• Intolleranza sorbitolo : intolleranza alimentare al sorbitolo, zucchero non assimilabile

Indietro

Informazioni per una corretta alimentazione, valori alimentari, ricette, diete per la tua salute

Intolleranza sorbitolo : intolleranza alimentare al sorbitolo, zucchero non assimilabile


Il sorbitolo nei chewing gum  Bevande light  Zucchero non assimilato dall'intestino 


Scritto da

Rachele Sardella


Pubblicato il 06/08/2010

Modificato il 06/08/2010

Le intolleranze alimentari agli zuccheri come il lattosio, il fruttosio e il sorbitolo sono dovute a un deficit enzimatico. Questi zuccheri sono composti dall’unione di due zuccheri semplici (per questo sono detti disaccaridi) e, a causa dell’assenza o dell’inefficacia di un enzima, non vengono scissi nei loro costituenti monosaccaridi in fase di digestione; per questo motivo non vengono assimilati e vengono fermentati dalla flora batterica causando diversi disturbi gastrointestinali, come diarrea, sindrome del colon irritabile, flatulenza, ecc. Sono le manifestazioni dell'intolleranza allo zucchero, e tra le sue forme ci può essere l'intolleranza al sorbitolo.

 

Attenzione al sorbitolo nelle caramelle.
Tra i carboidrati dolci, il sorbitolo in natura si trova nella frutta, ma anche in alcuni tipi di caramelle e chewing gum “senza zucchero” o bevande light. I prodotti a base di sorbitolo sono noti come prodotti senza zucchero perché lo zucchero non viene assorbito dall’intestino e per questo non fornisce calorie, ma proprio perché il sorbitolo non viene assorbito, può dare luogo a un'intolleranza alimentare e a diversi disturbi gastrintestinali, abbastanza simili a quelli dati dall’intolleranza al glutine, ma non per questo da confondere. Occorre quindi fare attenzione a questi particolari prodotti senza zucchero, perché soprattutto nei bambini piccoli, possono causare fastidiosi episodi di intolleranza al sorbitolo.

 

Diabete e sorbitolo.
Non c'è solo l'intolleranza al sorbitolo. Questo zucchero ha infatti anche una valenza positiva: può essere consumato dalle persone affette da diabete come sostituto dello zucchero normale. Più precisamente il sorbitolo fa parte dei polioli, una sostanza che come tutti i polialcoli non è insulinogeno, cioè non produce insulina. Il problema è che di per sé il sorbitolo provoca diarrea, perché non agisce a livello dell’intestino: occorrre quindi fare attenzione alla quantità di sorbitolo consumata.



Fonti:

- Enciclopedia Treccani (Novecento) - Ist. della Enciclopedia Italiana fondata da Giovanni Treccani Ed. 1990 - Autori e riferimenti scientifici: vedi link
- Enciclopedia della Medicina - DeAgostini Ed. 2010 - Autori e riferimenti scientifici: vedi link
- L'Universale della Medicina - Garzanti Ed. 1995 - Autori e riferimenti scientifici: vedi link







ABCsalute S.r.l. - Registrazione al Tribunale di Milano n. 491 del 24.07.2008 - Copyright 2008-2019
© Tutti i diritti riservati - P.I. 06355610962 - Per Informazioni 02.97383387 - info@abcsalute.it - Direttore

Società a socio unico, soggetta a direzione e coordinamento da parte di axélero S.p.A

Progetto di fusione per incorporazione di abcsalute s.r.l. in axélero S.p.A. ai sensi degli artt. 2501-ter e 2505 c.c.

Aggiornato al 16/06/2019 - Il sito appartiene a un'azienda privata e si finanzia con gli abbonamenti dei medici inserzionisti