Home Comitato medico scientifico

Più informazione
più salute

SUGGERIMENTI Ricerca Nascondi suggerimenti
  • HOME
  • Blog
  • Come stanno le tue ossa? Chiedilo all’App

Indietro

Come stanno le tue ossa? Chiedilo all’App

Salute delle ossa
Salute delle ossa - iStockphoto.com






vota


Nella settimana della salute ossea arriva l’App Salute delle ossa, uno strumento che permette di valutare il benessere del proprio scheletro.

 

La Giornata Mondiale dell’osteoporosi del 20 ottobre 2015 è preceduta da una settimana dedicata alla salute ossea promossa dalla Società italiana dell’osteoporosi insieme alla Società italiana di medicina generale, al Gruppo italiano per lo studio dei bisfosfonati e al Gruppo italiano di studio in ortopedia dell’osteoporosi severa e la Società italiana di ortopedia e traumatologia.

 

App Salute delle ossa

In questa particolare settimana pensata per diffondere le buone pratiche di prevenzione dell’osteoporosi e di altre malattie dello scheletro, arriva l’App Salute delle ossa, uno strumento che già dal nome indica chiaramente lo scopo: aiutare le persone a valutare il benessere delle proprie ossa.

 

Le due componenti imprescindibili per avere ossa sane e forti sono calcio e Vitamina D: sappiamo se ne abbiamo in quantità sufficiente? E se no, quanto manca per raggiungere un livello che assicuri benessere alle ossa?

 

A queste domande risponde l’App Salute delle ossa che evidenzia l’effettivo valore di Vitamina D presente nello scheletro e lo confronta con il livello ideale per dare all’utente un parametro di stima.

 

Inoltre, attraverso l’App si accede ad alcuni video formativi e di approfondimento che spiegano a bambini, donne e anziani qual è il modo di prendersi cura delle proprie ossa per prevenire osteoporosi, fratture vertebrali e altre gravi conseguenze derivanti da carenza di calcio e Vitamina D.

 

Prevenire le malattie delle ossa

Il fisiologico processo di invecchiamento mette a rischio la salute di tutto il corpo, ossa comprese, ma l’alimentazione sana ed equilibrata, l’attività fisica costante, l’attenta esposizione al sole, gli esami medici periodici specie a partire dalla menopausa per le donne e dai 60 anni per gli uomini, sono le abitudini che favoriscono la corretta prevenzione delle malattie ossee.

 

Settimana della salute ossea: il sostegno delle farmacie

Circa 250 farmacie italiane sostengono la settimana della salute ossea attraverso la distribuzione di brochure informative ricche di consigli mirati per i bambini “Come aiutare le piccole ossa a crescere in salute”, le donne “Conoscere e prevenire l’osteoporosi”, e la Terza età “Come sostenere la salute delle ossa”.

 

Il sito www.salutedelleossa.it presenta l’elenco completo delle farmacie aderenti all’iniziativa, test per vagliare il grado di conoscenza dei rischi per la salute ossea, e i consigli per riconoscere i nemici dello scheletro e prevenire l’osteoporosi.

 

Infine, si può scaricare l’App Salute delle ossa su Google Play per iOs e Android.


Nessun commento inviato


Lascia un commento

Comment form Prima di commentare leggi le Avvertenze di rischio e delle Condizioni d'uso del sito, è necessario prenderne visione

 Con l'inserimento dei miei dati dichiaro di aver preso visione delle Avvertenze di Rischio  e del Trattamento dei dati.
*



Tutti i campi (*) sono richiesti




lascia la tua e-mail per ricevere aggiornamenti e notizie



Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di ABCsalute s.r.l. come specificato all' art.3b


   Iscriviti alla Newsletter   
Grazie per esserti registrato alla newsletter di ABCsalute.it

ABCsalute S.r.l. ora axélero S.p.A. Copyright 2009 - 2020 ©Tutti i diritti riservati - C.F./Partita IVA IT 07731860966
Sede Legale: via Cartesio, 2 20124 Milano - Cap. Soc. € 68.000,00 i.v - R.E.A. Milano n. 1978319 - N.Telefono +39 02 83623320 - info@axelero.it

Aggiornato al 30/10/2020 - Il sito si finanzia con gli abbonamenti dei medici inserzionisti e non riceve finanziamenti dalla pubblicità o dalla visualizzazione di contenuti commerciali.
Il contenuto editoriale del sito non è influenzato dalle fonti di finanziamento.