Indietro

Ricostruzione dell’infortunio stradale: è importante anche il Medico Legale

clicca per votare







Scritto da

Scripta Firenze Agenzia di comunicazione


Pubblicato il 16/09/2015

Modificato il 30/08/2010

La ricostruzione dell’infortunio stradale può essere affrontata anche con il contributo del Medico legale e con la conoscenza di diverse discipline, come la tecnica investigativa, il diritto della circolazione, la medicina legale, il disegno, la fotografia, nonché le scienze esatte quali la matematica e la fisica.

 

I rilievi sul posto. L’analisi dettagliata del infortunio stradale consente di descriverlo con la corretta e fedele raccolta dei numerosi elementi che rimangono impressi sul luogo dove è avvenuto.
La conoscenza ad esempio delle basilari nozioni di cinematica è indispensabile per la comprensione delle meccaniche dei sinistri e delle varie fenomenologie fisiche loro connesse.

 

Per la ricostruzione dell’infortunio stradale. Per ricostruire esattamente la dinamica del’incidente occorre:
- procedere immediatamente all’esecuzione di puntuali indagini medico-legali. Queste dovranno essere complete e quindi prevedere l’ esame autoptico anche quando le lesioni sembrano sufficienti per stabilire la causa della morte.
- redigere una precisa descrizione sia degli indumenti della o delle vittime, sia di tutte la lesioni rinvenute, anche minime, con l’ausilio di immagini visive seguendo scrupolosamente i protocolli in materia.

 

Il sopralluogo. Al di là e ad integrazione delle normali operazioni di rilievo e di sopralluogo effettuate dalle autorità intervenute, in queste situazioni, insieme al consulente medico-legale, dovrà agire in stretta collaborazione, anche un esperto tecnico di infortunistica stradale (ad esempio un ingegnere).

 

Le lesioni. Quando all’interpretazione delle lesioni bisogna fare riferimento alla documentazione scientifica più recente, perché la costante evoluzione tecnologica dei mezzi, in funzione anche della loro sicurezza, ne modifica con grande frequenza le caratteristiche meccaniche. Quindi le lesioni ritenute caratteristiche qualche tempo fa oggi sono modificate, scomparse o modificate. Ci riferiamo, a modo di esempio, all’ uso di caschi, di cinture di sicurezza, di air-bag, di stabilizzatori di frenata, di variazioni dell’ assetto aerodinamico dei mezzi, che possono variare le caratteristiche delle lesioni.

 

Il contributo specialistico. La Medicina Legale, correttamente applicata, può (anche a posteriori) fornire un fattivo contributo alla ricostruzione dell’infortunio stradale nelle sue dinamiche anche complesse o non direttamente testimoniate da chi vi ha assistito.



Fonti:

- Enciclopedia Giuridica - Ist. della Enciclopedia Italiana fondata da Giovanni Treccani - Ed. 2009 - Autori e riferimenti scientifici: vedi link
- Enciclopedia della Medicina Italiana - UTET - Ed. 2004 - Ideatore coordinatore scientifico Prof. Luciano Vella
- Nuova Enciclopedia Medica - Edizioni Garzanti Libri - Ed. 1987 - AA.VV.
- Trattato di Medicina Legale e Scienze Affini - Editore CEDAM - Ed. 2009 - Autori: Giusti Giusto





Commenti

Attenzione per poter inviare il tuo commento devi effettuare l'accesso con le tue credenziali oppure Registrati
Commenta anche tu

lascia la tua e-mail per ricevere aggiornamenti e notizie



Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di ABCsalute s.r.l. come specificato all' art.3b


   Iscriviti alla Newsletter   
Grazie per esserti registrato alla newsletter di ABCsalute.it

ABCsalute S.r.l. - Registrazione al Tribunale di Milano n. 491 del 24.07.2008 - Copyright 2008-2017
© Tutti i diritti riservati - P.I. 06355610962 - Per Informazioni 02.97383387 - info@abcsalute.it - Direttore

Società a socio unico, soggetta a direzione e coordinamento da parte di axélero S.p.A

Progetto di fusione per incorporazione di abcsalute s.r.l. in axélero S.p.A. ai sensi degli artt. 2501-ter e 2505 c.c.

Aggiornato al 27/02/2017