Home Comitato medico scientifico

Più informazione
più salute

SUGGERIMENTI Ricerca Nascondi suggerimenti

Indietro

Colica renale, cause e cura








vota


Chi l’ha provata descrive la colica renale come un dolore lancinante simile a quello che potrebbe dare una ferita da arma da fuoco o tagliente. Ovviamente si tratta di una supposizione dovuta a una suggestione, ma di certo le coliche renali rientrano tra i disturbi più dolorosi che si possano provare.
 
Cos’è una colica renale? È un dolore intenso e improvviso che si localizza all’addome ma coinvolge anche la zona lombare della schiena e l’inguine. La colica è strettamente legata ai calcoli renali, tant’è che il dolore si manifesta quando il passaggio dell’urina dai reni alla vescica attraverso l’uretra è interrotto dalla presenza dei calcoli. Questo provoca spesso ematuria, irritazione durante la minzione, nausea, vomito, pallore e sudorazione eccessiva.

 

Per attenuare il dolore si può intervenire subito con un colpo d’acqua fresca che favorisce l’eliminazione della renella e lo scioglimento di calcoli dalle piccole dimensioni. Se le coliche renali sono frequenti, invece, è necessario modificare alcune abitudini e rivolgersi al più presto al proprio medico.

 

Per esempio, bisogna limitare il consumo di alcool, bere almeno 2 litri d’acqua al giorno per evitare la formazione dei calcoli, mangiare frutta e verdura ricche di fibre, fare una costante attività fisica e fare attenzione alla quantità di sale ingerita durante la giornata. Troppo spesso, infatti, ci si dimentica che il sale è il migliore amico dei calcoli renali, e che il cibo ne contiene già una certa dose. Per questo, per esempio, bisogna evitare il consumo di troppi cibi pronti, ricchi di sale, e di acciughe, aringhe, frattaglie e altri alimenti troppo salati. È inoltre indispensabile controllare le dosi aggiunte, l’ideale sarebbe consumarne al massimo 3 grammi al dì.

 

Come abbiamo detto in un precedente post, il limone è utile contro la formazione dei calcoli, e lo sono anche carote, cipolla, sedano e carciofi al contrario di spinaci e barbabietole.

 

Insomma, per prevenire ed evitare le coliche renali bisogna combattere la formazione dei calcoli renali. Per questo, oltre a osservare le regole di buona alimentazione e stile di vita, è sempre consigliato seguire le indicazioni del nefrologo.

 


Nessun commento inviato


Lascia un commento

Comment form Prima di commentare leggi le Avvertenze di rischio e delle Condizioni d'uso del sito, è necessario prenderne visione

 Con l'inserimento dei miei dati dichiaro di aver preso visione delle Avvertenze di Rischio  e del Trattamento dei dati.
*



Tutti i campi (*) sono richiesti




lascia la tua e-mail per ricevere aggiornamenti e notizie



Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di ABCsalute s.r.l. come specificato all' art.3b


   Iscriviti alla Newsletter   
Grazie per esserti registrato alla newsletter di ABCsalute.it

ABCsalute S.r.l. ora axélero S.p.A. Copyright 2009 - 2020 ©Tutti i diritti riservati - C.F./Partita IVA IT 07731860966
Sede Legale: via Cartesio, 2 20124 Milano - Cap. Soc. € 68.000,00 i.v - R.E.A. Milano n. 1978319 - N.Telefono +39 02 83623320 - info@axelero.it

Aggiornato al 23/10/2020 - Il sito si finanzia con gli abbonamenti dei medici inserzionisti e non riceve finanziamenti dalla pubblicità o dalla visualizzazione di contenuti commerciali.
Il contenuto editoriale del sito non è influenzato dalle fonti di finanziamento.