Home Comitato medico scientifico

Più informazione
più salute

SUGGERIMENTI Ricerca Nascondi suggerimenti
  • HOME
  • Blog
  • Giornata mondiale contro l’AIDS 2015: troppi casi in Europa

Indietro

Giornata mondiale contro l’AIDS 2015: troppi casi in Europa

Giornata mondiale AIDS 2015
Giornata mondiale AIDS 2015 - iStockphoto.com






vota


Nell’immaginario comune l’AIDS è una malattia degli anni ’80: in quel periodo, infatti, ha seminato milioni di morti in tutto il mondo tanto da essere considerata una pandemia. Oggi se ne parla poco o affatto, eppure la Sindrome da immunodeficienza acquisita – AIDS – in Europa è così diffusa da toccare, e in alcuni casi superare, i numeri di malati registrati negli anni ‘80.

 

Istituita nel 1988, la Giornata mondiale contro l’AIDS quest’anno ricorre martedì 1 dicembre, e l’obiettivo del personale sanitario e delle associazioni impegnate nella ricerca per la lotta contro l’AIDS è diffondere quanto più possibile le corrette informazioni per fare buona prevenzione e ricorrere a un tempestivo trattamento della malattia.

 

Responsabile dell’AIDS è l’HIV, il retrovirus che attacca e distrugge le cellule del sistema immunitario in modo da potersi replicare indisturbato fino a quando conquista un cospicuo numero di cellule provocando l’AIDS.

 

Ancor più degli scambi di siringhe tra tossicodipendenti, la principale via di trasmissione dell’HIV sono i rapporti sessuali non protetti: è dunque necessario educare i ragazzi a usare il preservativo per proteggersi sia dalle malattie sessualmente trasmissibili (come la sifilide) sia dall’HIV che provoca l’AIDS.

 

Da circa trent’anni i ricercatori lavorano alla creazione di un vaccino contro l’HIV e l’AIDS, ma nonostante tanti sforzi il risultato sembra essere ancora lontano. Se è vero che manca una cura definitiva alla Sindrome da Immunodeficienza acquisita, è vero anche che è possibile richiedere il test per l’HIV e che le speranze di cura sono alimentate da alcuni successi, come il caso della ragazzina francese in cui il virus HIV è regredito dopo 12 anni senza cure.

 

La migliore difesa è la prevenzione. Domani 1 dicembre 2015, in occasione della Giornata mondiale contro l’AIDS LILA – Lega Italiana Lotta AIDS – sarà presente nelle piazze italiane per proporre il test gratuito dell’AIDS: l’errore più grande è sottovalutare l’HIV e ritenersi un soggetto non a rischio.

 

Per maggiori informazioni sull’AIDS, contatta il nostro esperto, il Prof Fernando Aiuti, specialista in immunologia clinica.


Nessun commento inviato


Lascia un commento

Comment form Prima di commentare leggi le Avvertenze di rischio e delle Condizioni d'uso del sito, è necessario prenderne visione

 Con l'inserimento dei miei dati dichiaro di aver preso visione delle Avvertenze di Rischio  e del Trattamento dei dati.
*



Tutti i campi (*) sono richiesti




lascia la tua e-mail per ricevere aggiornamenti e notizie



Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di ABCsalute s.r.l. come specificato all' art.3b


   Iscriviti alla Newsletter   
Grazie per esserti registrato alla newsletter di ABCsalute.it

ABCsalute S.r.l. ora axélero S.p.A. Copyright 2009 - 2021 ©Tutti i diritti riservati - C.F./Partita IVA IT 07731860966
Sede Legale: via Cartesio, 2 20124 Milano - Cap. Soc. € 68.000,00 i.v - R.E.A. Milano n. 1978319 - N.Telefono +39 02 83623320 - info@axelero.it

Aggiornato al 13/06/2021 - Il sito si finanzia con gli abbonamenti dei medici inserzionisti e non riceve finanziamenti dalla pubblicità o dalla visualizzazione di contenuti commerciali.
Il contenuto editoriale del sito non è influenzato dalle fonti di finanziamento.