Indietro

Stalking: effetto di personalità disturbata

clicca per votare







Scritto da

Scripta Firenze Agenzia di comunicazione


Pubblicato il 16/09/2015

Modificato il 04/12/2009

Nell’analisi dell’autore dello stalking, dei suoi obiettivi e dei suoi motivi lo psicologo forense deve valutare un numero assai rilevante di elementi.
Ad esempio deve tenere conto che i protagonisti del rapporto autore e vittima sono tutte le combinazioni possibili tra uomo e donna. Gran parte degli autori sono tuttavia uomini.

 

Chi è lo stalker. In genere è un partner abbandonato, il supersite di una relazione amorosa interrotta o uno spasimante respinto.
In casi meno frequenti la vittima non conosce l’autore oppure questi è del suo stesso ambiente ma agisce in modo anonimo.
Può essere un vicino di casa, un collaboratore, un ammiratore o un cliente della vittima.

 

Chi rischia di più. Il maggior rischio di subire molestie assillanti lo hanno le persone in vista nonché coloro che lavorano nel settore sanitario o scolastico.

 

Cosa spinge lo stalker. Le motivazioni possono variare o modificarsi con il passare del tempo.
Con lo stalking si cerca di attirare l’attenzione della vittima, di avvicinarsi a lei o di fare in modo che cambi atteggiamento (p. es. che riannodi la relazione precedente, che ritiri una decisione di lavoro già notificata, ecc.).
Nella vita professionale il mobbing può trasformarsi in uno stalking persistente anche dopo l’uscita dall’impresa.
Il desiderio di vendetta si può concretizzare in un pericoloso mix a base di comportamenti di dominio e di controllo, offesa, collera e propensione alla violenza.
Lo stalking mira anzitutto a produrre danni psichici o psicosociali.

 

La personalità disturbata. Vi sono stalker che sono affetti da gravi deficit psichici e percepiscono in modo distorto l’ambiente che li circonda.
Ma è solo approfondendo i singoli casi che lo psicologo forense può capire se il loro comportamento dipende da una patologia psichica.



Fonti:

- Enciclopedia Giuridica - Ist. della Enciclopedia Italiana fondata da Giovanni Treccani - Ed. 2009 - Autori e riferimenti scientifici: vedi link
- Enciclopedia della Medicina Italiana - UTET - Ed. 2004 - Ideatore coordinatore scientifico Prof. Luciano Vella
- Nuova Enciclopedia Medica - Edizioni Garzanti Libri - Ed. 1987 - AA.VV.
- Trattato di Medicina Legale e Scienze Affini - Editore CEDAM - Ed. 2009 - Autori: Giusti Giusto





Commenti

Attenzione per poter inviare il tuo commento devi effettuare l'accesso con le tue credenziali oppure Registrati
Commenta anche tu

lascia la tua e-mail per ricevere aggiornamenti e notizie



Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di ABCsalute s.r.l. come specificato all' art.3b


   Iscriviti alla Newsletter   
Grazie per esserti registrato alla newsletter di ABCsalute.it

ABCsalute S.r.l. ora axélero S.p.A. Copyright 2009 - 2017 ©Tutti i diritti riservati - C.F./Partita IVA IT 07731860966
Sede Legale: via Cartesio, 2 20124 Milano - Cap. Soc. € 68.000,00 i.v - R.E.A. Milano n. 1978319 - N.Telefono +39 02 84161616 - info@axelero.it

Aggiornato al 26/05/2017