Home Comitato medico scientifico

Più informazione
più salute

SUGGERIMENTI Ricerca Nascondi suggerimenti
  • HOME
  • Blog
  • Lo stress tiene giovane il cervello

Indietro

Lo stress tiene giovane il cervello

Stress sano
Stress sano - Fotolia.it






vota


Da sempre è considerato una continua fonte di disturbi, nervosismo e lamentela ma da oggi, per molti, sarà anche motivo di piacere: parliamo dello stress e del suo effetto benefico sul cervello.

 

Un team di ricercatori dell’Università del Texas ha condotto una serie di osservazioni medico-scientifiche su gruppo di volontari di età compresa tra i 50 e gli 89 anni, gli stessi che hanno partecipato al Dallas Lifespan Brain Study (DLBS), uno dei più grandi studi americani su come il passare degli anni influisce sulla cognizione e il funzionamento cerebrale. L’osservazione si è basata su questionari e test di valutazione neuropsicologica volti a evidenziare la memoria, la velocità di riscontro e il benessere del cervello. È emerso che le persone con una vita frenetica, ricca di impegni e attività di piacere, hanno un cervello molto più in forma dei volontari con uno stile di vita più pacato e sedentario.

 

Lo stress resta un grande nemico per chiunque mal si adatta alle situazioni quotidiane come gli immancabili impegni di lavoro, il cattivo rapporto con i colleghi, una difficile situazione famigliare, ma è un alleato di longevità neuro-cerebrale nelle persone che hanno una routine di stress sano.

 

L’abitudine a gestire più situazioni differenti, rispettare le scadenze, interagire con varie tipologie di persone permette al cervello di allenarsi e arrivare alla media e tarda età in forma, con i riflessi pronti e la memoria illesa dal tempo. Anzi: la ricercatrice Sarah Festini, post-doc del Center for Vital Longevity dell’ateneo di Dallas e prima autrice dello studio, dichiara che le persone più impegnate sono le stesse che dimostrano migliori capacità cognitive, in modo particolare ricordano facilmente le nozioni apprese di recente. Non solo memoria e riflessi pronti: chi vive un sano stress ha dimostrato un’ampia conoscenza di vocaboli e una maggiore fluidità verbale.

 

L’esito dello studio americano incoraggia gli impegni che tengono attivo il cervello preservandone la salute anche in tarda età, e in alcun modo smentisce le ripercussioni negative che lo stress ha sul corpo e la mente di chi, a causa dell’eccessivo stress, si ammala. Dello studio americano si è parlato in un articolo dedicato pubblicato su Frontiers in Aging Neuroscience.


Nessun commento inviato


Lascia un commento

Comment form Prima di commentare leggi le Avvertenze di rischio e delle Condizioni d'uso del sito, è necessario prenderne visione

 Con l'inserimento dei miei dati dichiaro di aver preso visione delle Avvertenze di Rischio  e del Trattamento dei dati.
*



Tutti i campi (*) sono richiesti




lascia la tua e-mail per ricevere aggiornamenti e notizie



Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di ABCsalute s.r.l. come specificato all' art.3b


   Iscriviti alla Newsletter   
Grazie per esserti registrato alla newsletter di ABCsalute.it

ABCsalute S.r.l. ora axélero S.p.A. Copyright 2009 - 2020 ©Tutti i diritti riservati - C.F./Partita IVA IT 07731860966
Sede Legale: via Cartesio, 2 20124 Milano - Cap. Soc. € 68.000,00 i.v - R.E.A. Milano n. 1978319 - N.Telefono +39 02 83623320 - info@axelero.it

Aggiornato al 29/09/2020 - Il sito si finanzia con gli abbonamenti dei medici inserzionisti e non riceve finanziamenti dalla pubblicità o dalla visualizzazione di contenuti commerciali.
Il contenuto editoriale del sito non è influenzato dalle fonti di finanziamento.