La biologia forense interpreta le tracce

clicca per votare







Scritto da

Scripta Firenze Agenzia di comunicazione


Pubblicato il 16/09/2015

Modificato il 03/12/2009

La biologia forense è un’attività di laboratorio che ricerca e raccoglie le tracce per ricostruire il fatto traumatico o delittuoso. Determina la natura delle tracce, precisa il sesso della vittima o dell'assassino e ne classifica il DNA.

 

La scena del crimine. Al contrario di quanto appare nella serie televisiva di grande successo C.S.I., in realtà un sopralluogo giudiziario può anche portar via un centinaio di ore di lavoro. L’analisi accurata dello scenario richiede la collaborazione di personale altamente qualificato nell'ambito delle investigazioni scientifiche, in primis il biologo forense, poi i profiler, gli psichiatri, gli psicologi e i criminologi.
Inoltre, con apparati ad alta tecnologia, si procede all’analisi balistica, dattiloscopica, fonica e grafica (comparazioni vocali e studio o analisi per appurare l'autenticità o la falsità di documenti).

 

La schedatura del DNA. Anche se ampiamente accettata in altri paesi (es. USA) perché considerata uno strumento importante per la lotta al crimine, in Italia un rigido concetto di privacy, limita questa possibilità.
È tuttavia prevedibile che di fronte alla disponibilità del DNA, si troverà una soluzione che elimini gli eventuali inconvenienti reali o presunti.
Chi si oppone nella schedatura dovrebbe considerare ad esempio che, con questo strumento, molti stupratori che oggi rimangono impuniti potrebbero essere individuati.

 

La procedura delle analisi. Per essere quanto più vicini alla verità le analisi della biologia forense sono affidate ad operatori diversi (test cieco), per cui ogni professionista non conosce il risultato degli altri.
Solo quando i dati coincidono, si può parlare di risultati attendibili.
In tal modo è evitato, per quanto possibile, l'errore "tecnico".



Fonti:

- Enciclopedia Giuridica - Ist. della Enciclopedia Italiana fondata da Giovanni Treccani - Ed. 2009 - Autori e riferimenti scientifici: vedi link
- Enciclopedia della Medicina Italiana - UTET - Ed. 2004 - Ideatore coordinatore scientifico Prof. Luciano Vella
- Nuova Enciclopedia Medica - Edizioni Garzanti Libri - Ed. 1987 - AA.VV.
- Trattato di Medicina Legale e Scienze Affini - Editore CEDAM - Ed. 2009 - Autori: Giusti Giusto





Commenti

  • il 06/02/2015

    alfio83 ha commentato:


    buon giorno mi chiamo alfio 31 anni della provincia napoli da 10 anni la mia VITA E TORMENTATA DA DOLORI SOTTO MANDIBOLARE ARTOSI CERVICALE DEL FORAME C3 C4 HO PASSATO DA MEDICI A TANTISSIMI SPECIALISTI NINTE HO ANCHE LINFONODI REATTIVI EDA UN SOLO LATO SINISTRO PARTE CERVICO SOTTO MANDIBOLARE I MIE SINTOMI SONO RILEVATI DA UNA FORTE INFIAMMAZIONE LUNGO TRATTO CERVICALE SINISTRO SOTTO MANDIBOLARI SEMPRE SX NON RIESCO A VIVERE GIORNATE SERENE CON QUESTE INFIAMMAZIONI CHE SI SENTONO SCRICCHIOLI

Attenzione per poter inviare il tuo commento devi effettuare l'accesso con le tue credenziali oppure Registrati
Commenta anche tu

Articoli

lascia la tua e-mail per ricevere aggiornamenti e notizie



Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di ABCsalute s.r.l. come specificato all' art.3b


   Iscriviti alla Newsletter   
Grazie per esserti registrato alla newsletter di ABCsalute.it

ABCsalute S.r.l. ora axélero S.p.A. Copyright 2009 - 2017 ©Tutti i diritti riservati - C.F./Partita IVA IT 07731860966
Sede Legale: via Cartesio, 2 20124 Milano - Cap. Soc. € 68.000,00 i.v - R.E.A. Milano n. 1978319 - N.Telefono +39 02 84161616 - info@axelero.it

Aggiornato al 23/10/2017