Indietro

La violenza contro i minori influisce sulla loro vita adulta

clicca per votare







Scritto da

Scripta Firenze Agenzia di comunicazione


Pubblicato il 16/09/2015

Modificato il 04/12/2009

Le conseguenze della violenza contro i minori derivata dalla violenza familiare devono essere considerate in tutta la loro gravità e analizzate dalla medicina forense sotto i diversi profili.

 

La violenza domestica a cui assistono i minori può avere un impatto più o meno grave a seconda della loro età, del grado di sviluppo e delle dimensioni di tale violenza, divenendo vera a propria violenza contro i minori.
In queste situazioni i minori manifestano soprattutto sentimenti di paura e di compassione e risultano turbati e inermi.
Si sentono impotenti e indifesi nei confronti della violenza tra i loro genitori ma in molti casi anche responsabili.

 

Le conseguenze. La violenza in ambito domestico, vera e propria violenza contro i minori, li espone a: 
• maltrattamenti frequenti se tentano di intervenire 
• una grande sensazione di ambivalenza (sono combattuti tra i due genitori) 
• disturbi del sonno, difficoltà scolastiche, ritardo nella crescita, aggressività, depressione, ansia, perfino tentativi di suicidio 
• instabilità emotiva
• isolamento sociale conseguente all’obbligo imposto dai genitori di nascondere l’accaduto 
• problemi sociali come la povertà, di cui i minori sono spesso vittime soprattutto dopo la separazione dei genitori 
• conseguenze nella formazione della loro identità e nell’immagine sui ruoli di genere 
• conseguenze sui rapporti sociali: molti minori perdono la capacità di provare empatia, altri diventano aggressivi, altri ancora si chiudono in sé stessi.

 

Impatto sulla vita adulta. È dimostrato che il vissuto di violenza nell’infanzia può avere conseguenze sulla vita adulta.
I minori cresciuti in un clima di violenza e prepotenza sviluppano molto spesso una visione stereotipata dei ruoli di genere e fanno fatica a instaurare rapporti di amicizia costruttivi. Anche il “semplice” fatto di assistere alla violenza tra i genitori ha un influsso sulla capacità di relazionarsi.
Chi si è dovuto confrontare con la violenza intrafamiliare tende a riprodurre questo vissuto nei propri rapporti di coppia, sia come vittima sia come autore.



Fonti:

- Enciclopedia Giuridica - Ist. della Enciclopedia Italiana fondata da Giovanni Treccani - Ed. 2009 - Autori e riferimenti scientifici: vedi link
- Enciclopedia della Medicina Italiana - UTET - Ed. 2004 - Ideatore coordinatore scientifico Prof. Luciano Vella
- Nuova Enciclopedia Medica - Edizioni Garzanti Libri - Ed. 1987 - AA.VV.
- Trattato di Medicina Legale e Scienze Affini - Editore CEDAM - Ed. 2009 - Autori: Giusti Giusto





Commenti

Attenzione per poter inviare il tuo commento devi effettuare l'accesso con le tue credenziali oppure Registrati
Commenta anche tu

lascia la tua e-mail per ricevere aggiornamenti e notizie



Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di ABCsalute s.r.l. come specificato all' art.3b


   Iscriviti alla Newsletter   
Grazie per esserti registrato alla newsletter di ABCsalute.it

ABCsalute S.r.l. - Registrazione al Tribunale di Milano n. 491 del 24.07.2008 - Copyright 2008-2017
© Tutti i diritti riservati - P.I. 06355610962 - Per Informazioni 02.97383387 - info@abcsalute.it - Direttore

Società a socio unico, soggetta a direzione e coordinamento da parte di axélero S.p.A

Progetto di fusione per incorporazione di abcsalute s.r.l. in axélero S.p.A. ai sensi degli artt. 2501-ter e 2505 c.c.

Aggiornato al 26/02/2017