DNA e RNA per crescere

clicca per votare







Scritto da

Scripta Firenze Agenzia di comunicazione


Pubblicato il 16/09/2015

Modificato il 03/12/2009

Il DNA (acido desossiribonucleico), scoperta scientifica di enorme rilevanza, è divenuto di attualità in diversi ambiti (clinico, diagnostico, giudiziario ecc.). Esso contiene infatti informazioni genetiche di fondamentale importanza. Le sue impostazioni strutturali consentono infatti la biosintesi del RNA (acido ribonucleico) con le proteine, molecole indispensabili per lo sviluppo e il corretto funzionamento della maggior parte degli organismi viventi.

 

La storia. Partendo dal primo isolamento del DNA del 1869 (Friedrich Miescher), attraverso una lunga ricerca si giunge al 1957 quando Francis Crick propone il dogma centrale della biologia molecolare che fissa la relazione tra DNA, RNA e proteine. Viene evidenziato il meccanismo di replicazione basato sulla struttura caratteristica a “ doppia elica ” e successivamente lo schema “a triplette” che ha permesso di decifrare il codice genetico. Oggi il DNA è progressivamente definito e consente di verificarne le caratteristiche in relazionie a fattori diversi che vanno dal test di paternità all’appartenenza di tracce biologiche, all’individuazione di patologie della più diversa natura.

 

Il codice genetico. Il DNA è un polimero organico, costituito da nucleotidi che si ripetono, la cui sequenza rappresenta l’informazione genetica che si legge nel “codice genetico”. Il DNA può essere alterato dal’azione di numerosi agenti definiti mutageni e quindi si evolve nel tempo.

 

I geni. Nel genoma l’informazione è conservata in sequenze di DNA chiamate “geni”. All’interno di un gene la sequenza di basi del DNA è utilizzata come “stampo” per la sintesi di una molecola di RNA. La copia di una sequenza nucleotidica di un gene in un filamento di RNA è detta trascrizione. In questo modo l’organismo cresce cellula dopo cellula.

 

La replicazione. La divisione cellulare necessaria a un organismo per crescere richiede una duplicazione del DNA cellulare in modo che le cellule figlie abbiano la stessa informazione genetica in quanto appartenenti allo stesso organismo. A questo fine la struttura a doppia elica del DNA permette l’attivazione di un meccanismo semplicissimo per la duplicazione.Questa replicazione porta a formare filamenti a doppie eliche costituite da un filamento preesistente e da uno neoformato. Le cellule figlie presentano così un genoma identico a quello delle cellule madri.

 

Il DNA ancestrale. Poiché il DNA è sottoposto nel tempo a mutazioni che vengono ereditate, il loro studio consente di evidenziare l’evoluzione di molte specie di organismi viventi anche molto diversi tra loro. In relazione agli studi antropologici il DNA è stato usato per ricostruire le caratteristiche biologiche delle dodici antiche tribù di Israele.

 

Il DNA oggi. La semplificazione e l’affidabilità delle procedure per identificare il DNA ne ha sensibilmente allargato l’utilizzo scientifico e pratico tra cui quello ormai ampiamente diffuso nelle investigazioni criminali (identificazione delle tracce biologiche, identità reperite nelle banche dati del DNA ecc.) che coinvolgono quindi anche il Medico Legale.



Fonti:

- Enciclopedia Giuridica - Ist. della Enciclopedia Italiana fondata da Giovanni Treccani - Ed. 2009 - Autori e riferimenti scientifici: vedi link
- Enciclopedia della Medicina Italiana - UTET - Ed. 2004 - Ideatore coordinatore scientifico Prof. Luciano Vella
- Nuova Enciclopedia Medica - Edizioni Garzanti Libri - Ed. 1987 - AA.VV.
- Trattato di Medicina Legale e Scienze Affini - Editore CEDAM - Ed. 2009 - Autori: Giusti Giusto





Commenti

Attenzione per poter inviare il tuo commento devi effettuare l'accesso con le tue credenziali oppure Registrati
Commenta anche tu

lascia la tua e-mail per ricevere aggiornamenti e notizie



Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di ABCsalute s.r.l. come specificato all' art.3b


   Iscriviti alla Newsletter   
Grazie per esserti registrato alla newsletter di ABCsalute.it

ABCsalute S.r.l. ora axélero S.p.A. Copyright 2009 - 2017 ©Tutti i diritti riservati - C.F./Partita IVA IT 07731860966
Sede Legale: via Cartesio, 2 20124 Milano - Cap. Soc. € 68.000,00 i.v - R.E.A. Milano n. 1978319 - N.Telefono +39 02 84161616 - info@axelero.it

Aggiornato al 24/09/2017