Indietro

Odontologia forense: dall'impronta dentale risale all'identità

clicca per votare







Scritto da

Scripta Firenze Agenzia di comunicazione


Pubblicato il 16/09/2015

Modificato il 03/12/2009

L’odontologia forense è una scienza che si occupa di applicare a indagini forensi le conoscenze specifichee relative al cavo orale.

 

L’odontologo forense. Quando l’apparato stomatognatico può fornire elementi utili alla gestione di indagini o processi, entra in campo l’odontologia forense. Il magistrato interpella quindi un odontoiatra che, con le sue conoscenze istologiche, anatomiche, fisiologiche, patologiche e terapeutiche sui denti e sui tessuti limitrofi, può fornire elementi di giudizio.

 

Le caratteristiche professionali. L’odontologo forense deve essere in grado di recuperare il materiale da studiare grazie alle sue conoscenze delle procedure in materia di sopralluoghi, alle sue nozioni di archeologia forense, alla sua capacità di rilievo fotografico e topografico.

 

Odontologia forense e informatica. La preparazione e l’esperienza informatiche permettono di avere accesso agli attuali software, soprattutto per l’elaborazione delle immagini, ormai indispensabili in questa professione.

 

Le principali attività consistono nell’identificazione di cadaveri, nella valutazione dell’età di salme o di soggetti in vita, nello studio di resti scheletrici per diagnosi di specie, sesso e razza, nell’individuazione di stigmate etno-culturali o occupazionali.

 

La morsicatura. Un’impronta di morsicatura utile a scopi forensi è un’alterazione fisica o una lesione con alcune caratteristiche dell’apparato stomatognatico che l’ha provocata. Si può rinvenire su oggetti o cibi presenti sulla scena del crimine, sulla cute di un cadavere o di una persona aggredita e la sua utilità consiste ovviamente nella possibilità di risalire al soggetto che l’ha prodotte.

 

Nota. L’odontologia forense non ha rapporti con l’odontoiatria legale che riguarda la responsabilità professionale o la valutazione del danno biologico.



Fonti:

- Enciclopedia Giuridica - Ist. della Enciclopedia Italiana fondata da Giovanni Treccani - Ed. 2009 - Autori e riferimenti scientifici: vedi link
- Enciclopedia della Medicina Italiana - UTET - Ed. 2004 - Ideatore coordinatore scientifico Prof. Luciano Vella
- Nuova Enciclopedia Medica - Edizioni Garzanti Libri - Ed. 1987 - AA.VV.
- Trattato di Medicina Legale e Scienze Affini - Editore CEDAM - Ed. 2009 - Autori: Giusti Giusto





Commenti

Attenzione per poter inviare il tuo commento devi effettuare l'accesso con le tue credenziali oppure Registrati
Commenta anche tu

lascia la tua e-mail per ricevere aggiornamenti e notizie



Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di ABCsalute s.r.l. come specificato all' art.3b


   Iscriviti alla Newsletter   
Grazie per esserti registrato alla newsletter di ABCsalute.it

ABCsalute S.r.l. ora axélero S.p.A. Copyright 2009 - 2017 ©Tutti i diritti riservati - C.F./Partita IVA IT 07731860966
Sede Legale: via Cartesio, 2 20124 Milano - Cap. Soc. € 68.000,00 i.v - R.E.A. Milano n. 1978319 - N.Telefono +39 02 84161616 - info@axelero.it

Aggiornato al 22/09/2017