico Prof. Luciano Vella
- Nuova Enciclopedia Medica - Edizioni Garzanti Libri - Ed. 1987 - AA.VV.
- Trattato di Medicina Legale e Scienze Affini - Editore CEDAM - Ed. 2009 - Autori: Giusti Giusto





Commenti

Attenzione per poter inviare il tuo commento devi effettuare l'accesso con le tue credenziali oppure Registrati
Commenta anche tu

lascia la tua e-mail per ricevere aggiornamenti e notizie



Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di ABCsalute s.r.l. come specificato all' art.3b


   Iscriviti alla Newsletter   
Grazie per esserti registrato alla newsletter di ABCsalute.it

ABCsalute S.r.l. - Registrazione al Tribunale di Milano n. 491 del 24.07.2008 - Copyright 2008-2017
© Tutti i diritti riservati - P.I. 06355610962 - Per Informazioni 02.97383387 - info@abcsalute.it - Direttore

Società a socio unico, soggetta a direzione e coordinamento da parte di axélero S.p.A

Progetto di fusione per incorporazione di abcsalute s.r.l. in axélero S.p.A. ai sensi degli artt. 2501-ter e 2505 c.c.

Aggiornato al 25/02/2017